ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mar ago 21, 2018 2:28 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sessoa.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm


L'articolo informa che:
Fare l'amore non è solo qualcosa di piacevole. Almeno una volta nella vita sarà capitato più o meno a tutti di rendersi conto di come l'attività sessuale sia in grado di regalare un senso di benessere generale. Il Sesso ha il potere di farci sentire in pace con noi stessi e di aiutarci a stare meglio. Molto spesso però le donne rinunciano ad una notte di passione nascondendosi dietro al mal di testa (in molti casi si tratta di una scusa bella e buona). Niente di più sbagliato. Molti medici concordano nel dire che il sesso aiuti a scacciare quel fastidioso cerchio alla testa. Studi recenti hanno dimostrato come un aumento del livello di ossitocina, ormone che viene rilasciato durante l'orgasmo, allevino questo tipo di fastidio, oltre che crampi muscolari in genere. E non è tutto.

Ecco un motivo in più per intensificare ulteriormente la vostra attività sessuale.
Gli esperti sostengono che fà bene alla salute.
Ecco i benefici apportati da una regolare e sana attività sessuale.
Se state cercando un modo per intensificare la vostra attività sessuale, ecco ben 15 motivi che spiegano gli aspetti benefici di un rapporto sano e regolare. Se lo dicono gli esperti…
1 – Tasso di mortalità dimezzato
Su salute e frequenza dei rapporti, la Queens University di Belfast ha seguito uno studio durato dieci anni: i protagonisti sono circa mille uomini di mezza età. Nel 1997, il British Medical Journal indica che gli uomini con la più alta frequenza di orgasmi ha un tasso di mortalità dimezzato
2 – Umore migliore
Nelle donne una regolare attività sessuale stimola il rilascio dell’ormone chiamato ”ossitocina”. Questa sostanza non solo stimola in senso positivo l’umore delle donne, ma ha un effetto antistress e favorisce la socializzazione. E a pensarci bene, quando vediamo una donna perennemente aggressiva e poco propensa alla dolcezza, comunemente in maniera del tutto spontanea tendiamo a dire: ”Chissà da quando non fa l’amore!” Scherzi a parte, c’è di più: secondo uno studio del 2002 condotto dallo psicologo americano Gordon Gallup su 293 donne, il sesso allevierebbe la depressione
3 – Pelle più bella
Fare l’amore stimola nelle donne il rilascio di estrogeni che hanno un effetto benefico su pelle e capelli. La sudorazione che in alcuni casi viene prodotta durante l’atto sessuale, purifica i pori rendendo la pelle ancora più pulita e libera da imperfezioni
4 – Combatte il mal di testa
Immediatamente prima dell’orgasmo, i livelli dell’ormone ossitocina aumentano di circa cinque volte rispetto al loro livello normale. Questo promuove il rilascio di endorfine che alleviano il dolore: dal mal di testa all’artrite. Per questo l’ossitocina ha un effetto antidolorifico, e lo dimostra il fatto che quando i livelli di ossitocina aumentano scompaiono mal di testa e i dolori più generalizzati. Così la prossima volta ci penserete due volte prima di dire… ”Stasera no, ho mal di testa”
Leggi: Il sesso rende più felici e generosi. Anche il giorno dopo
5 – Meno raffreddori e influenza
La Wilkes University in Pennsylvania ha dimostrato che gli individui che fanno sesso da una a due volte la settimana hanno il 30% in più di anticorpi chiamati “immunoglobulina A”. Questi stimolano il sistema immunitario.
6 – Rinforza ossa, muscoli e sistema immunitario
Negli uomini il sesso aiuta a rinforzare ossa, muscoli, e il sistema immunitario. Tutto merito del celebre ormone maschile, il testosterone, i cui livelli aumentano durante l’attività sessuale
7 – Libera i feromoni,
I feromoni sono sostanze volatini rilasciate nell’aria dalla donna che attirano l’uomo. La stessa cosa succede nella sudorazione dell’uomo. Proprio come succede tra gli animali. Avere un’attività sessuale più frequente significa liberare più ferormoni. Insomma, più sesso, fai più occasioni ti capiteranno…
8 – Si vive più a lungo
Per sentirsi giovani basta poco. Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che una regolare attività sessuale contrasta il processo di invecchiamento
9 – E’ amico della prostata
Per produrre liquido seminale la prostata e i condotti seminali prendono sostanze dal sangue come zinco, acido citrico e potassio, che si concentrano in misura di 600 volte il normale. Qualsiasi carcinogeno presente nel sangue sarà parimenti concentrato. Un sesso regolare potrebbe agire evitando questa concentrazione. Un recente studio pubblicato sul British Journal of Urology International afferma che gli uomini che, dai 20 ai 30 anni, hanno avuto eiaculazioni più di cinque volte alla settimana possono ridurre di un terzo la probabilità di avere un cancro prostatico
10 – Fa bene al cuore
L’attività sessuale è un’attività fisica a tutti gli effetti, e come tale ha dei benefici effetti sul nostro cuore. Uno studio ha dimostrato che gli uomini che lo fanno almeno due volte la settimana, corrono meno rischi di soffrire di attacchi cardiaci rispetto alla media
Leggi: Esercizi Kegel: il movimento che fa bene al sesso
11 – Addio stress
Una soddisfacente attività sessuale stimola l’armonia all’interno della coppia, inducendo relax e benessere. Non solo: fare l’amore regala anche sonni migliori. Sarà per questo che molte ragazze vedono il proprio partner russare sonoramente al loro fianco dopo essere andati a letto? In questo caso, è bene ricordare anche il contrario: un’attività sessuale non soddisfacente può essere forte causa di stress nella coppia… ma noi vogliamo che sia tutto più bello, giusto?
12 – Aumenta il flusso sanguigno
Durante il sesso il battito cardiaco accelera e di conseguenza il flusso sanguigno favorisce l’ossigenazione dei tessuti e degli organi, favorendo anche l’eliminazione di sostanze tossiche che si depositano nei tessuti
13 – Si bruciano calorie
Abbiamo già detto che il sesso è considerato un esercizio fisico. In media si bruciano circa 200 calorie, più o meno le stesse di una corsa di 15 minuti sul tapis roulant o di una partita concitata a squash. Una persona eccitata conta 70 battiti al minuto a 150, lo stesso di un atleta al suo massimo sforzo. Le contrazioni muscolari durante l’atto sessuale fanno lavorare la pelvi, le cosce, i glutei, le braccia, il collo e il torace. Il sesso aumenta anche la produzione di testosterone, che rende più forti ossa e muscoli. Tre-quattro volte la settimana… siamo a oltre 600 calorie, mica male come supporto alla dieta! Ma attenti a non fare sforzi inutili, esattamente come nello sport
14 – Migliora il senso dell’olfatto
Magari non è in cima alle vostre priorità, ma pare che la prolattina, un ormone prodotto dopo l’attività sessuale, abbia un benefico effetto sul nostro senso dell’olfatto
Leggi: Dimagrire grazie al sesso
15 – Denti migliori
Il liquido seminale contiene zinco, calcio e altri minerali che ritardano il decadimento dei denti… per cui, lasciamo spazio alla fantasia!
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... asesso.htm
Chiedo scusa se mi permetto, ma da questo post e per alcuni a venire vi sottoporrò un discorso che ritengo molto importante e la VERA RAGIONE per la quale noi siamo venuti al mondo:
LA CONTINUAZIONE DELLA NOSTRA SPECIE.
In proposito approfitterò di articoli cui sono venuto in possesso e che ho ritenuto importante far conoscere.
Il primo è questo che tra l'altro recita:
"Nè omo nè etero, bensì asessuale
In un momento storico nel quale si parla spesso di sesso-dipendenza e abuso di sesso virtuale, un individuo che mostra un totale disinteresse nei confronti del sesso fa notizia.
Gli esperti li chiamano asessuali, oppure 'questioning', persone, cioè, che non sanno ancora se sono eterosessuali, omosessuali o bisessuali. Non se lo sono mai chiesto semplicemente perché non sono interessati all’argomento.
Quali sono gli elementi che caratterizzano l’asessualità?
Nessuna attrazione sessuale.
Alcune persone spiegano che aver scoperto di essere asessuali è stato come 'tornare a casa', come capire davvero chi si è.
L’asessualità può essere anche confinata ad un periodo della vita."
RITENGO CHE QUESTO STATO DI COSE NON SIA NORMALE, E CHE QUINDI CERCANDONE LA CAUSA, SONO CERTO CHE QUESTA NON PUO' ESSERE CHE DA CIO' CHE L'INDIVIDUO INGOIA O GLI SI INIETTA NEL CORPO.
MI PERMETTO DI DIRLO, IN QUANTO IL CORPO DI OGNI ESSERE VIVENTE E' FATTO PER AUTOGUARIRSI, COMPRESO L'HOMO SAPIENS.
QUINDI LA CAUSA O E' IL CIBO, PER QUELLO CHE E' AGGIUNTO DI NON NATURALE, OPPURE I VACCINI, I QUALI CONTENGONO CIO' CHE NON E' NATURALE.
Per chi riesce a capirlo, non mi permetto di dare consigli. ma lascio che ognuno tiri le sue conclusioni personali e si comporti di conseguenza.
In poche parole, "a buon intenditor".
Oggi invece parliamo di VIRUS, INFLUENZE, vitamina D (ORMONE), SCIENZA e VACCINI per scoprire quali sono le FALSITA', perchè di questo si tratta e ve lo dimostro chiaramente sotto.
Un bel discorso, vero?
Eppure a metterlo insieme bastano 4 parole (diciamo otto, per chi dopo la terza riga non connette più. Ma se gli succede ha solo da evitare le DROGHE LEGALI: CAFFE', TE', TABACCO, ed allora non avrà più problemi a capire questo discorso. Mi scuso per essermi permesso.)
Ora noi sappiamo riguardo ai VIRUS che:
"Alla fine della sua vita, Pasteur, inventore della teoria dei germi (o teoria patogena), ammise di essersi sbagliato pronunciando sul letto di morte al suo assistente, la celebre frase: “IL TERRENO E' TUTTO, IL MICROBO E' NIENTE”.
Al riguardo ho trovato un articolo veramente interessante che dice:
"Tutti sono pronti a credere che la CIA menta, che il governo menta, che l'FBI menta, che la Casa Bianca menta. MA CHE MENTA L'ISTITUTO DI SANITA', non è possibile, la Sanità è sacra, tutto ciò che esce dagli Istituti Nazionali di Sanità è parola di Dio. Niente fa differenza, nemmeno la storia di come Gallo scoprì il virus, nemmeno il fatto che sia uno scienziato screditato e condannato per truffa. La strategia dell'establishment è sempre la stessa: ignorare. Meglio non rispondere, vuoi vedere che ci si accorge che c'è qualcosa di strano?" Harvey Bialy, microbiologo.
Questo è il pensiero di moltissime persone che fiduciose nelle istituzioni NON CREDONO nella nostra esperienza con le quali ogni giorno mi incontro e che a volte mi rendo conto che sentendo questi discorsi mi prendono per pazzo.
Questo ed altro è su questo link dal titolo "L’incredibile AIDS
Quello che i media non dicono sulla "peste del nuovo millennio" sicuramente da visionare:
http://tinyurl.com/ygn7vq
Quindi possiamo capire che questo articolo dica il giusto:
"La Teoria dell’origine virale delle malattie
di Arthur M. Baker - Estratto da Exposing the Myth of the Germ Theory
a cura del College of Practical Homeopathy, 2005 - Traduzione di Gianluca Freda
http://pensierolaterale.blog.com/
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eetero.htm
Un italiano su otto, cioe' circa tre milioni di maschi adulti, soffre di disfunzione erettile, dovuta spesso a stili di vita sbagliati ma non di rado campanello d'allarme per patologie piu' importanti.
Per informare e sensibilizzare sul tema riparte sabato 18 aprile la Campagna informativa "Torna ad amare senza pensieri", realizzata anche quest'anno dalla Societa' Italiana di Andrologia, con l'obiettivo di diffondere una corretta cultura della prevenzione, diagnosi e trattamento della disfunzione erettile, ribadendo l'importanza di consultare il medico e lo specialista andrologo gia' al primo esordio del sintomo.
La portata della disfunzione erettile, in Italia, non e' infatti da sottovalutare: ne soffrono oltre 3 milioni di uomini, tanti quanti sono i malati di diabete.
Ma grazie alla Campagna "Torna ad amare senza pensieri", gia' 300.000 uomini hanno affrontato questa patologia.
"Un risultato molto positivo - dichiara il professor Vincenzo Gentile, presidente Sia - che ci conferma l'importanza di lavorare sul 'sommerso' di questa malattia che, e' bene ricordare, interessa un maschio adulto su 8 e che puo' essere dovuta a stili e abitudini di vita scorretti, ma anche diventare, come accade nel 77% dei casi, il primo 'campanello d'allarme' per una possibile insorgenza di altre patologie, prime tra tutte le malattie cardiovascolari o il diabete.
Altra evenienza da considerare e' che l'obesita' puo' compromettere nell'uomo la funzionalita' sessuale, per cui la stessa condotta alimentare e' importante.
Ecco perche' pensare di sottovalutare la disfunzione erettile e' sbagliato e, soprattutto, dannoso per la salute maschile".
Per questo, anche quest'anno, l'obiettivo della campagna e' quello di far entrare tempestivamente in contatto i potenziali pazienti con un medico.
"Spesso, pero', questi pazienti sono 'bloccati' - spiega il professor Bruno Giammusso, coordinatore scientifico della campagna - tanto da non riuscire a parlare del proprio problema, ne' al medico di famiglia, ne' allo specialista andrologo. E questo succede perche' il potenziale paziente non e' informato sull'evoluzione della disfunzione erettile.
In presenza di un deficit dell'erezione, l'uomo tende infatti a rinchiudersi in se' stesso, o a cercare soluzioni alternative alla visita medica, perdendo cosi' decisamente del tempo prezioso per arrivare alla soluzione.
Si calcola che ogni potenziale paziente impieghi circa 2 anni a rivolgersi a un medico.
Ecco perche' come Societa' Italiana di Andrologia, anche quest'anno, vogliamo mettere a disposizione di tutti i pazienti la nostra esperienza professionale attraverso strumenti pensati appositamente per loro come il Numero Verde dedicato (800.36.36.77) e il sito Internet della campagna (www.amaresenzapensieri.it).
Strumenti a cui rivolgersi con fiducia, e in forma del tutto anonima, che - come dimostrano gli ottimi risultati ottenuti lo scorso anno - aiutano gli uomini ad abbattere il muro di imbarazzo e di ansie ingiustificate, favorendo il primo, importante, contatto con lo specialista e segnando un primo importante risultato per ritrovare la fiducia in se' stessi e la gioia di tornare a vivere la propria vita sessuale".
Proprio dall'analisi dei dati di accesso al sito della campagna, emerge il profilo del potenziale paziente con disfunzione erettile: di eta' compresa tra i 50 e 60 anni, diplomato, abitante nelle grandi citta' del Lazio, della Sicilia, della Campania e della Lombardia, con una stabile relazione di coppia, ma che non si e' ancora sottoposto a una visita andrologica.
In questi anni hanno contattato il servizio di consulenza in numero crescente anche molti giovani, la cui nota caratteristica e' una sensazione di disorientamento nei confronti del prorpio corpo e della propria sessualità.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ezione.htm

Fare l'amore non è solo qualcosa di piacevole. Almeno una volta nella vita sarà capitato più o meno a tutti di rendersi conto di come l'attività sessuale sia in grado di regalare un senso di benessere generale. Il Sesso ha il potere di farci sentire in pace con noi stessi e di aiutarci a stare meglio. Molto spesso però le donne rinunciano ad una notte di passione nascondendosi dietro al mal di testa (in molti casi si tratta di una scusa bella e buona). Niente di più sbagliato. Molti medici concordano nel dire che il sesso aiuti a scacciare quel fastidioso cerchio alla testa. Studi recenti hanno dimostrato come un aumento del livello di ossitocina, ormone che viene rilasciato durante l'orgasmo, allevino questo tipo di fastidio, oltre che crampi muscolari in genere. E non è tutto.

Il sesso contribuisce anche a ridurre lo stress e questo è il motivo per cui molti uomini dopo l'atto sessuale si addormentano. Da quì scaturisce che chi fà l'amore con regolarità dorme molto meglio durante la notte e durante la giornata ha una marcia in più. Tra i benefici che è in grado di regalare l'attività sessuale c'è anche la maggior ossigenazione del corpo. Cosa non da poco visto che questa ha il potere di renderci più giovani. Durante un rapporto aumenta infatti la frequenza cardiaca ne consegue che il cuore pompa più sangue ed aumenta così il flusso di questo negli organi, cervello compreso. Ma non è tutto.

Indirettamente poi chiunque ha una vita sessuale attiva appagante è portato a mantenersi in forma, a curare il suo aspetto fisico, e prendersi cura del suo corpo. In poche parola è incentivato a prendersi cura di sè ed a stare bene. E a questo contribuisce anche il fatto che ad ogni rapporto sessuale che duri almeno mezz'ora si bruciano 150 calorie, 300 in un'ora. Come se non bastasse l'orgasmo, nonostante sia chiamato "piccola morte", può considerarsi a tutti gli effetti un elisir di giovinezza. Ogni volta che lo si raggiunge infatti aumenta l'ormone Dhea che a sua volta contribuisce a mantenere sano il sistema immunitario. I tessuti, la pelle e che, in generale, funge da antidepressivo. Se a questo aggiungiamo che negli uomini i maggiori livelli di testosterone che si registrano dopo il sesso rinforzano le ossa ed i muscoli e mantengono il cuore sano mentre nelle donne l'aumento di estrogeni le protegge dalle malattie cardiache non resta che dire che sono davvero molti i benefici derivanti dal sesso.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sessoa.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » gio ago 23, 2018 5:10 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... asesso.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

SESSUALITA':3 MILIONI DI ITALIANI SOFFRONO DI DISFUNZIONE ERETTILE
Un italiano su otto, cioe' circa tre milioni di maschi adulti, soffre di disfunzione erettile, dovuta spesso a stili di vita sbagliati ma non di rado campanello d'allarme per patologie piu' importanti.
Per informare e sensibilizzare sul tema riparte sabato 18 aprile la Campagna informativa "Torna ad amare senza pensieri", realizzata anche quest'anno dalla Societa' Italiana di Andrologia, con l'obiettivo di diffondere una corretta cultura della prevenzione, diagnosi e trattamento della disfunzione erettile, ribadendo l'importanza di consultare il medico e lo specialista andrologo gia' al primo esordio del sintomo.
La portata della disfunzione erettile, in Italia, non e' infatti da sottovalutare: ne soffrono oltre 3 milioni di uomini, tanti quanti sono i malati di diabete.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ezione.htm
Chiedo scusa se mi permetto, ma da questo post e per alcuni a venire vi sottoporrò un discorso che ritengo molto importante e la VERA RAGIONE per la quale noi siamo venuti al mondo:
LA CONTINUAZIONE DELLA NOSTRA SPECIE.
In proposito approfitterò di articoli cui sono venuto in possesso e che ho ritenuto importante far conoscere.
Il primo è questo che tra l'altro recita:
"Nè omo nè etero, bensì asessuale
In un momento storico nel quale si parla spesso di sesso-dipendenza e abuso di sesso virtuale, un individuo che mostra un totale disinteresse nei confronti del sesso fa notizia.
Gli esperti li chiamano asessuali, oppure 'questioning', persone, cioè, che non sanno ancora se sono eterosessuali, omosessuali o bisessuali. Non se lo sono mai chiesto semplicemente perché non sono interessati all’argomento.
Quali sono gli elementi che caratterizzano l’asessualità?
Nessuna attrazione sessuale.
Alcune persone spiegano che aver scoperto di essere asessuali è stato come 'tornare a casa', come capire davvero chi si è.
L’asessualità può essere anche confinata ad un periodo della vita."
RITENGO CHE QUESTO STATO DI COSE NON SIA NORMALE, E CHE QUINDI CERCANDONE LA CAUSA, SONO CERTO CHE QUESTA NON PUO' ESSERE CHE DA CIO' CHE L'INDIVIDUO INGOIA O GLI SI INIETTA NEL CORPO.
MI PERMETTO DI DIRLO, IN QUANTO IL CORPO DI OGNI ESSERE VIVENTE E' FATTO PER AUTOGUARIRSI, COMPRESO L'HOMO SAPIENS.
QUINDI LA CAUSA O E' IL CIBO, PER QUELLO CHE E' AGGIUNTO DI NON NATURALE, OPPURE I VACCINI, I QUALI CONTENGONO CIO' CHE NON E' NATURALE.
Per chi riesce a capirlo, non mi permetto di dare consigli. ma lascio che ognuno tiri le sue conclusioni personali e si comporti di conseguenza.
In poche parole, "a buon intenditor".
Oggi invece parliamo di VIRUS, INFLUENZE, vitamina D (ORMONE), SCIENZA e VACCINI per scoprire quali sono le FALSITA', perchè di questo si tratta e ve lo dimostro chiaramente sotto.
Un bel discorso, vero?
Eppure a metterlo insieme bastano 4 parole (diciamo otto, per chi dopo la terza riga non connette più. Ma se gli succede ha solo da evitare le DROGHE LEGALI: CAFFE', TE', TABACCO, ed allora non avrà più problemi a capire questo discorso. Mi scuso per essermi permesso.)
Ora noi sappiamo riguardo ai VIRUS che:
"Alla fine della sua vita, Pasteur, inventore della teoria dei germi (o teoria patogena), ammise di essersi sbagliato pronunciando sul letto di morte al suo assistente, la celebre frase: “IL TERRENO E' TUTTO, IL MICROBO E' NIENTE”.
Al riguardo ho trovato un articolo veramente interessante che dice:
"Tutti sono pronti a credere che la CIA menta, che il governo menta, che l'FBI menta, che la Casa Bianca menta. MA CHE MENTA L'ISTITUTO DI SANITA', non è possibile, la Sanità è sacra, tutto ciò che esce dagli Istituti Nazionali di Sanità è parola di Dio. Niente fa differenza, nemmeno la storia di come Gallo scoprì il virus, nemmeno il fatto che sia uno scienziato screditato e condannato per truffa. La strategia dell'establishment è sempre la stessa: ignorare. Meglio non rispondere, vuoi vedere che ci si accorge che c'è qualcosa di strano?" Harvey Bialy, microbiologo.
Questo è il pensiero di moltissime persone che fiduciose nelle istituzioni NON CREDONO nella nostra esperienza con le quali ogni giorno mi incontro e che a volte mi rendo conto che sentendo questi discorsi mi prendono per pazzo.
Questo ed altro è su questo link dal titolo "L’incredibile AIDS
Quello che i media non dicono sulla "peste del nuovo millennio" sicuramente da visionare:
http://tinyurl.com/ygn7vq
Quindi possiamo capire che questo articolo dica il giusto:
"La Teoria dell’origine virale delle malattie
di Arthur M. Baker - Estratto da Exposing the Myth of the Germ Theory
a cura del College of Practical Homeopathy, 2005 - Traduzione di Gianluca Freda
http://pensierolaterale.blog.com/
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eetero.htm
L'articolo informa che:
Fare l'amore non è solo qualcosa di piacevole. Almeno una volta nella vita sarà capitato più o meno a tutti di rendersi conto di come l'attività sessuale sia in grado di regalare un senso di benessere generale. Il Sesso ha il potere di farci sentire in pace con noi stessi e di aiutarci a stare meglio. Molto spesso però le donne rinunciano ad una notte di passione nascondendosi dietro al mal di testa (in molti casi si tratta di una scusa bella e buona). Niente di più sbagliato. Molti medici concordano nel dire che il sesso aiuti a scacciare quel fastidioso cerchio alla testa. Studi recenti hanno dimostrato come un aumento del livello di ossitocina, ormone che viene rilasciato durante l'orgasmo, allevino questo tipo di fastidio, oltre che crampi muscolari in genere. E non è tutto.
Il sesso contribuisce anche a ridurre lo stress e questo è il motivo per cui molti uomini dopo l'atto sessuale si addormentano. Da quì scaturisce che chi fà l'amore con regolarità dorme molto meglio durante la notte e durante la giornata ha una marcia in più. Tra i benefici che è in grado di regalare l'attività sessuale c'è anche la maggior ossigenazione del corpo. Cosa non da poco visto che questa ha il potere di renderci più giovani. Durante un rapporto aumenta infatti la frequenza cardiaca ne consegue che il cuore pompa più sangue ed aumenta così il flusso di questo negli organi, cervello compreso. Ma non è tutto.
Indirettamente poi chiunque ha una vita sessuale attiva appagante è portato a mantenersi in forma, a curare il suo aspetto fisico, e prendersi cura del suo corpo. In poche parola è incentivato a prendersi cura di sè ed a stare bene. E a questo contribuisce anche il fatto che ad ogni rapporto sessuale che duri almeno mezz'ora si bruciano 150 calorie, 300 in un'ora. Come se non bastasse l'orgasmo, nonostante sia chiamato "piccola morte", può considerarsi a tutti gli effetti un elisir di giovinezza. Ogni volta che lo si raggiunge infatti aumenta l'ormone Dhea che a sua volta contribuisce a mantenere sano il sistema immunitario. I tessuti, la pelle e che, in generale, funge da antidepressivo. Se a questo aggiungiamo che negli uomini i maggiori livelli di testosterone che si registrano dopo il sesso rinforzano le ossa ed i muscoli e mantengono il cuore sano mentre nelle donne l'aumento di estrogeni le protegge dalle malattie cardiache non resta che dire che sono davvero molti i benefici derivanti dal sesso.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sessoa.htm

Ecco un motivo in più per intensificare ulteriormente la vostra attività sessuale.
Gli esperti sostengono che fà bene alla salute.
Ecco i benefici apportati da una regolare e sana attività sessuale.

Se state cercando un modo per intensificare la vostra attività sessuale, ecco ben 15 motivi che spiegano gli aspetti benefici di un rapporto sano e regolare. Se lo dicono gli esperti…
1 – Tasso di mortalità dimezzato

Su salute e frequenza dei rapporti, la Queens University di Belfast ha seguito uno studio durato dieci anni: i protagonisti sono circa mille uomini di mezza età. Nel 1997, il British Medical Journal indica che gli uomini con la più alta frequenza di orgasmi ha un tasso di mortalità dimezzato
2 – Umore migliore

Nelle donne una regolare attività sessuale stimola il rilascio dell’ormone chiamato ”ossitocina”. Questa sostanza non solo stimola in senso positivo l’umore delle donne, ma ha un effetto antistress e favorisce la socializzazione. E a pensarci bene, quando vediamo una donna perennemente aggressiva e poco propensa alla dolcezza, comunemente in maniera del tutto spontanea tendiamo a dire: ”Chissà da quando non fa l’amore!” Scherzi a parte, c’è di più: secondo uno studio del 2002 condotto dallo psicologo americano Gordon Gallup su 293 donne, il sesso allevierebbe la depressione
3 – Pelle più bella

Fare l’amore stimola nelle donne il rilascio di estrogeni che hanno un effetto benefico su pelle e capelli. La sudorazione che in alcuni casi viene prodotta durante l’atto sessuale, purifica i pori rendendo la pelle ancora più pulita e libera da imperfezioni
4 – Combatte il mal di testa

Immediatamente prima dell’orgasmo, i livelli dell’ormone ossitocina aumentano di circa cinque volte rispetto al loro livello normale. Questo promuove il rilascio di endorfine che alleviano il dolore: dal mal di testa all’artrite. Per questo l’ossitocina ha un effetto antidolorifico, e lo dimostra il fatto che quando i livelli di ossitocina aumentano scompaiono mal di testa e i dolori più generalizzati. Così la prossima volta ci penserete due volte prima di dire… ”Stasera no, ho mal di testa”
Leggi: Il sesso rende più felici e generosi. Anche il giorno dopo
5 – Meno raffreddori e influenza

La Wilkes University in Pennsylvania ha dimostrato che gli individui che fanno sesso da una a due volte la settimana hanno il 30% in più di anticorpi chiamati “immunoglobulina A”. Questi stimolano il sistema immunitario.
6 – Rinforza ossa, muscoli e sistema immunitario

Negli uomini il sesso aiuta a rinforzare ossa, muscoli, e il sistema immunitario. Tutto merito del celebre ormone maschile, il testosterone, i cui livelli aumentano durante l’attività sessuale
7 – Libera i feromoni,

I feromoni sono sostanze volatini rilasciate nell’aria dalla donna che attirano l’uomo. La stessa cosa succede nella sudorazione dell’uomo. Proprio come succede tra gli animali. Avere un’attività sessuale più frequente significa liberare più ferormoni. Insomma, più sesso, fai più occasioni ti capiteranno…
8 – Si vive più a lungo

Per sentirsi giovani basta poco. Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che una regolare attività sessuale contrasta il processo di invecchiamento
9 – E’ amico della prostata

Per produrre liquido seminale la prostata e i condotti seminali prendono sostanze dal sangue come zinco, acido citrico e potassio, che si concentrano in misura di 600 volte il normale. Qualsiasi carcinogeno presente nel sangue sarà parimenti concentrato. Un sesso regolare potrebbe agire evitando questa concentrazione. Un recente studio pubblicato sul British Journal of Urology International afferma che gli uomini che, dai 20 ai 30 anni, hanno avuto eiaculazioni più di cinque volte alla settimana possono ridurre di un terzo la probabilità di avere un cancro prostatico
10 – Fa bene al cuore

L’attività sessuale è un’attività fisica a tutti gli effetti, e come tale ha dei benefici effetti sul nostro cuore. Uno studio ha dimostrato che gli uomini che lo fanno almeno due volte la settimana, corrono meno rischi di soffrire di attacchi cardiaci rispetto alla media
Leggi: Esercizi Kegel: il movimento che fa bene al sesso
11 – Addio stress

Una soddisfacente attività sessuale stimola l’armonia all’interno della coppia, inducendo relax e benessere. Non solo: fare l’amore regala anche sonni migliori. Sarà per questo che molte ragazze vedono il proprio partner russare sonoramente al loro fianco dopo essere andati a letto? In questo caso, è bene ricordare anche il contrario: un’attività sessuale non soddisfacente può essere forte causa di stress nella coppia… ma noi vogliamo che sia tutto più bello, giusto?
12 – Aumenta il flusso sanguigno

Durante il sesso il battito cardiaco accelera e di conseguenza il flusso sanguigno favorisce l’ossigenazione dei tessuti e degli organi, favorendo anche l’eliminazione di sostanze tossiche che si depositano nei tessuti
13 – Si bruciano calorie

Abbiamo già detto che il sesso è considerato un esercizio fisico. In media si bruciano circa 200 calorie, più o meno le stesse di una corsa di 15 minuti sul tapis roulant o di una partita concitata a squash. Una persona eccitata conta 70 battiti al minuto a 150, lo stesso di un atleta al suo massimo sforzo. Le contrazioni muscolari durante l’atto sessuale fanno lavorare la pelvi, le cosce, i glutei, le braccia, il collo e il torace. Il sesso aumenta anche la produzione di testosterone, che rende più forti ossa e muscoli. Tre-quattro volte la settimana… siamo a oltre 600 calorie, mica male come supporto alla dieta! Ma attenti a non fare sforzi inutili, esattamente come nello sport
14 – Migliora il senso dell’olfatto

Magari non è in cima alle vostre priorità, ma pare che la prolattina, un ormone prodotto dopo l’attività sessuale, abbia un benefico effetto sul nostro senso dell’olfatto
Leggi: Dimagrire grazie al sesso
15 – Denti migliori

Il liquido seminale contiene zinco, calcio e altri minerali che ritardano il decadimento dei denti… per cui, lasciamo spazio alla fantasia!
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... asesso.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » sab ago 25, 2018 4:15 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... opia18.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Sono trascorsi 17 mesi dall'intervento subito per l'asportazione di un tumore al colon, dato che mesi addietro continuavo ad avere un dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia, fatti gli esami sotto descritti in data 6/04/2018 l'esame del sangue delle
V.E.S. valore 4 con valore di riferimento <= 20
PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 con valore di riferimento < 1.0
e l'esame delle feci in data 12/05/2018 per la
CALPROTECTINA FECALE valore 69 con valore di riferimento <50
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eves18.htm

col mio medico di base abbiamo tirato le conclusioni che i valori della PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 e della
CALPROTECTINA FECALE valore 69
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... siti18.htm

erano un chiaro segnale di una infezione intestinale.
Quindi prenotato una colonscopia eseguita in data 24 luglio 2018 con esito:
"REFERTO
Introduzione fino al cieco.
In discendente prossimale micropolipo semipeducnolato diam. 2 mm. asportato con pinza(posizionata prudenzialmente clip metallica)
Anastomosi regolare. Rari diverticoli perianastomotici.

Pulizia intestinale sufficiente.
CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE:
MICROPOLIPO DEL DISCENDENTE

Ritirato l'esame istologico del micropolipo semipeducnolato colon discendente diam. 2 mm. eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
LEMBI DI MUCOSA DEL GROSSO INTESTINO CON IPERPLASIA DELLE CRIPTE.



Con gli esiti degli esami di colonscopia sopra riportati, possiamo quindi concludere senza ombra di dubbio, che NON VI SONO TUMORI IN ATTO, ma non solo, possiamo concludere anche che il dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia che sentivo a quel tempo, poteva essere causato solamente dalle rimanenti ADERENZE. Infatti, col passare del tempo, questo dolore è sempre più raro e stà scomparendo come stà scomparendo una ernia che avevo sul fondo del colon destro in prossimità della appendice che mi è stata levata nel 1957. E' comprensibile che questa ernia mi sia venuta mancando del colon sinistro, e che quindi la causa sia la stomia, poichè questa essendo inserita in alto e il punto più basso era il punto della appendicite, questa parte di intestino doveva sopportare il peso delle feci.
Possiamo anche concludere che, nonostante le mancate CHEMIO o RADIO, e senza l'uso di alcun "principio attivo", il mio corpo si stà AUTOGUARENDO ALLA GRANDE, poichè fornisco con costanza ciò di cui lui ha bisogno, usando il cervello quel tanto necessario per EVITARE CIBI DEGLI SCAFFALI sostituendoli con i CIBI NATURALI, ed ingoiando costantemente gli "ALIMENTI ESSENZIALI", primi tra questi l'ACIDO ASCORBICO, il cloruro di magnesio e la vitamina D.
Riporto ora la colonscopia precedente in data 29/07/2017, prima della RICANALIZZAZIONE:
REFERTO
Esame condotto attraverso la stomia cutanea con esplorazione del colon fini alla valvola ileo clecale. Nel colon ascendente medio si osserva formazione poliposa sessile di circa 5 mm. di diam. che viene rimossa previa infiltrazione sottomucosa con fisiologica con ansa dietermica. Posizionata clips metallica sulla base. I restanti segmenti esaminati del colon ascendente distale e del traverso e discendente prossimale presentano parete elastica, mucosa rosea, reticolo vascolare normorappresentato. Stomia regolare.
L'esame è stato completato con esplorazione del retto con introduzione attraverso ano naturale con riscontro di regolare aspetto edoscopico. Presenza di feci formate in ampolla rettale.
CONCLUSIONE DIAGNOSTICHE
Polipectomia di formazione poliposa (0-1b) del colon ascendente medio.



mentre ritirato l'esame istologico del segmento di grosso intestino della lunghezza di cm.5, eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
A):- STOMIA ETERO CUTANEA.
B):- SEGMENTO DI GROSSO INTESTINO CON ASPETTI RIPARATIVI A PREGRESSO INTERVENTO CHIRURGICO.



Per chi volesse approfondire sui 4 (quattro) interventi subiti nel giro di un anno all'età di 76-77 anni, prima con due laparoscopie onde eliminare le cisti ai reni, con una infezione causata da un punto metallico dimenticato dalloperatore, poi sia per l'intervento del tumore al colon che per la RICANALIZZAZIONE rilevandone così le relative documentazioni allegate, eccone i link necessari:
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 219526697/
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oggi 18 giugno, è una settimana che siamo a Rimini.
Abbiamo preso tanto sole spalmandoci l'ACIDO ASCORBICO ed il CLORURO DI MAGNESIO sulla pelle, diventando abbronzati senza bruciarci, anche se lunedì scorso si è rischiato grosso in merito..
Questa mattina ho voluto provare a fare le scale dell'albergo per misurare la mia salute.
Eccola con questo video, lasco a voi le conclusioni.
Mi permetto di ricordare a chi mi legge che dal 23 marzo 2016 al 19 luglio 2017 a 76 anni, grazie alla droghe CAFFEINA e NICOTINA (gli errori di gioventù di cui ritengo che in una CIVILTA' che si rispetti, gli individui dovrebbero essere informati), i primi due interventi di laparoscopia per l'asportazione di 4 cisti. Una al rene sinistro di 1.2 litri di acqua la prima prima, mentre il secondo per l'asportazione delle altre 3 cisti sempre di acqua con un contenuto molto maggiore.
Abbiamo assoluta certezza che nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute.
Abbiamo quindi assoluta certezza che per evitare la ESTINZIONE essi si AUTOGUARISCONO.
Quindi TUTTI gli esseri viventi hanno la possibilità di curarsi dalle eventuali malattie, anche l'Homo Sapiens.
Questo lo dimostra apertamente anche la chirurgia, parte della medicina.
Difatti dopo un intervento di appendicite, trascorso il tempo necessario di osservazione, la persona viene dimessa senza alcuna terapia del caso.
Questo perchè anche la medicina sfrutta questa AUTOGUARIGIONE lasciando che siano i CIBI a provvedere..
Personalmente ne sono una prova vivente, poichè dal 23 marzo 2016, primo intervento di laparoscopia,
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nistra.htm
il 5 luglio 2016, secondo intervento di laparoscopia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... destra.htm

Però l'incidente di percorso, la dimenticanza di un punto metallico come sutura di un foro eseguito nella pancia per l'intervento di laproscopia, mi ha causato una infezione terribile, in quanto i primi segnali di questa infezione li ho avuti solo 28 giorni dopo questo secondo intervento. Niente febbre o dolore se non con l'uscita di pus dalla ferita che ritardava a chiudersi il giorno 2 agosto 2016 causato da diversi piegamenti nell'orto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ticato.htm

Il terzo intervento, questa volta a cielo aperto, è stato fatto in seguito ad un blocco intestinale il 25 marzo 2017, durante il quale mi è stato tolto un tumore al colon.
Come da documento sono stato dimesso in data 7 aprile 2017, con colostomia autonoma ed una unica terapia:
NESSUNA
solo gli "ALIMENTI ESSENZIALI" come da anni.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcolon.htm
Come già detto e provato con i vari documenti,NON HO SEGUITO ALCUNA CURA della medicina ufficiale e neppure delle medicine alternative.
Quindi NON HO INGOIATO alcun "principio attivo" se non gli "ALIMENTI ESSENZIALI" tra i quali i principali l'ACIDO ASCORBICO, il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D3, naturalmente ingoiando i CIBI NATURALI evitando i cibi degli scaffali.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

Sopra si è trovata la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono

I polipi sono escrescenze anomale che crescono dal rivestimento dell'intestino crasso (colon o retto) e sporgono nel canale intestinale (lume). Alcuni polipi sono piatti (sessili), altri hanno un gambo (peduncolati). I polipi sono una delle condizioni più comuni che colpiscono il colon e il retto, si verificano in una percentuale che varia dal 15 al 20 % della popolazione adulta. Essi possono trovarsi lungo l'intestino crasso o il retto, ma sono più comuni nel colon sinistro, nel sigma, e nel retto.

Relazione tra polipi e cancro del colon-retto

Anche se la maggior parte dei polipi sono benigni, è stata verificata la relazione tra alcuni polipi e il cancro. La maggior parte dei tumori del colon-retto deriva infatti dalla trasformazione in senso maligno di polipi benigni. Non tutti i polipi, però, sono a rischio di malignità. Ve ne sono infatti tre diversi tipi: i cosiddetti polipi iperplastici (cioè caratterizzati da una mucosa a rapida proliferazione), amartomatosi (detti anche polipi giovanili e polipi di Peutz-Jeghers) e adenomatosi. Solo questi ultimi costituiscono lesioni precancerose e di essi solo una piccola percentuale si trasforma in neoplasia maligna. La probabilità che un polipo del colon evolva verso una forma invasiva di cancro dipende dalla dimensione del polipo stesso: e minima (inferiore al 2 per cento) per dimensioni inferiori a 1,5 cm, intermedia (2-10 per cento) per dimensioni di 1,5-2,5 cm e significativa (10 per cento) per dimensioni maggiori di 2,5 cm.

Sintomi

La maggior parte dei polipi non producono sintomi e spesso vengono individuati accidentalmente durante l’endoscopia o un esame radiologico dell'intestino. Solo nel 5 per cento dei casi possono dar luogo a piccole perdite di sangue rilevabili con un esame delle feci per la ricerca del cosiddetto "sangue occulto". I campanelli d'allarme a cui prestare attenzione sono in sostanza due: il primo è un cambiamento significativo e senza apparente motivo delle proprie abitudini intestinali, che si prolunga per qualche settimana: per esempio una persona abitualmente regolare d'intestino non si libera per diversi giorni, oppure una persona che tende alla stitichezza va incontro a evacuazioni ricorrenti. Il secondo è che venga riscontrata la presenza nelle feci di sangue o di muco.

Esami diagnostici:

- Ricerca di sangue occulto nelle feci (controllo delle feci per il sangue microscopico): permette di rilevare una perdita ematica occulta e per lo più cronica, dovuta alla presenza di polipi o carcinoma. Anche se è un test importante per i disturbi del colon e del retto, bisogna tener presente che un test negativo NON esclude la presenza di polipi.
- Esplorazione digitale rettale: è il primo esame da eseguire in caso di presenza di sangue nelle feci, permette di rilevare la presenza di escrescenze a livello del retto.
- Clisma opacoa doppio contrasto: è una radiografia dell’intestino, previa introduzione di una miscela di aria e bario tramite clistere. Il bario funge da mezzo di contrasto che vernicia le pareti interne del colon mentre l’aria serve a tener dilatato il lume del viscere. Utilissimo nei casi in cui la colonscopia non sia praticabile. Non è tuttavia una vera alternativa poiché non consente di individuare polipi piccoli (inferiori ai 2 cm), nè di effettuare prelievi bioptici.
- TC-colonscopia virtuale: consiste in un esame TC-addome con mezzo di contrasto endovenoso e aria insufflata mediante clistere, che, per mezzo di una ricostruzione computerizzata del lume intestinale, consente di individuare “navigare” virtualmente nel viscere e di individuare così la presenza di polipi in maniera più accurata rispetto ad altri esami radiologici. Non consente tuttavia di effettuare plelievi bioptici. - Endoscopia colorettale: ve ne sono tre tipi: (1) rettoscopia rigida, (2) retto-sigmoidoscopia flessibile e (3) colonscopia. La rettoscopia rigida consente l'esame degli otto-dieci centimetri più bassi dell'intestino crasso. In retto-sigmoidoscopia flessibile, viene esaminata una parte di colon che va da un quarto a un terzo inferiore. Né la sigmoidoscopia flessibile né la rettoscopia rigida necessitano di farmaci e possono essere eseguite in regime ambulatoriale. La colonscopia utilizza uno strumento flessibile a fibre ottiche e consente di solito l’ispezione di tutto il colon. Rappresenta l’esame diagnostico più accurato e completo. Una preparazione intestinale è necessaria, ed è talvolta usata la sedazione (profonda o cosciente, in respiro spontaneo). La scoperta di un polipo richiede un’ispezione completa del colon mediante colonscopia, poiché almeno il 30% di questi pazienti ha altri polipi. La colonscopia consente inoltre la rimozione di questi polipi che verranno poi inviati per esame istologico (al microscopio).

Trattamento

Poiché non vi è un modo infallibile di prevedere se un polipo è o diventerà maligno, è consigliata la rimozione totale di tutti i polipi. La stragrande maggioranza dei polipi possono essere rimossi mediante un’ansa metallica elettrificata passata attraverso lo strumento o mediante una pinza metallica (polipectomia endoscopica). La maggior parte degli esami del colon con il colonscopio flessibile, tra cui la rimozione del polipo, può essere eseguita su base ambulatoriale con il minimo disagio. Polipi di grandi dimensioni possono richiedere più di un trattamento per la rimozione completa. Alcuni polipi non possono essere rimossi mediante trattamento endoscopico per la loro dimensione o posizione, in questi casi è richiesto l’intervento chirurgico.

Follow-up

Una volta che un polipo viene completamente rimosso, la sua ricorrenza è molto insolita. Tuttavia gli stessi fattori che hanno causato la formazione del polipo sono ancora presenti. Nuovi polipi si svilupperanno in almeno il 30% delle persone che hanno già avuto polipi. I pazienti devono effettuare regolarmente gli esami da un medico specializzato nella cura delle malattie del colon e del retto.

Altra pagina recita:
"Come già detto in altro post, sopra si è trovata la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono i polipi iperplastici e quali sono le caratteristiche di tali formazioni intestinali.

Torniamo oggi a parlare dei polipi intestinali, con particolare riferimento ai polipi iperplastici. Per comprendere pienamente di cosa si tratti, e capire perché non occorra allarmarsi, compiamo tuttavia una breve introduzione nei polipi dell’intestino, piccoli rilievi che compaiono sulla mucosa intestinale (principalmente nella zona del colon, e in quella del retto), e che nella maggior parte dei casi – è i polipi iperplastici sono tra di essi – hanno una formazione di natura benigna che non ha possibilità di trasformarsi in patologie gravi.

Quanto sopra non deve tuttavia lasciar intendere che i polipi possano essere trascurati: con il passare del tempo, infatti, alcune particolari categorie di polipi – ma, premettiamolo, difficilmente tra di essi potranno essere annoverati quelli iperplastici – possono tramutarsi in forme maligne. È per questo motivo che a volte si rende necessaria l’asportazione di tali neoformazioni.

Introdotto ciò, è anche bene non riporre troppi allarmismi: se infatti è vero che in quote minoritarie i polipi possono sfociare in qualcosa di peggiore, è anche vero che più di 4 adulti over 60 su 10 presentano dei polipi adenomatosi, in stato precanceroso. E dunque, al fine di tenere sotto controllo il proprio quadro, sarebbe opportuno procedere a un esame diagnostico di natura colonscopica intorno ai 50 – 55 anni di età anagrafica, attraverso una radiografia con mezzo di contrasto, o mediante colonscopia “tradizionale”.

Polipi iperplastici

Non solo: qualora in famiglia si dovessero riscontrare delle fattispecie cancerose al colon, tra i parenti di primo grado è consigliabile procedere a uno screening in età ancora più precoce (alcuni medici consigliano in tal senso un esame già a partire dai 30 – 35 anni). Il lato positivo della medaglia è il fatto che le malattie tumorali al colon retto hanno una evoluzione piuttosto lenta nel loro passaggio da polipi adenomatosi a vere e proprie forme di tumore: considerato che tale evoluzione impiega circa 10 anni, per potersi ritenere sufficientemente al sicuro sarà sufficiente ripetere l’esame ogni 5 anni. Naturalmente, i tempi andranno accorciati nell’ipotesi in cui durante gli esami si riscontrino dei polipi adenomatosi tali da rendere necessaria la loro asportazione.

A questo punto risulta essere molto più chiaro comprendere cosa siano i polipi iperplastici: si tratta di una delle ordinarie classificazione dei polipi, di natura benigna, senza particolari pericoli di evoluzione neoplastica.

Generalmente i polipi iperplastici sono di natura asintomatica. Dunque, molte persone potrebbero convivere con i polipi senza mai saperlo o, meglio, scoprendolo solo quando i polipi si sono evoluti in forme maligne, e iniziano a produrre seri danni al proprio organismo. A volte invece i polipi possono manifestarsi attraverso sintomi abbastanza tipici come la diarrea mucosa o perdite di sangue dal retto. Molto dipenderà, come intuibile, dalle dimensioni e dalle caratteristiche del polipo.

Per saperne di più, e per comprendere se sia effettivamente o meno il caso di procedere alla rimozione dei polipi, vi consigliamo naturalmente di ricorrere alla consulenza del vostro medico di famiglia, che attraverso esami e analisi dei sintomi potrà procedere a una diagnosi accurata, e consigliare dunque la migliore terapia per ritrovare un pieno benessere.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inalia.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... opia18.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » dom set 09, 2018 8:01 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tinali.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Sotto si trova la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono

I polipi sono escrescenze anomale che crescono dal rivestimento dell'intestino crasso (colon o retto) e sporgono nel canale intestinale (lume). Alcuni polipi sono piatti (sessili), altri hanno un gambo (peduncolati). I polipi sono una delle condizioni più comuni che colpiscono il colon e il retto, si verificano in una percentuale che varia dal 15 al 20 % della popolazione adulta. Essi possono trovarsi lungo l'intestino crasso o il retto, ma sono più comuni nel colon sinistro, nel sigma, e nel retto.

Relazione tra polipi e cancro del colon-retto

Anche se la maggior parte dei polipi sono benigni, è stata verificata la relazione tra alcuni polipi e il cancro. La maggior parte dei tumori del colon-retto deriva infatti dalla trasformazione in senso maligno di polipi benigni. Non tutti i polipi, però, sono a rischio di malignità. Ve ne sono infatti tre diversi tipi: i cosiddetti polipi iperplastici (cioè caratterizzati da una mucosa a rapida proliferazione), amartomatosi (detti anche polipi giovanili e polipi di Peutz-Jeghers) e adenomatosi. Solo questi ultimi costituiscono lesioni precancerose e di essi solo una piccola percentuale si trasforma in neoplasia maligna. La probabilità che un polipo del colon evolva verso una forma invasiva di cancro dipende dalla dimensione del polipo stesso: e minima (inferiore al 2 per cento) per dimensioni inferiori a 1,5 cm, intermedia (2-10 per cento) per dimensioni di 1,5-2,5 cm e significativa (10 per cento) per dimensioni maggiori di 2,5 cm.

Sintomi

La maggior parte dei polipi non producono sintomi e spesso vengono individuati accidentalmente durante l’endoscopia o un esame radiologico dell'intestino. Solo nel 5 per cento dei casi possono dar luogo a piccole perdite di sangue rilevabili con un esame delle feci per la ricerca del cosiddetto "sangue occulto". I campanelli d'allarme a cui prestare attenzione sono in sostanza due: il primo è un cambiamento significativo e senza apparente motivo delle proprie abitudini intestinali, che si prolunga per qualche settimana: per esempio una persona abitualmente regolare d'intestino non si libera per diversi giorni, oppure una persona che tende alla stitichezza va incontro a evacuazioni ricorrenti. Il secondo è che venga riscontrata la presenza nelle feci di sangue o di muco.

Esami diagnostici:

- Ricerca di sangue occulto nelle feci (controllo delle feci per il sangue microscopico): permette di rilevare una perdita ematica occulta e per lo più cronica, dovuta alla presenza di polipi o carcinoma. Anche se è un test importante per i disturbi del colon e del retto, bisogna tener presente che un test negativo NON esclude la presenza di polipi.
- Esplorazione digitale rettale: è il primo esame da eseguire in caso di presenza di sangue nelle feci, permette di rilevare la presenza di escrescenze a livello del retto.
- Clisma opacoa doppio contrasto: è una radiografia dell’intestino, previa introduzione di una miscela di aria e bario tramite clistere. Il bario funge da mezzo di contrasto che vernicia le pareti interne del colon mentre l’aria serve a tener dilatato il lume del viscere. Utilissimo nei casi in cui la colonscopia non sia praticabile. Non è tuttavia una vera alternativa poiché non consente di individuare polipi piccoli (inferiori ai 2 cm), nè di effettuare prelievi bioptici.
- TC-colonscopia virtuale: consiste in un esame TC-addome con mezzo di contrasto endovenoso e aria insufflata mediante clistere, che, per mezzo di una ricostruzione computerizzata del lume intestinale, consente di individuare “navigare” virtualmente nel viscere e di individuare così la presenza di polipi in maniera più accurata rispetto ad altri esami radiologici. Non consente tuttavia di effettuare plelievi bioptici. - Endoscopia colorettale: ve ne sono tre tipi: (1) rettoscopia rigida, (2) retto-sigmoidoscopia flessibile e (3) colonscopia. La rettoscopia rigida consente l'esame degli otto-dieci centimetri più bassi dell'intestino crasso. In retto-sigmoidoscopia flessibile, viene esaminata una parte di colon che va da un quarto a un terzo inferiore. Né la sigmoidoscopia flessibile né la rettoscopia rigida necessitano di farmaci e possono essere eseguite in regime ambulatoriale. La colonscopia utilizza uno strumento flessibile a fibre ottiche e consente di solito l’ispezione di tutto il colon. Rappresenta l’esame diagnostico più accurato e completo. Una preparazione intestinale è necessaria, ed è talvolta usata la sedazione (profonda o cosciente, in respiro spontaneo). La scoperta di un polipo richiede un’ispezione completa del colon mediante colonscopia, poiché almeno il 30% di questi pazienti ha altri polipi. La colonscopia consente inoltre la rimozione di questi polipi che verranno poi inviati per esame istologico (al microscopio).

Trattamento

Poiché non vi è un modo infallibile di prevedere se un polipo è o diventerà maligno, è consigliata la rimozione totale di tutti i polipi. La stragrande maggioranza dei polipi possono essere rimossi mediante un’ansa metallica elettrificata passata attraverso lo strumento o mediante una pinza metallica (polipectomia endoscopica). La maggior parte degli esami del colon con il colonscopio flessibile, tra cui la rimozione del polipo, può essere eseguita su base ambulatoriale con il minimo disagio. Polipi di grandi dimensioni possono richiedere più di un trattamento per la rimozione completa. Alcuni polipi non possono essere rimossi mediante trattamento endoscopico per la loro dimensione o posizione, in questi casi è richiesto l’intervento chirurgico.

Follow-up

Una volta che un polipo viene completamente rimosso, la sua ricorrenza è molto insolita. Tuttavia gli stessi fattori che hanno causato la formazione del polipo sono ancora presenti. Nuovi polipi si svilupperanno in almeno il 30% delle persone che hanno già avuto polipi. I pazienti devono effettuare regolarmente gli esami da un medico specializzato nella cura delle malattie del colon e del retto.

Altra pagina recita:
"Come già detto in altro post, sotto si trova la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono i polipi iperplastici e quali sono le caratteristiche di tali formazioni intestinali.

Torniamo oggi a parlare dei polipi intestinali, con particolare riferimento ai polipi iperplastici. Per comprendere pienamente di cosa si tratti, e capire perché non occorra allarmarsi, compiamo tuttavia una breve introduzione nei polipi dell’intestino, piccoli rilievi che compaiono sulla mucosa intestinale (principalmente nella zona del colon, e in quella del retto), e che nella maggior parte dei casi – è i polipi iperplastici sono tra di essi – hanno una formazione di natura benigna che non ha possibilità di trasformarsi in patologie gravi.

Quanto sopra non deve tuttavia lasciar intendere che i polipi possano essere trascurati: con il passare del tempo, infatti, alcune particolari categorie di polipi – ma, premettiamolo, difficilmente tra di essi potranno essere annoverati quelli iperplastici – possono tramutarsi in forme maligne. È per questo motivo che a volte si rende necessaria l’asportazione di tali neoformazioni.

Introdotto ciò, è anche bene non riporre troppi allarmismi: se infatti è vero che in quote minoritarie i polipi possono sfociare in qualcosa di peggiore, è anche vero che più di 4 adulti over 60 su 10 presentano dei polipi adenomatosi, in stato precanceroso. E dunque, al fine di tenere sotto controllo il proprio quadro, sarebbe opportuno procedere a un esame diagnostico di natura colonscopica intorno ai 50 – 55 anni di età anagrafica, attraverso una radiografia con mezzo di contrasto, o mediante colonscopia “tradizionale”.

Polipi iperplastici

Non solo: qualora in famiglia si dovessero riscontrare delle fattispecie cancerose al colon, tra i parenti di primo grado è consigliabile procedere a uno screening in età ancora più precoce (alcuni medici consigliano in tal senso un esame già a partire dai 30 – 35 anni). Il lato positivo della medaglia è il fatto che le malattie tumorali al colon retto hanno una evoluzione piuttosto lenta nel loro passaggio da polipi adenomatosi a vere e proprie forme di tumore: considerato che tale evoluzione impiega circa 10 anni, per potersi ritenere sufficientemente al sicuro sarà sufficiente ripetere l’esame ogni 5 anni. Naturalmente, i tempi andranno accorciati nell’ipotesi in cui durante gli esami si riscontrino dei polipi adenomatosi tali da rendere necessaria la loro asportazione.

A questo punto risulta essere molto più chiaro comprendere cosa siano i polipi iperplastici: si tratta di una delle ordinarie classificazione dei polipi, di natura benigna, senza particolari pericoli di evoluzione neoplastica.

Generalmente i polipi iperplastici sono di natura asintomatica. Dunque, molte persone potrebbero convivere con i polipi senza mai saperlo o, meglio, scoprendolo solo quando i polipi si sono evoluti in forme maligne, e iniziano a produrre seri danni al proprio organismo. A volte invece i polipi possono manifestarsi attraverso sintomi abbastanza tipici come la diarrea mucosa o perdite di sangue dal retto. Molto dipenderà, come intuibile, dalle dimensioni e dalle caratteristiche del polipo.

Per saperne di più, e per comprendere se sia effettivamente o meno il caso di procedere alla rimozione dei polipi, vi consigliamo naturalmente di ricorrere alla consulenza del vostro medico di famiglia, che attraverso esami e analisi dei sintomi potrà procedere a una diagnosi accurata, e consigliare dunque la migliore terapia per ritrovare un pieno benessere.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inalia.htm

Sono trascorsi 17 mesi dall'intervento subito per l'asportazione di un tumore al colon, dato che mesi addietro continuavo ad avere un dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia, fatti gli esami sotto descritti in data 6/04/2018 l'esame del sangue delle
V.E.S. valore 4 con valore di riferimento <= 20
PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 con valore di riferimento < 1.0
e l'esame delle feci in data 12/05/2018 per la
CALPROTECTINA FECALE valore 69 con valore di riferimento <50
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eves18.htm

col mio medico di base abbiamo tirato le conclusioni che i valori della PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 e della
CALPROTECTINA FECALE valore 69
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... siti18.htm

erano un chiaro segnale di una infezione intestinale.
Quindi prenotato una colonscopia eseguita in data 24 luglio 2018 con esito:
"REFERTO
Introduzione fino al cieco.
In discendente prossimale micropolipo semipeducnolato diam. 2 mm. asportato con pinza(posizionata prudenzialmente clip metallica)
Anastomosi regolare. Rari diverticoli perianastomotici.

Pulizia intestinale sufficiente.
CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE:
MICROPOLIPO DEL DISCENDENTE

Ritirato l'esame istologico del micropolipo semipeducnolato colon discendente diam. 2 mm. eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
LEMBI DI MUCOSA DEL GROSSO INTESTINO CON IPERPLASIA DELLE CRIPTE.



Con gli esiti degli esami di colonscopia sopra riportati, possiamo quindi concludere senza ombra di dubbio, che NON VI SONO TUMORI IN ATTO, ma non solo, possiamo concludere anche che il dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia che sentivo a quel tempo, poteva essere causato solamente dalle rimanenti ADERENZE. Infatti, col passare del tempo, questo dolore è sempre più raro e stà scomparendo come stà scomparendo una ernia che avevo sul fondo del colon destro in prossimità della appendice che mi è stata levata nel 1957. E' comprensibile che questa ernia mi sia venuta mancando del colon sinistro, e che quindi la causa sia la stomia, poichè questa essendo inserita in alto e il punto più basso era il punto della appendicite, questa parte di intestino doveva sopportare il peso delle feci.
Possiamo anche concludere che, nonostante le mancate CHEMIO o RADIO, e senza l'uso di alcun "principio attivo", il mio corpo si stà AUTOGUARENDO ALLA GRANDE, poichè fornisco con costanza ciò di cui lui ha bisogno, usando il cervello quel tanto necessario per EVITARE CIBI DEGLI SCAFFALI sostituendoli con i CIBI NATURALI, ed ingoiando costantemente gli "ALIMENTI ESSENZIALI", primi tra questi l'ACIDO ASCORBICO, il cloruro di magnesio e la vitamina D.
Riporto ora la colonscopia precedente in data 29/07/2017, prima della RICANALIZZAZIONE:
REFERTO
Esame condotto attraverso la stomia cutanea con esplorazione del colon fini alla valvola ileo clecale. Nel colon ascendente medio si osserva formazione poliposa sessile di circa 5 mm. di diam. che viene rimossa previa infiltrazione sottomucosa con fisiologica con ansa dietermica. Posizionata clips metallica sulla base. I restanti segmenti esaminati del colon ascendente distale e del traverso e discendente prossimale presentano parete elastica, mucosa rosea, reticolo vascolare normorappresentato. Stomia regolare.
L'esame è stato completato con esplorazione del retto con introduzione attraverso ano naturale con riscontro di regolare aspetto edoscopico. Presenza di feci formate in ampolla rettale.
CONCLUSIONE DIAGNOSTICHE
Polipectomia di formazione poliposa (0-1b) del colon ascendente medio.



mentre ritirato l'esame istologico del segmento di grosso intestino della lunghezza di cm.5, eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
A):- STOMIA ETERO CUTANEA.
B):- SEGMENTO DI GROSSO INTESTINO CON ASPETTI RIPARATIVI A PREGRESSO INTERVENTO CHIRURGICO.



Per chi volesse approfondire sui 4 (quattro) interventi subiti nel giro di un anno all'età di 76-77 anni, prima con due laparoscopie onde eliminare le cisti ai reni, con una infezione causata da un punto metallico dimenticato dalloperatore, poi sia per l'intervento del tumore al colon che per la RICANALIZZAZIONE rilevandone così le relative documentazioni allegate, eccone i link necessari:
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 219526697/
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oggi 18 giugno, è una settimana che siamo a Rimini.
Abbiamo preso tanto sole spalmandoci l'ACIDO ASCORBICO ed il CLORURO DI MAGNESIO sulla pelle, diventando abbronzati senza bruciarci, anche se lunedì scorso si è rischiato grosso in merito..
Questa mattina ho voluto provare a fare le scale dell'albergo per misurare la mia salute.
Eccola con questo video, lasco a voi le conclusioni.
Mi permetto di ricordare a chi mi legge che dal 23 marzo 2016 al 19 luglio 2017 a 76 anni, grazie alla droghe CAFFEINA e NICOTINA (gli errori di gioventù di cui ritengo che in una CIVILTA' che si rispetti, gli individui dovrebbero essere informati), i primi due interventi di laparoscopia per l'asportazione di 4 cisti. Una al rene sinistro di 1.2 litri di acqua la prima prima, mentre il secondo per l'asportazione delle altre 3 cisti sempre di acqua con un contenuto molto maggiore.
Abbiamo assoluta certezza che nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute.
Abbiamo quindi assoluta certezza che per evitare la ESTINZIONE essi si AUTOGUARISCONO.
Quindi TUTTI gli esseri viventi hanno la possibilità di curarsi dalle eventuali malattie, anche l'Homo Sapiens.
Questo lo dimostra apertamente anche la chirurgia, parte della medicina.
Difatti dopo un intervento di appendicite, trascorso il tempo necessario di osservazione, la persona viene dimessa senza alcuna terapia del caso.
Questo perchè anche la medicina sfrutta questa AUTOGUARIGIONE lasciando che siano i CIBI a provvedere..
Personalmente ne sono una prova vivente, poichè dal 23 marzo 2016, primo intervento di laparoscopia,
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nistra.htm
il 5 luglio 2016, secondo intervento di laparoscopia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... destra.htm

Però l'incidente di percorso, la dimenticanza di un punto metallico come sutura di un foro eseguito nella pancia per l'intervento di laproscopia, mi ha causato una infezione terribile, in quanto i primi segnali di questa infezione li ho avuti solo 28 giorni dopo questo secondo intervento. Niente febbre o dolore se non con l'uscita di pus dalla ferita che ritardava a chiudersi il giorno 2 agosto 2016 causato da diversi piegamenti nell'orto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ticato.htm

Il terzo intervento, questa volta a cielo aperto, è stato fatto in seguito ad un blocco intestinale il 25 marzo 2017, durante il quale mi è stato tolto un tumore al colon.
Come da documento sono stato dimesso in data 7 aprile 2017, con colostomia autonoma ed una unica terapia:
NESSUNA
solo gli "ALIMENTI ESSENZIALI" come da anni.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcolon.htm
Come già detto e provato con i vari documenti,NON HO SEGUITO ALCUNA CURA della medicina ufficiale e neppure delle medicine alternative.
Quindi NON HO INGOIATO alcun "principio attivo" se non gli "ALIMENTI ESSENZIALI" tra i quali i principali l'ACIDO ASCORBICO, il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D3, naturalmente ingoiando i CIBI NATURALI evitando i cibi degli scaffali.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tinali.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » lun set 10, 2018 3:06 pm

Insieme agli esami sotto documentati, questo video è la riprova della mia attuale SALUtE.
Il video:
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 237020894/
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Sono trascorsi 17 mesi dall'intervento subito per l'asportazione di un tumore al colon, dato che mesi addietro continuavo ad avere un dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia, fatti gli esami sotto descritti in data 6/04/2018 l'esame del sangue delle
V.E.S. valore 4 con valore di riferimento <= 20
PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 con valore di riferimento < 1.0
e l'esame delle feci in data 12/05/2018 per la
CALPROTECTINA FECALE valore 69 con valore di riferimento <50
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eves18.htm

col mio medico di base abbiamo tirato le conclusioni che i valori della PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 e della
CALPROTECTINA FECALE valore 69
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... siti18.htm

erano un chiaro segnale di una infezione intestinale.
Quindi prenotato una colonscopia eseguita in data 24 luglio 2018 con esito:
"REFERTO
Introduzione fino al cieco.
In discendente prossimale micropolipo semipeducnolato diam. 2 mm. asportato con pinza(posizionata prudenzialmente clip metallica)
Anastomosi regolare. Rari diverticoli perianastomotici.

Pulizia intestinale sufficiente.
CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE:
MICROPOLIPO DEL DISCENDENTE

Ritirato l'esame istologico del micropolipo semipeducnolato colon discendente diam. 2 mm. eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
LEMBI DI MUCOSA DEL GROSSO INTESTINO CON IPERPLASIA DELLE CRIPTE.



Con gli esiti degli esami di colonscopia sopra riportati, possiamo quindi concludere senza ombra di dubbio, che NON VI SONO TUMORI IN ATTO, ma non solo, possiamo concludere anche che il dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia che sentivo a quel tempo, poteva essere causato solamente dalle rimanenti ADERENZE. Infatti, col passare del tempo, questo dolore è sempre più raro e stà scomparendo come stà scomparendo una ernia che avevo sul fondo del colon destro in prossimità della appendice che mi è stata levata nel 1957. E' comprensibile che questa ernia mi sia venuta mancando del colon sinistro, e che quindi la causa sia la stomia, poichè questa essendo inserita in alto e il punto più basso era il punto della appendicite, questa parte di intestino doveva sopportare il peso delle feci.
Possiamo anche concludere che, nonostante le mancate CHEMIO o RADIO, e senza l'uso di alcun "principio attivo", il mio corpo si stà AUTOGUARENDO ALLA GRANDE, poichè fornisco con costanza ciò di cui lui ha bisogno, usando il cervello quel tanto necessario per EVITARE CIBI DEGLI SCAFFALI sostituendoli con i CIBI NATURALI, ed ingoiando costantemente gli "ALIMENTI ESSENZIALI", primi tra questi l'ACIDO ASCORBICO, il cloruro di magnesio e la vitamina D.
Riporto ora la colonscopia precedente in data 29/07/2017, prima della RICANALIZZAZIONE:
REFERTO
Esame condotto attraverso la stomia cutanea con esplorazione del colon fini alla valvola ileo clecale. Nel colon ascendente medio si osserva formazione poliposa sessile di circa 5 mm. di diam. che viene rimossa previa infiltrazione sottomucosa con fisiologica con ansa dietermica. Posizionata clips metallica sulla base. I restanti segmenti esaminati del colon ascendente distale e del traverso e discendente prossimale presentano parete elastica, mucosa rosea, reticolo vascolare normorappresentato. Stomia regolare.
L'esame è stato completato con esplorazione del retto con introduzione attraverso ano naturale con riscontro di regolare aspetto edoscopico. Presenza di feci formate in ampolla rettale.
CONCLUSIONE DIAGNOSTICHE
Polipectomia di formazione poliposa (0-1b) del colon ascendente medio.



mentre ritirato l'esame istologico del segmento di grosso intestino della lunghezza di cm.5, eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
A):- STOMIA ETERO CUTANEA.
B):- SEGMENTO DI GROSSO INTESTINO CON ASPETTI RIPARATIVI A PREGRESSO INTERVENTO CHIRURGICO.



Per chi volesse approfondire sui 4 (quattro) interventi subiti nel giro di un anno all'età di 76-77 anni, prima con due laparoscopie onde eliminare le cisti ai reni, con una infezione causata da un punto metallico dimenticato dalloperatore, poi sia per l'intervento del tumore al colon che per la RICANALIZZAZIONE rilevandone così le relative documentazioni allegate, eccone i link necessari:
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 219526697/
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oggi 18 giugno, è una settimana che siamo a Rimini.
Abbiamo preso tanto sole spalmandoci l'ACIDO ASCORBICO ed il CLORURO DI MAGNESIO sulla pelle, diventando abbronzati senza bruciarci, anche se lunedì scorso si è rischiato grosso in merito..
Questa mattina ho voluto provare a fare le scale dell'albergo per misurare la mia salute.
Eccola con questo video, lasco a voi le conclusioni.
Mi permetto di ricordare a chi mi legge che dal 23 marzo 2016 al 19 luglio 2017 a 76 anni, grazie alla droghe CAFFEINA e NICOTINA (gli errori di gioventù di cui ritengo che in una CIVILTA' che si rispetti, gli individui dovrebbero essere informati), i primi due interventi di laparoscopia per l'asportazione di 4 cisti. Una al rene sinistro di 1.2 litri di acqua la prima prima, mentre il secondo per l'asportazione delle altre 3 cisti sempre di acqua con un contenuto molto maggiore.
Abbiamo assoluta certezza che nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute.
Abbiamo quindi assoluta certezza che per evitare la ESTINZIONE essi si AUTOGUARISCONO.
Quindi TUTTI gli esseri viventi hanno la possibilità di curarsi dalle eventuali malattie, anche l'Homo Sapiens.
Questo lo dimostra apertamente anche la chirurgia, parte della medicina.
Difatti dopo un intervento di appendicite, trascorso il tempo necessario di osservazione, la persona viene dimessa senza alcuna terapia del caso.
Questo perchè anche la medicina sfrutta questa AUTOGUARIGIONE lasciando che siano i CIBI a provvedere..
Personalmente ne sono una prova vivente, poichè dal 23 marzo 2016, primo intervento di laparoscopia,
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nistra.htm
il 5 luglio 2016, secondo intervento di laparoscopia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... destra.htm

Però l'incidente di percorso, la dimenticanza di un punto metallico come sutura di un foro eseguito nella pancia per l'intervento di laproscopia, mi ha causato una infezione terribile, in quanto i primi segnali di questa infezione li ho avuti solo 28 giorni dopo questo secondo intervento. Niente febbre o dolore se non con l'uscita di pus dalla ferita che ritardava a chiudersi il giorno 2 agosto 2016 causato da diversi piegamenti nell'orto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ticato.htm

Il terzo intervento, questa volta a cielo aperto, è stato fatto in seguito ad un blocco intestinale il 25 marzo 2017, durante il quale mi è stato tolto un tumore al colon.
Come da documento sono stato dimesso in data 7 aprile 2017, con colostomia autonoma ed una unica terapia:
NESSUNA
solo gli "ALIMENTI ESSENZIALI" come da anni.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcolon.htm
Come già detto e provato con i vari documenti,NON HO SEGUITO ALCUNA CURA della medicina ufficiale e neppure delle medicine alternative.
Quindi NON HO INGOIATO alcun "principio attivo" se non gli "ALIMENTI ESSENZIALI" tra i quali i principali l'ACIDO ASCORBICO, il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D3, naturalmente ingoiando i CIBI NATURALI evitando i cibi degli scaffali.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

Sopra si è trovata la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono

I polipi sono escrescenze anomale che crescono dal rivestimento dell'intestino crasso (colon o retto) e sporgono nel canale intestinale (lume). Alcuni polipi sono piatti (sessili), altri hanno un gambo (peduncolati). I polipi sono una delle condizioni più comuni che colpiscono il colon e il retto, si verificano in una percentuale che varia dal 15 al 20 % della popolazione adulta. Essi possono trovarsi lungo l'intestino crasso o il retto, ma sono più comuni nel colon sinistro, nel sigma, e nel retto.

Relazione tra polipi e cancro del colon-retto

Anche se la maggior parte dei polipi sono benigni, è stata verificata la relazione tra alcuni polipi e il cancro. La maggior parte dei tumori del colon-retto deriva infatti dalla trasformazione in senso maligno di polipi benigni. Non tutti i polipi, però, sono a rischio di malignità. Ve ne sono infatti tre diversi tipi: i cosiddetti polipi iperplastici (cioè caratterizzati da una mucosa a rapida proliferazione), amartomatosi (detti anche polipi giovanili e polipi di Peutz-Jeghers) e adenomatosi. Solo questi ultimi costituiscono lesioni precancerose e di essi solo una piccola percentuale si trasforma in neoplasia maligna. La probabilità che un polipo del colon evolva verso una forma invasiva di cancro dipende dalla dimensione del polipo stesso: e minima (inferiore al 2 per cento) per dimensioni inferiori a 1,5 cm, intermedia (2-10 per cento) per dimensioni di 1,5-2,5 cm e significativa (10 per cento) per dimensioni maggiori di 2,5 cm.

Sintomi

La maggior parte dei polipi non producono sintomi e spesso vengono individuati accidentalmente durante l’endoscopia o un esame radiologico dell'intestino. Solo nel 5 per cento dei casi possono dar luogo a piccole perdite di sangue rilevabili con un esame delle feci per la ricerca del cosiddetto "sangue occulto". I campanelli d'allarme a cui prestare attenzione sono in sostanza due: il primo è un cambiamento significativo e senza apparente motivo delle proprie abitudini intestinali, che si prolunga per qualche settimana: per esempio una persona abitualmente regolare d'intestino non si libera per diversi giorni, oppure una persona che tende alla stitichezza va incontro a evacuazioni ricorrenti. Il secondo è che venga riscontrata la presenza nelle feci di sangue o di muco.

Esami diagnostici:

- Ricerca di sangue occulto nelle feci (controllo delle feci per il sangue microscopico): permette di rilevare una perdita ematica occulta e per lo più cronica, dovuta alla presenza di polipi o carcinoma. Anche se è un test importante per i disturbi del colon e del retto, bisogna tener presente che un test negativo NON esclude la presenza di polipi.
- Esplorazione digitale rettale: è il primo esame da eseguire in caso di presenza di sangue nelle feci, permette di rilevare la presenza di escrescenze a livello del retto.
- Clisma opacoa doppio contrasto: è una radiografia dell’intestino, previa introduzione di una miscela di aria e bario tramite clistere. Il bario funge da mezzo di contrasto che vernicia le pareti interne del colon mentre l’aria serve a tener dilatato il lume del viscere. Utilissimo nei casi in cui la colonscopia non sia praticabile. Non è tuttavia una vera alternativa poiché non consente di individuare polipi piccoli (inferiori ai 2 cm), nè di effettuare prelievi bioptici.
- TC-colonscopia virtuale: consiste in un esame TC-addome con mezzo di contrasto endovenoso e aria insufflata mediante clistere, che, per mezzo di una ricostruzione computerizzata del lume intestinale, consente di individuare “navigare” virtualmente nel viscere e di individuare così la presenza di polipi in maniera più accurata rispetto ad altri esami radiologici. Non consente tuttavia di effettuare plelievi bioptici. - Endoscopia colorettale: ve ne sono tre tipi: (1) rettoscopia rigida, (2) retto-sigmoidoscopia flessibile e (3) colonscopia. La rettoscopia rigida consente l'esame degli otto-dieci centimetri più bassi dell'intestino crasso. In retto-sigmoidoscopia flessibile, viene esaminata una parte di colon che va da un quarto a un terzo inferiore. Né la sigmoidoscopia flessibile né la rettoscopia rigida necessitano di farmaci e possono essere eseguite in regime ambulatoriale. La colonscopia utilizza uno strumento flessibile a fibre ottiche e consente di solito l’ispezione di tutto il colon. Rappresenta l’esame diagnostico più accurato e completo. Una preparazione intestinale è necessaria, ed è talvolta usata la sedazione (profonda o cosciente, in respiro spontaneo). La scoperta di un polipo richiede un’ispezione completa del colon mediante colonscopia, poiché almeno il 30% di questi pazienti ha altri polipi. La colonscopia consente inoltre la rimozione di questi polipi che verranno poi inviati per esame istologico (al microscopio).

Trattamento

Poiché non vi è un modo infallibile di prevedere se un polipo è o diventerà maligno, è consigliata la rimozione totale di tutti i polipi. La stragrande maggioranza dei polipi possono essere rimossi mediante un’ansa metallica elettrificata passata attraverso lo strumento o mediante una pinza metallica (polipectomia endoscopica). La maggior parte degli esami del colon con il colonscopio flessibile, tra cui la rimozione del polipo, può essere eseguita su base ambulatoriale con il minimo disagio. Polipi di grandi dimensioni possono richiedere più di un trattamento per la rimozione completa. Alcuni polipi non possono essere rimossi mediante trattamento endoscopico per la loro dimensione o posizione, in questi casi è richiesto l’intervento chirurgico.

Follow-up

Una volta che un polipo viene completamente rimosso, la sua ricorrenza è molto insolita. Tuttavia gli stessi fattori che hanno causato la formazione del polipo sono ancora presenti. Nuovi polipi si svilupperanno in almeno il 30% delle persone che hanno già avuto polipi. I pazienti devono effettuare regolarmente gli esami da un medico specializzato nella cura delle malattie del colon e del retto.

Altra pagina recita:
"Come già detto in altro post, sopra si è trovata la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono i polipi iperplastici e quali sono le caratteristiche di tali formazioni intestinali.

Torniamo oggi a parlare dei polipi intestinali, con particolare riferimento ai polipi iperplastici. Per comprendere pienamente di cosa si tratti, e capire perché non occorra allarmarsi, compiamo tuttavia una breve introduzione nei polipi dell’intestino, piccoli rilievi che compaiono sulla mucosa intestinale (principalmente nella zona del colon, e in quella del retto), e che nella maggior parte dei casi – è i polipi iperplastici sono tra di essi – hanno una formazione di natura benigna che non ha possibilità di trasformarsi in patologie gravi.

Quanto sopra non deve tuttavia lasciar intendere che i polipi possano essere trascurati: con il passare del tempo, infatti, alcune particolari categorie di polipi – ma, premettiamolo, difficilmente tra di essi potranno essere annoverati quelli iperplastici – possono tramutarsi in forme maligne. È per questo motivo che a volte si rende necessaria l’asportazione di tali neoformazioni.

Introdotto ciò, è anche bene non riporre troppi allarmismi: se infatti è vero che in quote minoritarie i polipi possono sfociare in qualcosa di peggiore, è anche vero che più di 4 adulti over 60 su 10 presentano dei polipi adenomatosi, in stato precanceroso. E dunque, al fine di tenere sotto controllo il proprio quadro, sarebbe opportuno procedere a un esame diagnostico di natura colonscopica intorno ai 50 – 55 anni di età anagrafica, attraverso una radiografia con mezzo di contrasto, o mediante colonscopia “tradizionale”.

Polipi iperplastici

Non solo: qualora in famiglia si dovessero riscontrare delle fattispecie cancerose al colon, tra i parenti di primo grado è consigliabile procedere a uno screening in età ancora più precoce (alcuni medici consigliano in tal senso un esame già a partire dai 30 – 35 anni). Il lato positivo della medaglia è il fatto che le malattie tumorali al colon retto hanno una evoluzione piuttosto lenta nel loro passaggio da polipi adenomatosi a vere e proprie forme di tumore: considerato che tale evoluzione impiega circa 10 anni, per potersi ritenere sufficientemente al sicuro sarà sufficiente ripetere l’esame ogni 5 anni. Naturalmente, i tempi andranno accorciati nell’ipotesi in cui durante gli esami si riscontrino dei polipi adenomatosi tali da rendere necessaria la loro asportazione.

A questo punto risulta essere molto più chiaro comprendere cosa siano i polipi iperplastici: si tratta di una delle ordinarie classificazione dei polipi, di natura benigna, senza particolari pericoli di evoluzione neoplastica.

Generalmente i polipi iperplastici sono di natura asintomatica. Dunque, molte persone potrebbero convivere con i polipi senza mai saperlo o, meglio, scoprendolo solo quando i polipi si sono evoluti in forme maligne, e iniziano a produrre seri danni al proprio organismo. A volte invece i polipi possono manifestarsi attraverso sintomi abbastanza tipici come la diarrea mucosa o perdite di sangue dal retto. Molto dipenderà, come intuibile, dalle dimensioni e dalle caratteristiche del polipo.

Per saperne di più, e per comprendere se sia effettivamente o meno il caso di procedere alla rimozione dei polipi, vi consigliamo naturalmente di ricorrere alla consulenza del vostro medico di famiglia, che attraverso esami e analisi dei sintomi potrà procedere a una diagnosi accurata, e consigliare dunque la migliore terapia per ritrovare un pieno benessere.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inalia.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... opia18.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mar set 11, 2018 7:46 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inalia.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Come già detto in altro post, sotto si trova la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono i polipi iperplastici e quali sono le caratteristiche di tali formazioni intestinali.

Torniamo oggi a parlare dei polipi intestinali, con particolare riferimento ai polipi iperplastici. Per comprendere pienamente di cosa si tratti, e capire perché non occorra allarmarsi, compiamo tuttavia una breve introduzione nei polipi dell’intestino, piccoli rilievi che compaiono sulla mucosa intestinale (principalmente nella zona del colon, e in quella del retto), e che nella maggior parte dei casi – è i polipi iperplastici sono tra di essi – hanno una formazione di natura benigna che non ha possibilità di trasformarsi in patologie gravi.

Quanto sopra non deve tuttavia lasciar intendere che i polipi possano essere trascurati: con il passare del tempo, infatti, alcune particolari categorie di polipi – ma, premettiamolo, difficilmente tra di essi potranno essere annoverati quelli iperplastici – possono tramutarsi in forme maligne. È per questo motivo che a volte si rende necessaria l’asportazione di tali neoformazioni.

Introdotto ciò, è anche bene non riporre troppi allarmismi: se infatti è vero che in quote minoritarie i polipi possono sfociare in qualcosa di peggiore, è anche vero che più di 4 adulti over 60 su 10 presentano dei polipi adenomatosi, in stato precanceroso. E dunque, al fine di tenere sotto controllo il proprio quadro, sarebbe opportuno procedere a un esame diagnostico di natura colonscopica intorno ai 50 – 55 anni di età anagrafica, attraverso una radiografia con mezzo di contrasto, o mediante colonscopia “tradizionale”.

Polipi iperplastici

Non solo: qualora in famiglia si dovessero riscontrare delle fattispecie cancerose al colon, tra i parenti di primo grado è consigliabile procedere a uno screening in età ancora più precoce (alcuni medici consigliano in tal senso un esame già a partire dai 30 – 35 anni). Il lato positivo della medaglia è il fatto che le malattie tumorali al colon retto hanno una evoluzione piuttosto lenta nel loro passaggio da polipi adenomatosi a vere e proprie forme di tumore: considerato che tale evoluzione impiega circa 10 anni, per potersi ritenere sufficientemente al sicuro sarà sufficiente ripetere l’esame ogni 5 anni. Naturalmente, i tempi andranno accorciati nell’ipotesi in cui durante gli esami si riscontrino dei polipi adenomatosi tali da rendere necessaria la loro asportazione.

A questo punto risulta essere molto più chiaro comprendere cosa siano i polipi iperplastici: si tratta di una delle ordinarie classificazione dei polipi, di natura benigna, senza particolari pericoli di evoluzione neoplastica.

Generalmente i polipi iperplastici sono di natura asintomatica. Dunque, molte persone potrebbero convivere con i polipi senza mai saperlo o, meglio, scoprendolo solo quando i polipi si sono evoluti in forme maligne, e iniziano a produrre seri danni al proprio organismo. A volte invece i polipi possono manifestarsi attraverso sintomi abbastanza tipici come la diarrea mucosa o perdite di sangue dal retto. Molto dipenderà, come intuibile, dalle dimensioni e dalle caratteristiche del polipo.

Per saperne di più, e per comprendere se sia effettivamente o meno il caso di procedere alla rimozione dei polipi, vi consigliamo naturalmente di ricorrere alla consulenza del vostro medico di famiglia, che attraverso esami e analisi dei sintomi potrà procedere a una diagnosi accurata, e consigliare dunque la migliore terapia per ritrovare un pieno benessere.

Altra pagina recita:
Sotto si trova la documentazione relativa alla colonscopia da me subita in data 24 luglio 2018, con i dati dei risultati riscontrati.
Si parla di un piccolissimo micropolipo di 2 mm.
Ecco che allora mi permetto di scoprire cosa sono i polipi intestinali onde averne e darne un giusta informazione.
In merito la pagina recita:
"Cosa sono

I polipi sono escrescenze anomale che crescono dal rivestimento dell'intestino crasso (colon o retto) e sporgono nel canale intestinale (lume). Alcuni polipi sono piatti (sessili), altri hanno un gambo (peduncolati). I polipi sono una delle condizioni più comuni che colpiscono il colon e il retto, si verificano in una percentuale che varia dal 15 al 20 % della popolazione adulta. Essi possono trovarsi lungo l'intestino crasso o il retto, ma sono più comuni nel colon sinistro, nel sigma, e nel retto.

Relazione tra polipi e cancro del colon-retto

Anche se la maggior parte dei polipi sono benigni, è stata verificata la relazione tra alcuni polipi e il cancro. La maggior parte dei tumori del colon-retto deriva infatti dalla trasformazione in senso maligno di polipi benigni. Non tutti i polipi, però, sono a rischio di malignità. Ve ne sono infatti tre diversi tipi: i cosiddetti polipi iperplastici (cioè caratterizzati da una mucosa a rapida proliferazione), amartomatosi (detti anche polipi giovanili e polipi di Peutz-Jeghers) e adenomatosi. Solo questi ultimi costituiscono lesioni precancerose e di essi solo una piccola percentuale si trasforma in neoplasia maligna. La probabilità che un polipo del colon evolva verso una forma invasiva di cancro dipende dalla dimensione del polipo stesso: e minima (inferiore al 2 per cento) per dimensioni inferiori a 1,5 cm, intermedia (2-10 per cento) per dimensioni di 1,5-2,5 cm e significativa (10 per cento) per dimensioni maggiori di 2,5 cm.

Sintomi

La maggior parte dei polipi non producono sintomi e spesso vengono individuati accidentalmente durante l’endoscopia o un esame radiologico dell'intestino. Solo nel 5 per cento dei casi possono dar luogo a piccole perdite di sangue rilevabili con un esame delle feci per la ricerca del cosiddetto "sangue occulto". I campanelli d'allarme a cui prestare attenzione sono in sostanza due: il primo è un cambiamento significativo e senza apparente motivo delle proprie abitudini intestinali, che si prolunga per qualche settimana: per esempio una persona abitualmente regolare d'intestino non si libera per diversi giorni, oppure una persona che tende alla stitichezza va incontro a evacuazioni ricorrenti. Il secondo è che venga riscontrata la presenza nelle feci di sangue o di muco.

Esami diagnostici:

- Ricerca di sangue occulto nelle feci (controllo delle feci per il sangue microscopico): permette di rilevare una perdita ematica occulta e per lo più cronica, dovuta alla presenza di polipi o carcinoma. Anche se è un test importante per i disturbi del colon e del retto, bisogna tener presente che un test negativo NON esclude la presenza di polipi.
- Esplorazione digitale rettale: è il primo esame da eseguire in caso di presenza di sangue nelle feci, permette di rilevare la presenza di escrescenze a livello del retto.
- Clisma opacoa doppio contrasto: è una radiografia dell’intestino, previa introduzione di una miscela di aria e bario tramite clistere. Il bario funge da mezzo di contrasto che vernicia le pareti interne del colon mentre l’aria serve a tener dilatato il lume del viscere. Utilissimo nei casi in cui la colonscopia non sia praticabile. Non è tuttavia una vera alternativa poiché non consente di individuare polipi piccoli (inferiori ai 2 cm), nè di effettuare prelievi bioptici.
- TC-colonscopia virtuale: consiste in un esame TC-addome con mezzo di contrasto endovenoso e aria insufflata mediante clistere, che, per mezzo di una ricostruzione computerizzata del lume intestinale, consente di individuare “navigare” virtualmente nel viscere e di individuare così la presenza di polipi in maniera più accurata rispetto ad altri esami radiologici. Non consente tuttavia di effettuare plelievi bioptici. - Endoscopia colorettale: ve ne sono tre tipi: (1) rettoscopia rigida, (2) retto-sigmoidoscopia flessibile e (3) colonscopia. La rettoscopia rigida consente l'esame degli otto-dieci centimetri più bassi dell'intestino crasso. In retto-sigmoidoscopia flessibile, viene esaminata una parte di colon che va da un quarto a un terzo inferiore. Né la sigmoidoscopia flessibile né la rettoscopia rigida necessitano di farmaci e possono essere eseguite in regime ambulatoriale. La colonscopia utilizza uno strumento flessibile a fibre ottiche e consente di solito l’ispezione di tutto il colon. Rappresenta l’esame diagnostico più accurato e completo. Una preparazione intestinale è necessaria, ed è talvolta usata la sedazione (profonda o cosciente, in respiro spontaneo). La scoperta di un polipo richiede un’ispezione completa del colon mediante colonscopia, poiché almeno il 30% di questi pazienti ha altri polipi. La colonscopia consente inoltre la rimozione di questi polipi che verranno poi inviati per esame istologico (al microscopio).

Trattamento

Poiché non vi è un modo infallibile di prevedere se un polipo è o diventerà maligno, è consigliata la rimozione totale di tutti i polipi. La stragrande maggioranza dei polipi possono essere rimossi mediante un’ansa metallica elettrificata passata attraverso lo strumento o mediante una pinza metallica (polipectomia endoscopica). La maggior parte degli esami del colon con il colonscopio flessibile, tra cui la rimozione del polipo, può essere eseguita su base ambulatoriale con il minimo disagio. Polipi di grandi dimensioni possono richiedere più di un trattamento per la rimozione completa. Alcuni polipi non possono essere rimossi mediante trattamento endoscopico per la loro dimensione o posizione, in questi casi è richiesto l’intervento chirurgico.

Follow-up

Una volta che un polipo viene completamente rimosso, la sua ricorrenza è molto insolita. Tuttavia gli stessi fattori che hanno causato la formazione del polipo sono ancora presenti. Nuovi polipi si svilupperanno in almeno il 30% delle persone che hanno già avuto polipi. I pazienti devono effettuare regolarmente gli esami da un medico specializzato nella cura delle malattie del colon e del retto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tinali.htm

Sono trascorsi 17 mesi dall'intervento subito per l'asportazione di un tumore al colon, dato che mesi addietro continuavo ad avere un dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia, fatti gli esami sotto descritti in data 6/04/2018 l'esame del sangue delle
V.E.S. valore 4 con valore di riferimento <= 20
PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 con valore di riferimento < 1.0
e l'esame delle feci in data 12/05/2018 per la
CALPROTECTINA FECALE valore 69 con valore di riferimento <50
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eves18.htm

col mio medico di base abbiamo tirato le conclusioni che i valori della PROTEICA C REATTIVA valore 1,1 e della
CALPROTECTINA FECALE valore 69
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... siti18.htm

erano un chiaro segnale di una infezione intestinale.
Quindi prenotato una colonscopia eseguita in data 24 luglio 2018 con esito:
"REFERTO
Introduzione fino al cieco.
In discendente prossimale micropolipo semipeducnolato diam. 2 mm. asportato con pinza(posizionata prudenzialmente clip metallica)
Anastomosi regolare. Rari diverticoli perianastomotici.

Pulizia intestinale sufficiente.
CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE:
MICROPOLIPO DEL DISCENDENTE

Ritirato l'esame istologico del micropolipo semipeducnolato colon discendente diam. 2 mm. eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
LEMBI DI MUCOSA DEL GROSSO INTESTINO CON IPERPLASIA DELLE CRIPTE.



Con gli esiti degli esami di colonscopia sopra riportati, possiamo quindi concludere senza ombra di dubbio, che NON VI SONO TUMORI IN ATTO, ma non solo, possiamo concludere anche che il dolore, peraltro discontinuo ma persistente, esattamente alla ferita del buco dove mi era stata levata la stomia che sentivo a quel tempo, poteva essere causato solamente dalle rimanenti ADERENZE. Infatti, col passare del tempo, questo dolore è sempre più raro e stà scomparendo come stà scomparendo una ernia che avevo sul fondo del colon destro in prossimità della appendice che mi è stata levata nel 1957. E' comprensibile che questa ernia mi sia venuta mancando del colon sinistro, e che quindi la causa sia la stomia, poichè questa essendo inserita in alto e il punto più basso era il punto della appendicite, questa parte di intestino doveva sopportare il peso delle feci.
Possiamo anche concludere che, nonostante le mancate CHEMIO o RADIO, e senza l'uso di alcun "principio attivo", il mio corpo si stà AUTOGUARENDO ALLA GRANDE, poichè fornisco con costanza ciò di cui lui ha bisogno, usando il cervello quel tanto necessario per EVITARE CIBI DEGLI SCAFFALI sostituendoli con i CIBI NATURALI, ed ingoiando costantemente gli "ALIMENTI ESSENZIALI", primi tra questi l'ACIDO ASCORBICO, il cloruro di magnesio e la vitamina D.
Riporto ora la colonscopia precedente in data 29/07/2017, prima della RICANALIZZAZIONE:
REFERTO
Esame condotto attraverso la stomia cutanea con esplorazione del colon fini alla valvola ileo clecale. Nel colon ascendente medio si osserva formazione poliposa sessile di circa 5 mm. di diam. che viene rimossa previa infiltrazione sottomucosa con fisiologica con ansa dietermica. Posizionata clips metallica sulla base. I restanti segmenti esaminati del colon ascendente distale e del traverso e discendente prossimale presentano parete elastica, mucosa rosea, reticolo vascolare normorappresentato. Stomia regolare.
L'esame è stato completato con esplorazione del retto con introduzione attraverso ano naturale con riscontro di regolare aspetto edoscopico. Presenza di feci formate in ampolla rettale.
CONCLUSIONE DIAGNOSTICHE
Polipectomia di formazione poliposa (0-1b) del colon ascendente medio.



mentre ritirato l'esame istologico del segmento di grosso intestino della lunghezza di cm.5, eccone il
GIUDIUZIO DIAGNOSTICO
A):- STOMIA ETERO CUTANEA.
B):- SEGMENTO DI GROSSO INTESTINO CON ASPETTI RIPARATIVI A PREGRESSO INTERVENTO CHIRURGICO.



Per chi volesse approfondire sui 4 (quattro) interventi subiti nel giro di un anno all'età di 76-77 anni, prima con due laparoscopie onde eliminare le cisti ai reni, con una infezione causata da un punto metallico dimenticato dalloperatore, poi sia per l'intervento del tumore al colon che per la RICANALIZZAZIONE rilevandone così le relative documentazioni allegate, eccone i link necessari:
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 219526697/
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oggi 18 giugno, è una settimana che siamo a Rimini.
Abbiamo preso tanto sole spalmandoci l'ACIDO ASCORBICO ed il CLORURO DI MAGNESIO sulla pelle, diventando abbronzati senza bruciarci, anche se lunedì scorso si è rischiato grosso in merito..
Questa mattina ho voluto provare a fare le scale dell'albergo per misurare la mia salute.
Eccola con questo video, lasco a voi le conclusioni.
Mi permetto di ricordare a chi mi legge che dal 23 marzo 2016 al 19 luglio 2017 a 76 anni, grazie alla droghe CAFFEINA e NICOTINA (gli errori di gioventù di cui ritengo che in una CIVILTA' che si rispetti, gli individui dovrebbero essere informati), i primi due interventi di laparoscopia per l'asportazione di 4 cisti. Una al rene sinistro di 1.2 litri di acqua la prima prima, mentre il secondo per l'asportazione delle altre 3 cisti sempre di acqua con un contenuto molto maggiore.
Abbiamo assoluta certezza che nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute.
Abbiamo quindi assoluta certezza che per evitare la ESTINZIONE essi si AUTOGUARISCONO.
Quindi TUTTI gli esseri viventi hanno la possibilità di curarsi dalle eventuali malattie, anche l'Homo Sapiens.
Questo lo dimostra apertamente anche la chirurgia, parte della medicina.
Difatti dopo un intervento di appendicite, trascorso il tempo necessario di osservazione, la persona viene dimessa senza alcuna terapia del caso.
Questo perchè anche la medicina sfrutta questa AUTOGUARIGIONE lasciando che siano i CIBI a provvedere..
Personalmente ne sono una prova vivente, poichè dal 23 marzo 2016, primo intervento di laparoscopia,
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nistra.htm
il 5 luglio 2016, secondo intervento di laparoscopia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... destra.htm

Però l'incidente di percorso, la dimenticanza di un punto metallico come sutura di un foro eseguito nella pancia per l'intervento di laproscopia, mi ha causato una infezione terribile, in quanto i primi segnali di questa infezione li ho avuti solo 28 giorni dopo questo secondo intervento. Niente febbre o dolore se non con l'uscita di pus dalla ferita che ritardava a chiudersi il giorno 2 agosto 2016 causato da diversi piegamenti nell'orto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ticato.htm

Il terzo intervento, questa volta a cielo aperto, è stato fatto in seguito ad un blocco intestinale il 25 marzo 2017, durante il quale mi è stato tolto un tumore al colon.
Come da documento sono stato dimesso in data 7 aprile 2017, con colostomia autonoma ed una unica terapia:
NESSUNA
solo gli "ALIMENTI ESSENZIALI" come da anni.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcolon.htm
Come già detto e provato con i vari documenti,NON HO SEGUITO ALCUNA CURA della medicina ufficiale e neppure delle medicine alternative.
Quindi NON HO INGOIATO alcun "principio attivo" se non gli "ALIMENTI ESSENZIALI" tra i quali i principali l'ACIDO ASCORBICO, il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D3, naturalmente ingoiando i CIBI NATURALI evitando i cibi degli scaffali.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inalia.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » gio set 13, 2018 5:57 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iforti.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Un GRAZIE a Luciana Cetrullo per la sua testimonianza: "avevo tanti dolori forti,gamba,piede,lombaggini .prendevo praticamente sempre voltaren da 80" che però il "principio attivo" nonostante la ingestione giornaliera non è riuscito a diminuirne la sofferenza.
Un giorno però, le è bastato ingoiare una forma di MAGNESIO per ottenerne un enorme sollievo sollievo.
Il MAGNESIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" che oltre ad essere nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo, è anche nel sangue di ogni individuo. Infatti nella richiesta del medico di base con l'esame del sangue ne richiede i valori al laboratorio analisi. Lo riprova il fatto che questo il MAGNESIO, uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" è nella R.G.R. (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della Salute con elencato i valori raccomandati giornalieri: .
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ma è anche nel GERME dei semi di TUTTI I VEGETALI al mondo.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

Non solo, ma i contadini sanno benissimo che nel loro concime vi è il MAGNESIO.
Quindi come potrebbe non essere utile ad ogni individuo di ogni specie dato che è scritto a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni animale al mondo nel quale è stato GENERATO?
Dispiace solo la poca conoscenza di chi dovrebbe dedicarsi alla salute umana.

Cloruro di Magnesio, i veri amici

Luciana Cetrullo
Luciana Cetrullo Cinque anni che lo prendo.avevo tanti dolori forti,gamba,piede,lombaggini .prendevo praticamente sempre voltaren da 80 ,mi pare.non potevo distendermi a letto.il dottore tanti accertamenti e nessun problema che mi potesse dare questi dolori così invalidanti .una mattina ,disperata dopo una nottataccia,mi prendono i crampi .ho cloruro di magnesio in casa,effervescente, ma non lo avevo mai preso.
Presi una di quelle.dopo un po' sentii alleggerirsi il dolore.come se prendessi un analgesico. Sarà una mia impressione,pensavo.ne prendo un'altra nel pomeriggio, uguale .comincio tutti i giorni a prenderla.dopo una settimana il dolore era un lontano ricordo. Dopo un mese ero guarita.potevo anche stare a letto.
I medici perché non sanno ste cose.
7
Gestire
Mi piace
· Rispondi · 21 agosto 2018 23:55


Franco GenreTu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici. Ciao Luciana Cetrullo, GRAZIE di cuore per la testimonianza, ma per favore limitati a questa. Non sono ammessi i commenti e le richieste. Per favore leggi il post fiddo in alto fino in fondo, GRAZIE. https://www.facebook.com/groups/8926717 ... 940563887/
ciaooo Franco
Gestire

Franco Genre ha condiviso un link nel gruppo: Cloruro di Magnesio, i veri amici.
12 ottobre 2017 · Imperia

Ciao, è giusto che tu sappia quali sono le regole da seguire per restare nei nostri gruppi.
Prima di tutto non parliano di dosi, o di consigli in tale senso per...
Altro...

digilander.libero.it

testimonianze

Mi piace
· Rispondi · Rimuovi anteprima · 1 h
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iforti.htm

ciao Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » sab set 15, 2018 7:31 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tigini.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Un altro GRAZIE a Luigina Rita per la sua testimonianza sulle VERTIGINI. Problema di molte persone anche più giovani.
Scrive: "risultò che avevo una fortissima carenza di magnesio nel sangue, come iniziai a prendere il cloruro di magnesio in breve tempo scomparvero tutti i disturbi, che avevano mi avevano messo a dura prova, sono due anni che lo prendo, e sto benissimo."
A differenza lei ingoiò il CLORURO DI MAGNESIO ottenendone quei benefici da ottenere una ottima salute.
Il MAGNESIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" che oltre ad essere nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo, è anche nel sangue di ogni individuo. Infatti nella richiesta del medico di base con l'esame del sangue ne richiede i valori al laboratorio analisi. Lo riprova il fatto che questo il MAGNESIO, uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" è nella R.G.R. (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della Salute con elencato i valori raccomandati giornalieri: .
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ma è anche nel GERME dei semi di TUTTI I VEGETALI al mondo.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

Non solo, ma i contadini sanno benissimo che nel loro concime vi è il MAGNESIO.
Quindi come potrebbe non essere utile ad ogni individuo di ogni specie dato che è scritto a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni animale al mondo nel quale è stato GENERATO?
Dispiace solo la poca conoscenza di chi dovrebbe dedicarsi alla salute umana.

Riguardo alle vertigini la testimonianza di Luigina Rita conferma la mia esperienza.
La pagina recita:
Letto quanto sopra, voglio specificare che le vertigini NON SONO UNA ILLUSIONE come sopra descritto, ma la mancanza di certi alimenti nella mia dieta e che quindi la mia guarigione dalle VERTIGINI NON è avvenuta grazie alle visite e cure di questi SPECIALISTI ma con l'ASSUNZIONE di questi "ALIMENTI ESSENZIALI". Come descritto sopra questi si appianano la strada vicendevolmente nascondendo, dato che ne sono informati, che con l'assunzione di "ALIMENTI ESSENZIALI" mi hanno portato alla GUARIGIONE COMPLETA, mentre le loro cure servono solo a far passare i sintomi per un periodo che poi ritornano regolarmente per il persistere della malattia. Provato personalmente col VERTISEC che nel tempo NON ha risolto nulla.
Questa mia guarigione è avvenuta mesi dopo il novembre 2008, dopo essere stato informato e incitato dai miei amici del web Rino ed Andrea, i quali ringrazio ancora ed allora ho dedicati il sito e sul quale descrivo anche questa mia avventura con le vertigini riportando date ed episodi:
http://acidoascorbico.altervista.org/
proprio sul CLORURO DI MAGNESIO che mi hanno consigliato di aggiungere alle altre assunzioni di cui già facevo. Le prime sono state di ACIDO ASCORBICO e SELENIO fin dal 1992
questo il link della mia sensazionale esperienza:
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... ettura.htm
dalla pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tigini.htm

Dal gruppo
Cloruro di Magnesio, i veri amici

21 agosto 2018 22:50

Luigina Rita Buonasera ,3 anni fa, ho iniziato ad avere grossi problemi con le vertigini, dopo vari ricoveri in PS per diversi accertamenti, mi indirizzarono, da otorino, neurologo, ortopedico, feci RM e TAC con e senza contrasto, per più di un anno fui rigirata come un calzino e non uscì fuori nulla, in una delle ultime crisi, la più forte arrivai ad avere la pressione 100/150, per caso un amico medico mi consoglio' di fare analisi specifiche per elettroliti, risultò che avevo una fortissima carenza di magnesio nel sangue, come iniziai a prendere il cloruro di magnesio in breve tempo scomparvero tutti i disturbi, che avevano mi avevano messo a dura prova, sono due anni che lo prendo, e sto benissimo
Commenti: 7
Condivisioni: 3
41Lidia Carmen Esposito, Giancarlo Bindi e altri 39
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti
Luigina Rita
Luigina Rita Tutto questo per dire che molti medici, qusndo lo racconto, non mi credono, dicono che non può essere che il magnesio mi abbia fatto risolvere tutti i problemi che avevo.....
7
Gestire
Mi piace
· Rispondi · 16 h · Modificato

1 h
Franco Genre
Franco Genre
Tu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici.
Cial Luigina Rita, Certo che puoi, ma ti devi limitare ai disturbi ed ai benefici. Ti ringrazio. Non sono ammessi commenti. GRAZIE. ciaooo Franco
1
Gestire
Mi piace
· Rispondi · 1 h
Luigina Rita
Luigina Rita Dunque, non si trattava solo di fortissime vertigini, non riuscivo a respirare, iniziava prima un piccolo formicolio agli arti (gambe e braccia) per poi diventare dolori come crampi, mi si bloccavano le mani, (mi hanno detto a becco d'oca) e diventavano gelate, un fischio molto acuto, che non sono mai riuscita a spiegare se fosse nelle orecchie o dentro la testa, mi si bloccava anche la bocca e non riuscivo a parlare bene, mi prendeva un forte tremore in tutto il corpo che non riuscivo a fermare, e rimettevo fino allo sfinimento, tutto questo per diverse ore, anche 6/8 ore di seguito, e alla fine restavo distrutta e senza forze anche per qualche giorno......
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tigini.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » lun set 17, 2018 10:59 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nealta.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Ora invece ringraziamo di cuore Marco Salomone per la sua testimonianza sulla sua pressione sanguigna.
Scrive: "ho portato la pressione così bassa 110 con 74, gli ho spiegato cosa stavo prendendo da tre settimane è rimasto scioccato, .pultroppo non tutti capiscono i benefici di questi integratori naturali..."
Ha ingoiato il CLORURO DI MAGNESIO.
Ora, riguardo alla parola "integratori" che definisce tale ogni "ALIMENTO ESSENZIALE", mi permetto di chiedere a lui ed ad ognuno di voi, che sapendo che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sono NEL VOSTRO SANGUE, ammettete di avere dentro di voi degli "integratori".
Li potete paragonare ai VERI INTEGRATORI che sono PRODOTTI CHIMICI VELENOSI, che ingoiano gli sportivi per ottenere quei risultati visibili sì, ma col RISCHIO DI PERDERE LA SALUTE in ogni momento della loro attività?
Personalmente, non riuscendo ad ammettere questo, mi sono permesso di denominarli "ALIMENTI ESSENZIALI" proprio per distinguerli da questi PRODOTTI CHIMICI in grado di togliere la vita.
Il MAGNESIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" che oltre ad essere nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo, è anche nel sangue di ogni individuo. Infatti nella richiesta del medico di base con l'esame del sangue ne richiede i valori al laboratorio analisi. Lo riprova il fatto che questo il MAGNESIO, uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" è nella R.G.R. (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della Salute con elencato i valori raccomandati giornalieri: .
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ma è anche nel GERME dei semi di TUTTI I VEGETALI al mondo.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

Non solo, ma i contadini sanno benissimo che nel loro concime vi è il MAGNESIO.
Quindi come potrebbe non essere utile ad ogni individuo di ogni specie dato che è scritto a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni animale al mondo nel quale è stato GENERATO?
Dispiace solo la poca conoscenza di chi dovrebbe dedicarsi alla salute umana.

Cloruro di Magnesio, i veri amici

Marco Salamone
21 agosto 2018 12:18

Giorno grazie al cloruro di magnesio ho risolto il problema della pressione alta
.il mio medico è rimasto scioccato .mai ho portato la pressione così bassa 110 con 74 .gli ho spiegato cosa stavo prendendo da tre settimane è rimasto scioccato .pultroppo non tutti capiscono i benefici di questi integratori naturali e assumono solo veleni e porcherie .buona giornata
Commenti: 2
Condivisioni: 4
3838
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti
Franco Genre
Franco Genre
Tu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici.
Ciao Marco Salamone, GRAZIE per la tua testimonianza, però ora ti prego di leggere il post fisso in alto fino in fondo. https://www.facebook.com/groups/8926717 ... 940563887/
Ci siamo permessi di eliminare i post degli altri memmbri ai quali invito di fare altrettanto per rimanere nel gruppo. ciaooo Franco
Gestire
Franco Genre ha condiviso un link nel gruppo: Cloruro di Magnesio, i veri amici.
12 ottobre 2017 · Imperia

Ciao, è giusto che tu sappia quali sono le regole da seguire per restare nei nostri gruppi.
Prima di tutto non parliano di dosi, o di consigli in tale senso per...
Altro...
digilander.libero.it
testimonianze
Mi piace
· Rispondi · Rimuovi anteprima · 3 h
Marco Salamone
Marco Salamone Ok
1
Gestire
Mi piace
· Rispondi · 3 h
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nealta.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » mer set 19, 2018 11:49 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... onuovo.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Donati Luigi dopo aver letto il lungo post fino in fondo
https://www.facebook.com/groups/8926717 ... 940563887/
scrive:
"Non conoscevo invece tutte le potenzialità dell acido ascorbico. Io ho utilizzato come preventivo la formula dei 33 gr in 1 litro di acqua."
Purtroppo ha fatto una piccola perdonabile confusione, poichè ha descritto una formula all'ACIDO ASCORBICO che invece questa formula si trova su molte pagine sul web, ma si riferiscono al CLORURO DI MAGNESIO.
Avendo certezza, al riguardo di queste dosi, che il web non è una fonte di informazioni, ma una fonte di DISINFORMAZIONI, capisco che queste siano fatte per ingannare le persone che approdano a questo "ALIMENTO ESSENZIALE".
Lo dico chiaramente, in quanto la mia esperienza di molti anni è molto diversa.
E' facile capire che le persone interessate hanno interesse che nel male è meglio scegliere il male minore, ottenendolo con consigli che paiono sinceri al profano."
Stà ingoiando il CLORURO DI MAGNESIO con queste dosi IRRISORIE da molti anni.
Scrive anche; "grazie per la tua risposta e per avermi accettato nel gruppo. Ho consultato le pagine consigliate, le testimonianze e mi si è aperto un mondo."
E di questo ne sono pienamente felice, poichè quanto successo a lui è successo a me man mano che scoprivo parti nuove.
Spero che questo lo sia anche per voi, poichè è da questo mondo nuovo che ne trarrete TANTA SALUTE
Ora, riguardo alla parola "integratori" che definisce tale ogni "ALIMENTO ESSENZIALE", mi permetto di chiedere a lui ed ad ognuno di voi, che sapendo che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sono NEL VOSTRO SANGUE, ammettete di avere dentro di voi degli "integratori"?
Li potete paragonare ai VERI INTEGRATORI che sono PRODOTTI CHIMICI VELENOSI, che ingoiano gli sportivi per ottenere quei risultati visibili sì, ma col RISCHIO DI PERDERE LA SALUTE in ogni momento della loro attività?
Personalmente, non riuscendo ad ammettere questo, mi sono permesso di denominarli "ALIMENTI ESSENZIALI" proprio per distinguerli da questi PRODOTTI CHIMICI in grado di togliere la vita.
Il MAGNESIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" che oltre ad essere nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo, è anche nel sangue di ogni individuo. Infatti nella richiesta del medico di base con l'esame del sangue ne richiede i valori al laboratorio analisi. Lo riprova il fatto che questo il MAGNESIO, uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" è nella R.G.R. (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della Salute con elencato i valori raccomandati giornalieri: .
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ma è anche nel GERME dei semi di TUTTI I VEGETALI al mondo.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

Non solo, ma i contadini sanno benissimo che nel loro concime vi è il MAGNESIO.
Quindi come potrebbe non essere utile ad ogni individuo di ogni specie dato che è scritto a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni animale al mondo nel quale è stato GENERATO?
Dispiace solo la poca conoscenza di chi dovrebbe dedicarsi alla salute umana.

GRUPPO FACEBOOK
Cloruro di Magnesio, i veri amici

Luigi Donati
Luigi Donati
Luigi e altri 155 si sono iscritti a Cloruro di Magnesio, i veri amici nelle ultime due settimane. Dai loro un caloroso benvenuto nella tua community!
Ciao Genre Franco grazie per la tua risposta e per avermi accettato nel gruppo. Ho consultato le pagine consigliate, le testimonianze e mi si è aperto un mondo. Uso il cloruro di magnesio da molti anni tramite la campagna informativa del dott. Rho di Ecosalute. Non conoscevo invece tutte le potenzialità dell acido ascorbico. Io ho utilizzato come preventivo la formula dei 33 gr in 1 litro di acqua. Vorrei che anche mio padre diabetico lo ingoiasse" . Finora gli ho messo una bustina di magnesio marino in un succo di frutta. Cercavo altre modalità di assunzione o formule, tipo pillole, ma ho capito che la soluzione del succo di frutta e cloruro di magnesio magari con acido citrico, come ho letto in un post. è quella praticabile. Ti ringrazio veramente.
1
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
· Rispondi · 23 agosto 2018 20:10
Genre Franco
Genre Franco
Tu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici.
Ciao Luigi Donati, prima di tutto sono felice che tu abbia scoperto un mondo nuovo. Questa è una espressione che mi sono sentito dire troppe volte. Per l'ACIDO ASCORBICO è LA BASE DELLA TIVA sulla terra. Riguardo alla formula dei 33 gr, la trovi per il CLORURO DI MAGNESIO, ma è decisamente fuorviante poichè è a portata di tutti. ------continua------>
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
· Rispondi · 4 min
Genre Franco
Genre Franco
Tu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici.
Per tuo padre, ma anche per te invece gli "ALIMENTI ESSENZIALI" sono la vostra vita, poichè già nel vostro sangue. Dato che nei nostri gruppi sono vietati i consigli, puoi sempre contattarci con messenger per maggiori informazioni. Comunque GRAZIE per la tua sincerità. ciaooo Franco
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
· Rispondi · 1 min
Genre Franco
Scrivi un commento...
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... onuovo.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » ven set 21, 2018 4:10 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... onuovo.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Donati Luigi dopo aver letto il lungo post fino in fondo
https://www.facebook.com/groups/8926717 ... 940563887/
scrive:
"Non conoscevo invece tutte le potenzialità dell acido ascorbico. Io ho utilizzato come preventivo la formula dei 33 gr in 1 litro di acqua."
Purtroppo ha fatto una piccola perdonabile confusione, poichè ha descritto una formula all'ACIDO ASCORBICO che invece questa formula si trova su molte pagine sul web, ma si riferiscono al CLORURO DI MAGNESIO.
Avendo certezza, al riguardo di queste dosi, che il web non è una fonte di informazioni, ma una fonte di DISINFORMAZIONI, capisco che queste siano fatte per ingannare le persone che approdano a questo "ALIMENTO ESSENZIALE".
Lo dico chiaramente, in quanto la mia esperienza di molti anni è molto diversa.
E' facile capire che le persone interessate hanno interesse che nel male è meglio scegliere il male minore, ottenendolo con consigli che paiono sinceri al profano."
Stà ingoiando il CLORURO DI MAGNESIO con queste dosi IRRISORIE da molti anni.
Scrive anche; "grazie per la tua risposta e per avermi accettato nel gruppo. Ho consultato le pagine consigliate, le testimonianze e mi si è aperto un mondo."
E di questo ne sono pienamente felice, poichè quanto successo a lui è successo a me man mano che scoprivo parti nuove.
Spero che questo lo sia anche per voi, poichè è da questo mondo nuovo che ne trarrete TANTA SALUTE
Ora, riguardo alla parola "integratori" che definisce tale ogni "ALIMENTO ESSENZIALE", mi permetto di chiedere a lui ed ad ognuno di voi, che sapendo che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sono NEL VOSTRO SANGUE, ammettete di avere dentro di voi degli "integratori"?
Li potete paragonare ai VERI INTEGRATORI che sono PRODOTTI CHIMICI VELENOSI, che ingoiano gli sportivi per ottenere quei risultati visibili sì, ma col RISCHIO DI PERDERE LA SALUTE in ogni momento della loro attività?
Personalmente, non riuscendo ad ammettere questo, mi sono permesso di denominarli "ALIMENTI ESSENZIALI" proprio per distinguerli da questi PRODOTTI CHIMICI in grado di togliere la vita.
Il MAGNESIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" che oltre ad essere nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo, è anche nel sangue di ogni individuo. Infatti nella richiesta del medico di base con l'esame del sangue ne richiede i valori al laboratorio analisi. Lo riprova il fatto che questo il MAGNESIO, uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" è nella R.G.R. (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della Salute con elencato i valori raccomandati giornalieri: .
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ma è anche nel GERME dei semi di TUTTI I VEGETALI al mondo.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

Non solo, ma i contadini sanno benissimo che nel loro concime vi è il MAGNESIO.
Quindi come potrebbe non essere utile ad ogni individuo di ogni specie dato che è scritto a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni animale al mondo nel quale è stato GENERATO?
Dispiace solo la poca conoscenza di chi dovrebbe dedicarsi alla salute umana.

GRUPPO FACEBOOK
Cloruro di Magnesio, i veri amici

Luigi Donati
Luigi Donati
Luigi e altri 155 si sono iscritti a Cloruro di Magnesio, i veri amici nelle ultime due settimane. Dai loro un caloroso benvenuto nella tua community!
Ciao Genre Franco grazie per la tua risposta e per avermi accettato nel gruppo. Ho consultato le pagine consigliate, le testimonianze e mi si è aperto un mondo. Uso il cloruro di magnesio da molti anni tramite la campagna informativa del dott. Rho di Ecosalute. Non conoscevo invece tutte le potenzialità dell acido ascorbico. Io ho utilizzato come preventivo la formula dei 33 gr in 1 litro di acqua. Vorrei che anche mio padre diabetico lo ingoiasse" . Finora gli ho messo una bustina di magnesio marino in un succo di frutta. Cercavo altre modalità di assunzione o formule, tipo pillole, ma ho capito che la soluzione del succo di frutta e cloruro di magnesio magari con acido citrico, come ho letto in un post. è quella praticabile. Ti ringrazio veramente.
1
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
· Rispondi · 23 agosto 2018 20:10
Genre Franco
Genre Franco
Tu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici.
Ciao Luigi Donati, prima di tutto sono felice che tu abbia scoperto un mondo nuovo. Questa è una espressione che mi sono sentito dire troppe volte. Per l'ACIDO ASCORBICO è LA BASE DELLA TIVA sulla terra. Riguardo alla formula dei 33 gr, la trovi per il CLORURO DI MAGNESIO, ma è decisamente fuorviante poichè è a portata di tutti. ------continua------>
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
· Rispondi · 4 min
Genre Franco
Genre Franco
Tu e altri 5 gestite l'iscrizione, i moderatori, le impostazioni e i post per Cloruro di Magnesio, i veri amici.
Per tuo padre, ma anche per te invece gli "ALIMENTI ESSENZIALI" sono la vostra vita, poichè già nel vostro sangue. Dato che nei nostri gruppi sono vietati i consigli, puoi sempre contattarci con messenger per maggiori informazioni. Comunque GRAZIE per la tua sincerità. ciaooo Franco
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
· Rispondi · 1 min
Genre Franco
Scrivi un commento...
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... onuovo.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggioda genfranco » dom set 23, 2018 11:13 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... veleno.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo recita:
"Altroconsumo lancia l'allarme: alcuni spray solari per bambini, che si trovano in commercio, contengono sostanze vietate.
22 agosto 2018 - In commercio sono presenti diversi spray solari per bambini contenenti sostanze vietate e potenzialmente pericolose.
A lanciare l’allarme è Altroconsumo, che durante alcuni test sulle creme solari per i più piccoli, ha rilevato nella formulazione di alcuni prodotti, la presenza di particelle vietate dalla legge."

Al riguardo mi permetto di chiedere: "E' mai possibile che i VELENI siano per bambini o per adulti?
Cosa può esserci di diverso?
La età?
Il peso?
Mi pare che il VELENO IN OGNI OCCASIONE è pur SEMPRE VELENO, anche perchè ogni individuo è a sè, ed a volte questo VELENO può essere più nocivo per un adulto che per un bambino.
Quindi perchè questa IGNOBILE E FALSA distinzione?
Cosa non si fà per il BUSINESS (COMMERCIO), DENARO, PIL.
E' PAZZESCO.
Quindi mi permetto di avvisare ogni individuo indipendentemente dalla età, che SPRUZZANDOSI O SPALMANDOSI questi VELENOSI PRODOTTI CHIMICI, CI SI GIOCA SEMPRE LA SALUTE in ogni età.
Riguardo a TUTTE LE CREME, spray o meno, chiedo sempre:
"Le mangeresti? NO!?!?!?!?!?
Sono certo che ingoiandole avresti meno danni.
Perchè?
NON CI SI DEVE DIMENTICARE CHE I PORI della tua pelle permettono che questi VELENI entrino nel tuo corpo, causando danno infiniti, proprio perchè il corpo non ha previsto le difese immunitarie in proposito.
Evitare queste CREME puoi, sia per gli adulti che per i bambini, noi ne abbiamo una esperienza di molti anni:
"Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 2 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 3-4 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, ed 1 cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.
Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
https://www.facebook.com/photo.php?v=10 ... 788&type=3
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... solari.htm

Si è parlato del BISFENOLO A (BPA) putroppo cancerogeno ed inserito nella plastica di uso giornaliero.
Ora invece voglio parlarvi del RETINIL PALMITATO che in quanto a questo NON SCHERZA, eppure lo troviamo nelle creme di bellezza e sopratutto nelle creme solari consigliate insistentemente anche da dottori in TV spacciandole come "PROTEZIONE SOLARE", ma in effetti cosa fanno immettere dai PORI nel sangue alle IGNARE persone?
Dite poco, dato che le prime sono di uso giornaliero?
Dell'articolo devo sottolineare una realtà INGANNEVOLE che abbiamo subito per decenni:
"Per decenni ci hanno terrorizzato con la storia che il sole ci fa venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In America l’ industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fa donazioni alla “American Cancer Society” (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l’uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico (1, 2).
Quindi se usi le CREME SOLARI la vitamina D non puoi sicuramente AUTOPRODURTELA.
Inoltre uno studio condotto da scienziati del governo degli Stati Uniti suggerisce che retinile palmitato, una forma di vitamina A, può accelerare lo sviluppo di tumori della pelle e lesioni quando applicato sulla pelle, in presenza della luce solare (NTP 2012). I funzionari in Germania e Norvegia hanno ammonito che retinile palmitato e altri ingredienti di vitamina A nei prodotti cosmetici potrebbero contribuire alla vitamina A tossicità a causa di un'eccessiva esposizione (tedesco BfR 2014, norvegese 2012a SCFS).
TRADUZIONE dall'inglese
Consumer Attenzione: cancerose Vitamina-A retinoidi si trovano in molti prodotti per la cura personale, oltre protezioni solari
Senatore Charles Schumer (D) ha recentemente sollecitato un'azione rapida da parte della FDA relativa alle nuove prove cliniche di un legame tra Palmitate Retinyl per uso topico e il cancro della pelle per le creme solari, giusto in tempo per l'estate. Retinyl palmitato è un derivato della vitamina A stabilizzato, utilizzato in oltre 500 filtri solari popolari, ma come ad una società emergente naturale cura della pelle, i potenziali pericoli si estendono ben oltre i prodotti solari.
"Centro Nazionale della FDA per la ricerca tossicologica e il National Toxicology Program hanno condotto studi che suggeriscono un possibile legame tra il cancro della pelle e palmitato retinile," Schumer ha detto nel corso di una recente conferenza.
Retinyl palmitato è un derivato della vitamina A stabilizzato, utilizzato in oltre 500 filtri solari popolari, ma come ad una società emergente naturale cura della pelle, i potenziali pericoli si estendono ben oltre i prodotti solari.
"Protezioni solari sono solo una piccola parte del mercato palmitato retinile. Ci sono centinaia di altri prodotti che lo utilizzano come ingrediente attivo tra sieri anti-età, creme per la pelle, cosmetici ed anche prodotti alimentari. Abbiamo sempre guidato lontano da usare palmitato retinile o qualsiasi suo contenuto di vitamina A sintetica parenti, perché le prove per i potenziali problemi è stato fuori per anni ", dice Wayne Perry, sviluppatore di prodotti di piombo per Greensations, una società naturale cura della pelle conosciuta per loro marchi ThermaSkin , ThermaScalp e tendenze giovanili .
Retinyl palmitato è un ingrediente molto popolare la cura della pelle conosciuta per le sue proprietà anti-rughe benefici. Una volta assorbito nella pelle, palmitato di retinile viene convertito in retinolo e acido retinoico in ultima analisi, la forma attiva della vitamina A noto come Retin-A. Retinile palmitato è anche usato come antiossidante e vitamina A sorgente che viene aggiunto a molti prodotti caseari a basso contenuto di grassi per sostituire il contenuto di vitamina perso durante la rimozione di grasso di latte.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... emesol.htm

Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 4.5-5 grammi di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 10 grammi di ACIDO ASCORBICO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.

Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
https://www.facebook.com/photo.php?v=10 ... 788&type=3
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... solari.htm
L'ultima esperienza, quella di Gigi Mar ne è un'altra conferma che le creme solari causano i tumori, ma che ingoiando gli "ALIMENTI ESSENZIALI" e spruzzandosi come sopra descritto in breve tempo è guarito da un basilioma da queste causato.
Oggi cm ogni settembre dal 2007 mi reco x visita specialistica di controllo dp asportazione melanoma maligno, la cosa simpatica che davvero divertente notare l'incredulità del medico alla ricerca di un baslioma perduto.. Si avete capito bene, l infermiera che sghignazzava ed il dottore che cercava la regione esatta segnata l'anno precedente in cartella clinica, perché convinto di trovarlo e semmai peggiorato. Imbarazzato mi ha chiesto lumi del basilioma, ed io in tutta onestà gli ho raccontato che devess'er stato l'acido ascorbico il clm e la lisina, utilizzato x nn scottarmi al mare. Cn dispiacere ha ammesso che ebbi ragione a non eliminarlo l'anno precedente su sua richiesta. Mi aspettavo mi chidesse modi, dosi ecc, ma invece piombato in silenzio, capisco che ne era a conoscenza e mi limito ad aspettare ciò che scriveva nel referto. Gli chiedo cortesemente di evitarmi RX al torace e possibilmente di fare solo eco addominale x tener monitorato anche dei residui di calcoli renali, così lo riporta in referto e mi dice che nn è la prassi e mi dimette stizzito. Dopo 7 anni è la prima volta che esco da questo istituto cn un sorriso esplosivo ma soprattutto cn una grande consapevolezza" GLI ALIMENTI ESSENZIALI" e l'ennesimo ringraziamento ad una gran bella persona Genre Franco.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tumore.htm
come hai letto, come il solito siamo portati a NON TENERE CONTO DI CERTE situazioni che sono NASCOSTE perchè NON VOGLIONO che le vediamo e quindi ci fanno luccicare quello che VOGLIONO LORO e perdiamo di vista le VERE RAGIONI, ti pare? ed ora vorrei chiederti:
"MA SEI CERTO CHE A PORTARTI QUESTO "MELANOMA MALIGNO" NON SIANO I PRODOTTI CHE USI IN CASA? Vorrei che ti venisse il dubbio, in quanto il sole, mi risulta che lo abbiano preso TUTTI I NOSTRI AVI ed a meno che loro non siano stati cretini ed abbiano usato queste CREME DI CUI TU PARLI per arrivare fino a noi. ma non mi risulta perchè fino a che non sono venuto via dal paese NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DI CERTE MALATTIE. vero?"
.con un alto coefficente di protezione ed evitare scottature se si va al mare, altro che alto COEFFICIENTE, questa sono SOLO PORTA MALATTIE, tu devi far usare ACIDO ASCORBICO in alta concentrazione diluito nell'acqua e poi spruzzato sulla pelle. Questo lo puoi usare anche quanto ti scotti col sole, ma se usi come detto prima, NON TI SCOTTI PIU'. Eccoti una testimonianza:
e se contiamo che la maggior parte del tempo la passavo a mollo, possiamo pure dire che la crema sulla pelle rimaneva veramente poco, tutto questo è durato fino all'età di 15 anni quando mia zia per le vacanze mi regalò una crema per la protezione di una marca allora in voga (bilboa), beh per prima cosa mi presi subito un bel eritema solare da pronto soccorso, e da allora pur mettendomi creme comprate in farmacia ho sempre avuto la pelle molto sensibile, mi bastava un po di sole per avere subito prurito e una brutta sensazione sulla pelle, ti lascio immaginare che in tutti questi anni non ho avuto un gran rapporto con il sole, ebbene questa volta tutto questo non è successo, prima di tutto mi sono concessa 3 lampade abbronzanti (anche quelle mi provocavano eritema), e poi una volta al mare non ho praticamente usato nulla, Gianfranco è stata una sensazione straordinaria, niente eritema, niente pelle irritata, nessun bruciore o pizzicore, anzi pelle più spessa e resistente incredibile!
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... anuela.htm
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... solari.htm

Quindi una smentita a questa enorme falsità, ecco la pagina del libro che riporto sotto.
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... dpelle.htm
gennaio 8, 2014 CLAMOROSO, ECCO I 5 PRODOTTI DI BELLEZZA COMUNI PIU’ NOCIVI IN COMMERCIO
Bellezza – Oggi vi parleremo dei cinque prodotti di bellezza peggiori che si trovano in commercio e che, purtroppo, sono reperibili in tutti i supermercati. Perchè sono i peggiori prodotti in cui potete imbattervi? Perchè contengono al loro interno delle sostanze dannose, chimiche e siliconiche che promettono di rendervi bellissime, ma che in realtà non fanno altro che danneggiare sempre più lo stato dei vostri capelli o della vostra pelle.
Gli ingredienti da evitare come la peste - PETROLATI (lo dice la parola stessa, sono derivati dalPETROLIO) Mineral oil, Petrolatum, Paraffinum liquidum, Cera microcristallina, Vaselina, Paraffina, Microcrystalline Wax. SILICONI: (creati chimicamente in laboratorio, li riconoscete perchè terminano in -one; -thicone; -xiloxane; -silanoil) Dimethicone, Cyclomethicone, Ciclopentasiloxane. (Vuoi saperne di più?CLICCA QUI)
La classifica dei prodotti più cattivi :
5° posto: Creme alla paraffina e siliconi: Nivea, Glysolid, Dove, Vichy, Leocrema etc ..non idratano, creano una sensazione fittizia di idratazione e setosità della pelle, ma è il silicone ad essere setoso, non la nostra pelle. Essa in realtà è secca e arida, oppure impura e lucida occlusa dai siliconi e dai petrolati, questi ultimi sono cancerogeni di classe II oltre che comedogeni e fortemente inquinanti.
4° posto: Cristalli liquidi alias semi di lino per capelli. Forse non tutti sanno che non contengono solo olio di semi di lino ma anche una grande quantità di silicone puro che fa apparire i capelli lucidi ma in realtà è solo un effetto momentaneo, una “maschera” che nasconde la reale condizione dei capelli: disidratati, secchi e sfibrati. Oltretutto i capelli si sporcano velocemente, appaiono grassi e unti alla radice e secchi alle punte, difatti un’altra conseguenza dei siliconi sono le fastidiosissime doppie punte.
3° posto: Shampoo Herbal Essence, Pantene, Sunsilk, Elvive, Biopoint etc… sono prodotti troppo aggressivi perchè contengono molto sale e tensiottivi aggressivi che seccano tantissimo i capelli, causando prurito e irritazioni, talvolta forfora!! Inoltre tra i primi ingredienti contengono dimethicone, e altri ingredienti allergizzanti e dannosi che rilasciano formaldeide, che è scientificamente provato sia cancerogena.
2° posto: Labello e burrocacao a base di cera microcristallina e paraffinum liquidum cioè petrolato puro sulle nostre labbra che può essere perfino ingerito. Usando Burrocacao con paraffina si avranno labbra sempre più screpolate e secche, punti neri e brufoletti. Il Labello crea dipendenza, più lo usi più si seccano le labbra più continui ad usarlo.
1° posto: Olio Johnson’s Baby! Chiamarlo olio è davvero troppo, in realtà è solo ed esclusivamenteparaffina liquida, è un derivato del petrolio nudo e crudo. Altro che idratante, questo prodotto non fa altro che seccare la pelle, causare brufoli, brufoloni e brufoletti, irritazioni, e punti neri.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rogene.htm

Oggi invece parliamo di VIRUS, INFLUENZE, vitamina D (ORMONE), SCIENZA e VACCINI per scoprire quali sono le FALSITA', perchè di questo si tratta e ve lo dimostro chiaramente sotto.
Un bel discorso, vero?
Eppure a metterlo insieme bastano 4 parole (diciamo otto, per chi dopo la terza riga non connette più. Ma se gli succede ha solo da evitare le DROGHE LEGALI: CAFFE', TE', TABACCO, ed allora non avrà più problemi a capire questo discorso. Mi scuso per essermi permesso.)
Ora noi sappiamo riguardo ai VIRUS che:
"Alla fine della sua vita, Pasteur, inventore della teoria dei germi (o teoria patogena), ammise di essersi sbagliato pronunciando sul letto di morte al suo assistente, la celebre frase: “IL TERRENO E' TUTTO, IL MICROBO E' NIENTE”.
Ho trovato un articolo veramente interessante che dice:
"Tutti sono pronti a credere che la CIA menta, che il governo menta, che l'FBI menta, che la Casa Bianca menta. MA CHE MENTA L'ISTITUTO DI SANITA', non è possibile, la Sanità è sacra, tutto ciò che esce dagli Istituti Nazionali di Sanità è parola di Dio. Niente fa differenza, nemmeno la storia di come Gallo scoprì il virus, nemmeno il fatto che sia uno scienziato screditato e condannato per truffa. La strategia dell'establishment è sempre la stessa: ignorare. Meglio non rispondere, vuoi vedere che ci si accorge che c'è qualcosa di strano?" Harvey Bialy, microbiologo.
Questo è il pensiero di moltissime persone che fiduciose nelle istituzioni NON CREDONO nella nostra esperienza con le quali ogni giorno mi incontro e che a volte mi rendo conto che sentendo questi discorsi mi prendono per pazzo.
Questo ed altro è su questo link dal titolo "L’incredibile AIDS
Quello che i media non dicono sulla "peste del nuovo millennio" sicuramente da visionare:
http://tinyurl.com/ygn7vq
Quindi possiamo capire che questo articolo dica il giusto:
"La Teoria dell’origine virale delle malattie
di Arthur M. Baker - Estratto da Exposing the Myth of the Germ Theory
a cura del College of Practical Homeopathy, 2005 - Traduzione di Gianluca Freda
http://pensierolaterale.blog.com/
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nganno.htm
Avete un’idea di quante e quali sostanze chimiche vi state spalmando addosso?
Negli ultimi decenni la nostra consapevolezza riguardo agli additivi chimici presenti negli alimenti è cresciuta sempre di più. Stiamo attenti a quello che compriamo e spesso valutiamo nel dettaglio gli ingredienti di ogni prodotto.
L’industria alimentare si è adeguata alle nuove normative e soprattutto alla sensibilità del consumatore, eliminando molte sostanze nocive o presunte tali e sforzandosi di trovare delle alternative naturali. Oggi è normale vedere scritto sui vari prodotti alimentari diciture del tipo “senza coloranti e conservanti”, “senza additivi”, “senza polifostati”, ecc. La situazione, probabilmente, migliorerà sempre di più.
Perché non prestiamo la stessa attenzione quando compriamo un cosmetico o un prodotto per l’igiene personale? Forse perché mangiare è diverso da spalmarsi qualcosa sulla pelle? Certamente lo è! L’involucro cutaneo non ha una funzione di “accoglimento” e di “digestione” come il tratto gastro-intestinale, ma ha pur sempre una certa capacità d’assorbimento…anzi a livello cutaneo la situazione potrebbe essere peggiore perché almeno l’intestino opera una certa selezione su quello che assorbe. L’effetto finale è che diverse sostanze applicate esternamente raggiungono i tessuti e il torrente sanguigno esattamente come fanno gli alimenti o le bevande. Ricordo che l’industria cosmetica utilizza circa 13.000 tra sostanze sintetiche e semisintetiche e molte di queste sono state poco valutate da un punto di vista della tossicità.
Per decenni ci hanno terrorizzato con la storia che il sole ci fa venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In America l’ industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fa donazioni alla “American Cancer Society” (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l’uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico (1, 2).
Gli industriali del cosmetico affermano che i prodotti chimici presenti nelle loro creme non vengono assorbiti all’interno del corpo, ma gli studi dimostrano il contrario: almeno quattro tra i più comuni filtri solari vengono assorbiti eccome, dato che sono stati ritrovati non solo negli strati più profondi della pelle, ma anche nelle urine (4). E poi, c’è da chiedersi come potrebbero funzionare certi farmaci veicolati con il cerotto (nicotina, ormoni, cardiologici) ?
Vediamo in sintesi le caratteristiche di alcuni filtri presenti nei solari (5):
Octinoxate (Octyl Methoxycinnamate) – il più utilizzato perché poco sensibilizzante e fotoallergenico. A concentrazioni simili a quelle presenti nelle creme solari, ha dimostrato una certa azione estrogenenica (rischio di tumore al seno) sui topi da laboratorio.
Benzophenone-3 – causa reazioni fotoallergiche. Viene assorbito dalla cute in quantità significative. In uno studio è stato trovato nelle urine di 86 ragazze su 90 che ne facevano uso.
Octisalate – favorisce l’assorbimento cutaneo di altre sostanze chimiche presenti nelle creme.
Avobenzone (Parsol 1789) Butyl Methoxydibenzoylmethane – è un filtro UVA. I raggi del sole lo scompongono in prodotti chimici sconosciuti, soprattutto se in presenza (nella crema) di Octixonate.
Octocrylene – viene miscelato con altri filtri UV per aumentarne l’effetto schermante. Esposto alla luce solare produce radicali liberi.
Homosalate – ha dimostrato di possedere una blanda azione xenoestrogenica (rischio di tumori ormonodipendenti). Facilita l’assorbimento di sostanze chimiche.
Esulizole (Phenilbenzimidazole Sulfonic Acid) – produce radicali liberi se esposto alla luce del sole, causando danni al DNA. Potrebbe causare il cancro.
Padimate-O (Octyl-Dymethyl PABA/PABA ester) – un derivato del famoso filtro solare PABA. Gli studi mostrano che si decompone in radicali liberi, danneggia il DNA, ha un’azione estrogenica e in alcune persone può causare reazioni allergiche.
Sulisobenzone (Benzophenone-4) – Può causare irritazione cutanea. Non penetra gran che nella pelle, ma facilita la penetrazione di altre sostanze chimiche.
4-Methylbenzylidene camphor – ricercatori europei temono che possa avere una tossicità tiroidea e un’azione xenostrogenica.
Inoltre, in molte creme solari e anche nei dopo-sole, spessissimo si trovano antisettici e conservanti potenzialmente cancerogeni, come il triclosan e i parabeni.
Non dimentichiamoci che, alla fine, tutte queste sostanze chimiche finiscono nei fiumi, nei laghi e…nel mare!
Esporsi al sole fa bene ed è necessario per la produzione della vitamina D, cui recenti studi attribuiscono un’importantissima azione preventiva antitumorale e antimetastatica: e’ in grado di prevenire 4 tumori su 5.
La vitamina D, inoltre, è molto importante per l’osteoporosi, la depressione, le malattie cardiovascolari e l’obesità. In America si è calcolato che la mancata esposizione al sole procura oltre 50.000 casi di cancro tra la popolazione.
Spalmarsi continuamente tutto il corpo con schermi protettivi potrebbe impedire la produzione di vitamina D e fare più male che bene…oltre a tutte le sostanze chimiche che si assorbono.
Esponetevi al sole del mattino e del tardo pomeriggio ed evitate quello delle ore centrali. Per lunghe esposizioni e in condizioni di sole intenso, proteggete la pelle con creme e oli davvero naturali.
Esistono numerose sostanze di origine naturale che sono schermanti, idratanti e restitutive: macadamia, olio di semi di vite, tè verde, burro di Caritè, olio di sesamo, olio di cartamo, vitamina E, aloe vera, certi tipi di frutta, cera d’api, cera di Carnauba (Copernica prunifera), acido caprico e caprilico, alga corallina, alga litotamnio, Porphyria umbilicalis, ecc. Anche l’ossido di zinco micronizzato e alcuni minerali possono andare bene. Idealmente, il cosmetico migliore dovrebbe essere talmente naturale che potresti anche tranquillamente mangiartelo: if you can’t eat it don’t wear it!
Trovo innaturale e poco saggio che la gente stia ore e ore al sole come delle lucertole. Non siamo animali a sangue freddo e non siamo fatti per stare sotto il sole come fanno certi fanatici. Non credo che l’uomo, nella sua lunga storia, si sia mai comportato in questo modo così poco avveduto. Senza fare del terrorismo e parlare di rischio tumorale, un eccesso di sole siruramente accelera l’invecchiamento della pelle.
Non esistono solo le creme per proteggersi dal sole. Funzionano molto bene anche un bel cappello a falde larghe, del vestiario bianco, starsene all’ombra tranquilli nelle ore più soleggiate, ma anche unabuona alimentazione ricca di fattori protettivi per la salute (vit.C, E, Selenio, Luteina, Zeaxantina, ecc.). Tra gli alimenti indicati, i frutti di bosco serebbero i migliori per prevenire le ustioni solari.
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... nganno.htm

Altroconsumo lancia l'allarme: alcuni spray solari per bambini, che si trovano in commercio, contengono sostanze vietate.
22 agosto 2018 - In commercio sono presenti diversi spray solari per bambini contenenti sostanze vietate e potenzialmente pericolose.
A lanciare l’allarme è Altroconsumo, che durante alcuni test sulle creme solari per i più piccoli, ha rilevato nella formulazione di alcuni prodotti, la presenza di particelle vietate dalla legge.

Nel 2009 l’Unione Europea ha approvato un Regolamento sui cosmetici in cui vieta l’utilizzo in forma di nanoparticelle di Biossido di Titanio (Titanium dioxide nano) e MBBT (Methylene Bis-Benzotriazolyl Tetramethylbutylphenol nano), in particolare nei formati in polvere e spray. Questo perché espongono maggiormente le persone al rischio di inalazione.

Le analisi di Altroconsumo hanno portato a riscontrare la presenza di Biossido di Titanio ed MBBT in ben sette solari per bambini, in vendita in farmacia e nei supermercati. Si tratta di Derma Sol latte spray bimbi,ISDIN Pediatrics lotion spray, Rilastil SunSystem Baby Spray, Bioderma Photoderm KID Spray, A-derma Protect Kids Spray Bambino, Avene Spray Bambino ed Esselunga Bambini Spray solare.

Immediata la segnalazione al Ministero della salute, che ha promesso accertamenti sui prodotti indicati, per valutarne la pericolosità. Di certo questo episodio dimostra ancora una volta l’importanza nella scelta dei solari, soprattutto quando si tratta dei bambini. Le creme protettive infatti non sono tutte uguali. Possiedono formulazioni differenti e possono proteggere più o meno la pelle. Per questo è fondamentale leggere sempre con attenzione le etichette prima dell’acquisto.

Immediata la replica delle aziende coinvolte, che hanno escluso qualsiasi possibile rischio per la salute. “Il solare Esselunga Bambini 50+ – ha spiegato Esselunga in una nota – è uno spray trigger e non aerosol che, per via dell’emulsione cremosa, non crea alcuna vaporizzazione o nebulizzazione, erogando il prodotto direttamente sulla pelle. Non vi è, quindi, il rischio che possa raggiungere i polmoni di chi lo utilizza”.

“Il divieto d’uso di Titanium Dioxide nano e del MBBT riguarda prodotti aerosol – ha replicato ISDIN -, prodotti nebulizzati e vaporizzatori per il possibile rischio di inalazione delle sostanze. Il prodotto ISDIN in questione ha un metodo di erogazione “pump” e non comporta rischi di inalazione delle sostanze indicate”.

Ora la palla passa al Ministero che dovrà svolgere tutti gli accertamenti necessari per garantire la salute dei piccoli consumatori.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... veleno.htm

ciaooo Genfranco
.
.
genfranco
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Precedente

Torna a Archivio forum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti