PERDITA DI CAPELLI

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Messaggioda miriam73 » lun set 26, 2005 12:08 am

Per Marco.
Avevo chiesto un consiglio per rinforzare i capelli durante l'autunno.
E l'argomento è stato deviato...
Dunque che cura naturale posso fare per rinforzare i capelli?
Non desidero mettere lozioni in testa ma preferisco una cura da somministrare oralmente.
Grazie.
miriam73
 
Messaggi: 261
Iscritto il: mer ago 31, 2005 9:11 pm
Località: ROMA

Messaggioda miriam73 » lun set 26, 2005 12:08 am

Per Marco.
Avevo chiesto un consiglio per rinforzare i capelli durante l'autunno.
E l'argomento è stato deviato...
Dunque che cura naturale posso fare per rinforzare i capelli?
Non desidero mettere lozioni in testa ma preferisco una cura da somministrare oralmente.
Grazie.
miriam73
 
Messaggi: 261
Iscritto il: mer ago 31, 2005 9:11 pm
Località: ROMA

Messaggioda un reduce » lun set 26, 2005 10:54 am

Vorrei dire la mia a proposito dei problemi riguardanti la sfera dei capelli

Ho letto in precedenza che qualcuno sostiene che i capelli cadono in autunno perché l'organismo si sta adattando alla nuova stagione, quindi sembrerebbe un ciclo normale, come quello della foglia che ingiallisce e si stacca dal ramo.
Tengo a precisare che non sono di questo avviso, o meglio non completamente. In ogni stagione, a dipendenza del momento, vuoi per una debolezza organica, vuoi per un periodo eccessivamente stressante a carico del sistema nervoso, vuoi per un'eccessiva presenza della 5 alfa reduttasi, il cuoio capelluto si trova nella condizione di perdita eccessiva, a volte di vero e proprio effluvium capillorum, che confrontato alla cosiddetta perdita autunnale risulta cosa ben più grave.

Detto questo, va analizzata la qualità dei capelli che si trovano sia nella vasca che sul pavimento o sulla spazzola. Se si tratta di capelli in fase anagen, cioè nel pieno del loro sviluppo, allora vi potrebbe essere un problema di debolezza organica, oppure un problema ormonale, perché un capello anagen non ha motivo di cadere se non per una disfunzione organica.
Mentre se invece si trattasse del caso opposito, cioè un capello in fase telogen, ovvero un capello che ormai è più degli altri "un insieme di cellule morte", non resta che prenderne atto e lasciarlo andare senza preoccuparcene troppo. La sua presenza risulterebbe d'impedimento alla ricrescita di un nuovo capello.

In ogni caso, sia si tratti della cosiddetta "caduta autunnale" che di una caduta derivante da problemi specifici già sopraccitati, sarebbe interessante innanzitutto proteggere il cosiddetto "terreno energetico" sul quale il capello cresce. Per fare questo, occorre tener presente che più il cuoio capelluto sarà pulito, più i nostri follicoli pilliferi saranno protetti ed ossigenati creando così le basi per la rinascita di futuri capelli sani.

Sul problema della microcircolazione....Vero è che il massaggio del cuoio capelluto è auspicabile e necessario, posto che lo si faccia con regolarità.
A questo proposito sarebbe bene durante un certo periodo e con le soluzioni galeniche adatte a caso per caso, evitare l'utilizzo dell'asciugacapelli, (che in realtà comunque non è dannoso come si crede)almeno nella fase iniziale dell'asciugatura e esercitare il massaggio dal basso all'alto, possibilmente a capo chino durante un periodo di 5/10 minuti, a discrezione, affinché la soluzione specifica penetri nel cuoio capelluto e raggiunga le radici, ponendo l'attenzione sui polpastrelli delle dita che devono essere fissi sulla porzione di cuoio capelluto che si sta massaggiando e non scivolare a destra e a manca. Evitare le spazzolature violente che, soprattutto in caso di problemi esistenti, non fanno altro che danneggiare i capelli.

Va però specificato che un tale trattamento che varia nella durata a seconda dei casi (da poche settimane a mesi) va condotto, per essere veramente efficace, insieme all'assunzione di tisane depurative atte a disintossicare gli organi del nostro corpo (fegato principalmente) che potrebbero soffrire di un sovraccarico. Penso che nessuno più di Marco Valussi, in questa sede, sappia consigliare le tisane adatte.

Rimane il problema della calvizie androgenetica. Secondo la mia esperienza, l'unico preparato veramente efficace in grado di contrastare la 5 alfa reduttasi si è rivelato il Minoxidil, in preparazioni che variano dal 3 al 5 %. Fermo restando che la cosa che più aiuta a risolvere una caduta di capelli è la volontà con la quale si affronta il problema e la capacità di voler mettere in atto su un arco di tempo più o meno continuato, le specifiche soluzioni idonee. Altrimenti non ci sono miracoli che tengano.

Per quanto riguarda invece i casi di alopecia androgenetica femminile, sarebbe forse il caso di farsi prescrivere preparati con qualità ormonosimili.
So che Messegué a suo tempo consigliava una miscela depurativa di salvia/artemisia che per l'appunto pare sia in grado di contrastare l'azione dell'adrenalina e dei corticoidi , due ormoni prodotti dalle surrenali quando entrano in iperattività e che portano alla caduta dei capelli (anche quelli in anagen) sia nell'uomo che nella donna.

Spero di essere stato utile.

Un Reduce
un reduce
 
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mag 14, 2005 8:05 pm

Messaggioda naomi » sab ott 08, 2005 11:26 pm

ciao reduce, potresti precisare come si capisce se un capello è in fase anagen o telogen?
Mi è stato consigliato proprio qualche giorno fa il minoxidil al 2%. Tu parli del 3 fino al 5 %. Pensi che al 2 % sia inefficace?
naomi
Avatar utente
naomi
 
Messaggi: 184
Iscritto il: dom set 18, 2005 6:29 pm

Messaggioda un reduce » dom ott 09, 2005 12:42 pm

Ciao Naomi,

la fase anagen è la fasi di crescita e sviluppo massimo del capello nel bulbo pillifero, dura da 2 a 7 anni.
Catagen è il momento del progressivo arresto delle funzioni vitali. In questa fase si fa l'arresto della funzione proliferativa del capello mentre rimane ancora attiva la trasformazione dei cheratinociti in cheratina. Il bulbo risale leggermente verso la superficie e si accorcia. Dura circa 2 settimane.
Il telogen è invece la fase di riposo totale. Il capello si trova ancora nel follicolo pillifero, ma ogni attività, sia di crescita che di trasformazione delle cellule è assente. In questi 3-4 mesi il capello fuoriesce per perdita di ancoraggio e per la spinta del neonato capello sottostante.

Dopodiche riprende la fase anagen.

Quando i capelli sono in fase anagen nella misura dell'80 %, non si manifestano diradamenti ed ogni capello caduto viene sostituito da un nuovo capello.
Alcuni sostengono che in un cuoio capelluto dove il numero di follicoli è abbondante (vedi circa 100'000), la caduta di circa 100 capelli al giorno si una cosa normale. Io ribadisco che è normale qualora però si tratti di capelli telogen e non anagen. Quando cadono dei capelli sani si è davanti ad una disfunzione, anche se molto probabilmente temporanea.

Puoi riconoscere facilmente il capello in fase catagen. Esso è molto più fine del suo collega anagen e non resiste ad una leggera trazione con le dita, spezzandosi. Il capello anagen non si spezza tanto facilmente ed ha una struttura volumetrica molto più consistente.

Se utilizzi il minoxidil per la prima volta, allora la versione 2% va bene.
Ricordati di essere costante nelle applicazioni, perché i primi risultati stabili del minoxidil li vedrai dopo circa 1 anno, con l'arresto della caduta e la ricrescita in una prima fase di un vellum che in seguito si trasformerà in capelli. Normalmente non ci sono problemi, però non tutti sopportano il minoxidil che può dare, nelle percentuali alte, cali di tensione. Visto che lo utilizzi per la prima volta,anche se solo al 2%, cerca di non farci la doccia :) Comunque col tempo ti saprai adeguare.
Se nei mesi ti accorgerai di sopportare bene il 2% e non ci saranno problemi di alcun genere, potrai passare ad una diluizione superiore.

Il minoxidil per essere efficace, deve essere applicato quotidianamente e possibilmente a cuoio capelluto pulito. Quindi coloro che hanno tendenze seborroiche molto marcate, non devono temere il lavaggio quotidiano con un buon detergente delicato...Il lavaggio quotidiano non danneggia affatto i capelli,come vorrebbero certi vecchi condizionamenti popolari, purché venga eseguito con un detergente specifico.
Per essere efficace il minoxidil va applicato ed in seguito fatto penetrare nel cuoio capelluto mediante un massaggio circolare eseguito (meglio se a testa in giù) con i polpastrelli delle dita.

Se sarai costante, nel giro di 4-5 mesi vedrai già i primi risultati.

Se hai domande chiedi pure.

Ciao
Un Reduce
un reduce
 
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mag 14, 2005 8:05 pm

Messaggioda naomi » dom ott 09, 2005 6:31 pm

ciao Reduce, ti ringrazio molto della risposta esauriente che hai dato. Prima di acquistare di solito mi piace avere più informazioni possibili. Sulla efficacia del minoxidil ora non ho più dubbi grazie a te. L'amica che me lo aveva consigliato mi aveva detto di metterne quattro o cinque gocce dopo lo shampoo e a me sembrava poco; la farmacista invece mi aveva detto che potevo metterne quanto ne volevo anche fra i lavaggi e sinceramente questo mi sembrava un pò troppo.
Eventualmente, dopo aver usato il minox. al 2% quando bisogna passare a una gradazione più alta?
Ho difficoltà a capire in che fase sono i miei capelli perché seguendo le tue spiegazioni ho preso un capello caduto e ho notato che non si rompe facilmente ma è molto fine (come tutti i miei capelli) Che siano capelli sani quelli che cadono?
Altra domanda (e ultima!) il minoxidil è un medicinale testato su animali?
grazie tanto
naomi
Avatar utente
naomi
 
Messaggi: 184
Iscritto il: dom set 18, 2005 6:29 pm

Messaggioda un reduce » dom ott 09, 2005 8:21 pm

Ciao Naomi,

ti rispondo a partire dalla tua ultima e più delicata domanda.
All'origine, il minoxidil veniva usato come antiipertensivo e solo in un secondo tempo si è scoperto che il suo effetto secondario più importante era la ricrescita di peli e capelli.
Ritengo che inizialmente, cioè al momento in cui il farmaco è stato testato, si saranno visti in giro topolini e criceti "hippies" con una peluria pari al triplo del normale :).
Comunque si...credo proprio che essendo un prodotto su formula strettamente chimica sia stato testato su animali e francamente non saprei dirti se il danno che le cavie hanno subito sia stato, come penso io, piuttosto contenuto rispetto ad altre sperimentazioni ben più incisive.
Fatto sta che anche il sottoscritto è dovuto scendere un pochino a patti con la propria coscienza riguardo all'utilizzo del prodotto. Mi ricordo che all'epoca ho cercato di bilanciare eliminando ogni altra cosa in forte odore di sperimentazione su animali e di ben più gravi dimensioni.
E' sempre il solito quesito, non è vero? Scienza e coscienza...Una non dovrebbe coesistere senza l'altra.

Sul fattore dosaggio, ti ripeto che sarai tu stessa a decidere in conseguenza del tuo adattamento al minoxidil. Nelle prime applicazioni, più che la quantità serve la qualità e la costanza nel mantenerla. Poi il resto viene da se. Non vorrei influenzarti con le mie valutazioni. Il dosaggio è una questione molto personale. Non avere fretta.

Per rispondere alla domanda se il capello che cade è sano o meno...
Se ritieni che, esaminato il fusto e la radice, il capello sia sano, ti consiglio una visita medico/dermatologica che possa indicare l'esistenza di eventuali scompensi o carenze. Non accettare comunque mai risposte del tipo "se la calvizie è iscritta nell'ereditarietà famigliare, c'è poco da fare". Sono solo risposte di persone che non hanno voglia di effettuare una ricerca in senso opposto.
Quando si ha la buona volontà, si può fare di tutto (purché si rimanga nei limiti di ciò che è lecito, beninteso).

Ciao
Un Reduce
un reduce
 
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mag 14, 2005 8:05 pm

Messaggioda naomi » dom ott 09, 2005 8:38 pm

ciao Reduce, grazie tanto, sei stato veramente di grande aiuto.
A proposito di hippies, mi sono ricordata che quando ero ragazzina (non tanto tempo fa :) più o meno) dicevano che l'olio di ricino faceva crescere i peli e io me lo splamavo tutti i giorni sulle ciglia per avere delle belle ciglia folte! Non è successo nulla, forse non l'ho fatto per abbastanza tempo, le mie ciglia non si sono infoltite neanche un pò, ma mi ha fatto pensare che ero più vegana allora quando non ero vegana!
Non mi fido molto dei dermatologi perché ne ho visti tanti per un disturbo alla pelle che mi creava problemi enormi -una dermatite- per la quale nessuno ha trovato soluzione se non prescrivermi delle pomate che facevano regredire il sintomo (ciò che si vedeva sulla pelle) e non mi hanno mai curata. Ebbene, sono vegana da quattro mesi circa e tutto ciò che avevo sulla pelle da tanti anni è sparito immediatamente. Inoltre nessuno di quei dermatologi mi aveva mai chiesto cosa mangio mi hanno fatto spendere un sacco di soldi per eliminare un sintomo e regolarmente il disturbo tornava a farsi notare poco dopo. Mi è rimasto il problema dei capelli ma piano piano si risolvera anche questo.
Ancora grazie e ciao
naomi
Avatar utente
naomi
 
Messaggi: 184
Iscritto il: dom set 18, 2005 6:29 pm

Messaggioda un reduce » dom ott 09, 2005 10:08 pm

lo immagino Naomi, è successa la stessa cosa anche a me. Da quando sono Vegan molti disturbi precedenti sono spariti.

Tuttavia una visita medica almeno una volta all'anno non sarebbe da scartare, almeno per fare il punto della situazione e chiarire insieme al medico (che può benissimo essere un generalista/omeopata) la natura di eventuali disturbi ed il relativo grado d'importanza.

Forse ancora una cosa riguardo alla caduta dei capelli. Se quest'ultima è dovuta a stati depressivi o ansioso/depressivi, il minoxidil servirà purtroppo a ben poco. L'unica cosa che potrà fare sarà quella di evitare l'atrofia totale del follicolo. Davanti ad una caduta per i motivi di cui sopra bisogna sempre e comunque risalire alle origini dei propri disturbi psicologici e cercare di risolverli.
Solo in quel caso la caduta cesserà.

Ciao
un reduce
 
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mag 14, 2005 8:05 pm

Messaggioda naomi » sab ott 15, 2005 12:42 pm

Anch'io, Reduce, sono convinta che bisognerebbe sempre risalire all'origine delle cose e ragionare su questo. E' proprio per questo che la mia esperienza mi ha tolto fiducia nella medicina tradizionale e nei suoi operatori. Però una cosa la farò sicuramente. Andrò dal mio medico e chiederò tutte le analisi del sangue necessarie in modo da non incorrere in carenze alimentari o a errori di abbinamento degli alimenti. Ora che sono vegana mi pare che questo sia necessario.
Non sarò presente nel forum per le prossime due settimane per cui auguro a tutti una buona continuazione
ciao
naomi
Avatar utente
naomi
 
Messaggi: 184
Iscritto il: dom set 18, 2005 6:29 pm

Messaggioda Pischello » lun ago 06, 2007 7:29 am

MI dicono che una lozione a base di crescione sia miracolosa, io non ne ho bisogno, comunque a chi possa interessare, valuti.
Pischello
 
Messaggi: 11
Iscritto il: sab mag 12, 2007 1:04 pm

Messaggioda rosario.muto » lun ago 06, 2007 10:11 am

Cari Sig. quante chiacchiere, è possibile che siamo ancora a dare consigli senza fare prima delle diagnosi dirette, le cause possono essere tante come tante possono essere le soluzioni, il fai da te, come i consigli spassionati, possono creare false speranze o addirittura creare altrettanti problemi, siete facili a dare consigli gratuiti in base a storie e dettami, ho sentito dire etc., rivolgetevi a personale specializzato e poi ricordatevi che, il rossore sono reazioni di infiammazione e quindi nulla può essere consigliato in visione di attivare questo processo, interverrei in modo diverso, attivando l'autodifesa diretta del nostro sistema, attraverso la disintossicazione epatica e linfatica.
Appuriamo le diagnosi dirette.
rosario.muto
 

Messaggioda Morwen » mar ago 07, 2007 1:37 pm

Ciao!
Io sto prendendo le capsule Krino della Naturando che ho preso in erboristeria. Servono per rinforzare i capelli.

Morwen
Morwen
 
Messaggi: 23
Iscritto il: dom ago 05, 2007 4:53 pm
Località: Provincia Milano
Controllo antispam: cinque

Messaggioda tormalinarosa » sab ago 11, 2007 1:14 pm

Io uso il minoxidil da 7 anni e 1/2 circa, mi fu diagnosticata una alopecia ereditaria, allora ero parecchio diradata, ho cominciato ad applicare il minoxidil al 2% e devo dire che la situazione è migliorata rispetto a quando non lo usavo.
La caduta c'è ancora, difatti a mio avviso il minoxidil non la blocca affatto, ma la ricrescita è tale da fornirmi una capigliatura accettabile.
Ultimamente sono un po' in crisi, in quanto mi piacerebbe trovare qualcosa di più naturale che possa sostituire questo prodotto chimico, ma la paura di ritornare allo stato pre-minoxidil mi fa desistere.
Il mio medico curante mi ha detto che a lungo andare esso potrebbe causare disturbi ginecologici, a questo proposito mi interesserebbe sapere se ci sono studi in merito.
Avatar utente
tormalinarosa
 
Messaggi: 487
Iscritto il: lun ott 23, 2006 8:38 am

Messaggioda Niko » mar set 04, 2007 7:29 am

tormalinarosa ha scritto:Io uso il minoxidil da 7 anni e 1/2 circa, mi fu diagnosticata una alopecia ereditaria, allora ero parecchio diradata, ho cominciato ad applicare il minoxidil al 2% e devo dire che la situazione è migliorata rispetto a quando non lo usavo.
La caduta c'è ancora, difatti a mio avviso il minoxidil non la blocca affatto, ma la ricrescita è tale da fornirmi una capigliatura accettabile.
Ultimamente sono un po' in crisi, in quanto mi piacerebbe trovare qualcosa di più naturale che possa sostituire questo prodotto chimico, ma la paura di ritornare allo stato pre-minoxidil mi fa desistere.
Il mio medico curante mi ha detto che a lungo andare esso potrebbe causare disturbi ginecologici, a questo proposito mi interesserebbe sapere se ci sono studi in merito.


Ciao Tormalinarosa. Io credo fermamente che, a seguito di abitudini alimentari e stile di vita scorretti, il nostro corpo ci parli e ci mandi dei segnali per farci capire che non stiamo percorrendo la strada giusta. (Problemi di pelle, capelli, perdita o aumento eccessivi di peso, ad esempio) Rimediare con un farmaco potrebbe (non sempre) aiutarci ad eliminare l'effetto ma cosa mi dici della causa? Hai scoperto cosa determina il tuo problema di capelli? In sostanza credo che, nonostante il farmaco il tuo problema sia ancora tutto lì.
Permettimi per favore di poterti spiegare dov'è l'origine del disturbo. In base all'esperienza fatta con i miei clienti, ed anche ad una esperienza personale, ho potuto constatare che tutto ha origine nell'alimentazione e dipende da particolari carenze di sostanze nutritive. Con un succo di Aloe Vera bio e naturale al 100% (rarissimo da trovare sul mercato ma c'è) ed i semi di sesamo nero in polvere, ad esempio, la caduta dei capelli diminuisce sensibilmente in quanto si apportano gli aminoacidi essenziali contenenti zolfo indispensabili per la formazione di unghie e capelli. (non mi sorprenderebbe infatti se tu avessi anche unghie fragili e/o che crescono lentamente). Questi aminoacidi sono molto delicati e si perdono durante la cottura, è per questo che il sesamo nero non andrebbe cotto. Se ti chiedi la differenza con quello bianco eccoti accontentata. Sono parenti e quello nero è il ceppo originario (per tale motivo determina meno risposte allergiche, è più ricco di sostanze nutritive e ne contiene anche in quantità superiori).
La mia esperienza personale è stata, con gli stessi prodotti, contro la forfora. Dopo due o tre settimane mi è scomparsa quasi del tutto con grande sorpresa del mio barbiere (parrucchiera). Quella era l'unica cosa che avevo cambiato in quel periodo (oltre ad aver corretto anche il mio stile alimentare ed ho usato lo stesso shampoo per niente aggressivo che usavo anche prima). In merito alla forfora, una parte di responsabilità consistente ce l'hanno le mucose intestinali. In questo caso il corpo ci parla e ci avvisa che esse si sono assottigliate troppo e quindi sono troppo secche. Ci dice inoltre che, continuando così, potremmo andare incontro a problemi più seri. Basta fare una breve ricerca per capire cosa succede quando le nostre mucose (soprattutto quelle intestinali) non funzionano a dovere.
Spero di essere stato esaudiente. Buona giornata,
Niko
Niko
 
Messaggi: 24
Iscritto il: gio giu 08, 2006 10:01 am
Località: Bolzano

PrecedenteProssimo

Torna a Archivio forum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti