Riadattamento del piede

Barefooters camminare ScalziForum Vegan dedicato al camminare scalzi, per molti cosa strana e rara e per pochi, quotidiana e sana regola.<p>

Moderatore: Vivere Scalzo

Riadattamento del piede

Messaggioda Vivere Scalzo » ven ott 28, 2011 12:00 am

Quanto tempo ha bisogno il piede per tornare a fare il piede?
Fare il piede vuol dire che sa camminare su tutte le superfici come quello di qualsiasi animale.

Purtroppo non ho ancora idea quanto durerà il processo di riadattamento, anche se i miglioramenti si vedono da un giorno all'altro, i piedi sono sempre più sani e forti, la pianta sempre più robusta, pur rimanendo morbida ed elastica.
Quando ho iniziato ad andare scalzo avevo difficoltà sugli asfalti molto duri e ruvidi o sul ghiaino, superfici che ora trovo piacevoli. Il piede pur non sentendo più il dolore ha acquisito sensibilità, ma ci sono ancora terreni molto impegnativi, soprattutto se devo percorrerli spedito.
Mi alleno costantemente, scegliendo la ghiaia all'erba o il brecciolino ai lati della strada al marciapiede, ma la strada è ancora lunga, anche se tutta in discesa.
La montagna è un ottima palestra, adatto la mia velocità alla difficoltà del terreno, perché in genere non vado in gruppo e posso permettermi di rallentare a piacere.

E i vostri piedi a che punto sono?


Giorgio

Immagine
Avatar utente
Vivere Scalzo
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sab nov 27, 2010 6:15 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Milo Girina » dom ott 30, 2011 5:00 pm

Premesso che ad oggi, 30\10\2011, vivo scalzo al 100% da pochi mesi riesco a superare con facilità quasi tutti i terreni. Mi sono recato anche a Tiscali, sul supramonte sardo (terreno piuttosto impegnativo) senza particolari difficoltà.
Probabilmente parto avvantaggiato perché ho sempre amato, soprattutto nel periodo estivo andare in giro scalzo, soprattuto per le scogliere... spesso anceh in palestra mi allenavo scalzo.

Spero comunque che questa mia testimonianza possa essere d'incoraggiamento per i neoscalzi. Liberarsi delle scarpe è più semplice di quel che si può pensare... ed anche più piacevole. Al punto che ora trovo poco piacevoli i terreni artificiali lisci ^__^
Avatar utente
Milo Girina
 
Messaggi: 5
Iscritto il: dom ott 30, 2011 4:53 pm
Località: Sardegna
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Vivere Scalzo » mar nov 01, 2011 11:33 pm

Son tornato a casa dopo alcuni giorni in montagna, devo dire che son tornato parecchio soddisfatto per i miglioramenti sia fisici che mentali.
Ieri ero in un castagneto e non ho avuto alcuna difficoltà, i piedi andavano da soli dove dovevano evitando i ricci. Ai pochi che ho calpestato ci ha pensato la pianta del piede sempre più allenata.
Penso che continuando ad allenarli costantemente torneranno a fare il loro lavoro a breve. I miglioramenti gli vedi solo quando ti avvicini al limite.
Per chi vuole avere buoni miglioramenti potrebbe andar bene anche un po' di sana ghiaia tutti i giorni.
Per chi invece si accontenta di camminare su superfici facili l'allenamento è soprattutto psicologico.

Giorgio
Immagine
Avatar utente
Vivere Scalzo
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sab nov 27, 2010 6:15 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Pizza pie » gio nov 03, 2011 9:47 pm

Non lo so, ma per il momento difficoltà non ne ho percepite... è anche vero che non affronto terreni difficoltosi o inusuali. Ma già una settimana dopo aver tolto le scarpe mi sembrava di non averne mai portate, talmente mi era venuto naturale stare scalza!!!
Le prime due settimane mi sono tagliata tre volte, tre buchini fatti da sassolini appuntiti, dolorosi ma che sono passati subito, più un paio di schegge.
La cosa che invece mi da noia ora è un ispessimento del tallone solo al piede destro :? che limo regolarmente.
A dire il vero mi si induriscono di più i talloni ora che quando mettevo le scarpe... :evil:
Ma non sono veri disagi... io limo... :lol:
Avatar utente
Pizza pie
Site Admin
 
Messaggi: 403
Iscritto il: mar ago 03, 2010 9:09 am
Località: Parigi
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Vivere Scalzo » lun nov 07, 2011 10:55 pm

I calli all'inizio vengono perché il piede si è dimenticato il suo vero ruolo.
Con il tempo la limatura sarà sempre più rara e meno profonda, perché il piede inizierà a ricordare cosa deve fare.

Giorgio
Avatar utente
Vivere Scalzo
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sab nov 27, 2010 6:15 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Pizza pie » mar nov 08, 2011 6:23 pm

Grazie Giorgio, proprio ieri cominciavo un po' a demoralizzarmi... mi fanno un po' male i talloni :( niente di grave... in compenso non mi danno più fastidio i sassolini appuntiti (ma li spargono apposta per noi sui marciapiedi?) :|
Avatar utente
Pizza pie
Site Admin
 
Messaggi: 403
Iscritto il: mar ago 03, 2010 9:09 am
Località: Parigi
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Vivere Scalzo » mar nov 08, 2011 8:51 pm

Pizza pie ha scritto:...i sassolini appuntiti (ma li spargono apposta per noi sui marciapiedi?) :|

Certo, lo fanno per non costringerci ad allenare i piedi solo fuori città... Poi diciamo che gli scarpati non ci vogliono bene :-)

Giorgio
Avatar utente
Vivere Scalzo
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sab nov 27, 2010 6:15 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Pizza pie » lun nov 21, 2011 9:45 pm

Ok, ho resistito finché ho potuto... ora non ce la faccio più... ho valutato se scriverti in privato (vergogna :oops: grande vergogna), ma alla fine ho deciso di scriverti qui. Bisogna avere il coraggio delle proprie azioni...

Il "problema" è questo: da poco più di due mesi sto scalza, tutto bellissimo, senso di libertà, no freddo, circolazione ok, fantastico. In questi due mesi i miei piedi sono cambiati, anche i sassolini appuntiti non mi bucano più la pianta del piede e non fanno più male, vado in aereo e non mi si gonfiano le gambe... tutto bellissimo...

Ma... i talloni! Sgrunt! "Prima" facevo regolarmente le mie sedute dalla podologa o dall'estetista+crema idratante=piedini di fata. Ora invece (l'ultima seduta dall'estetista risale a inizio ottobre e non voglio più andarci: ti tolgono tutto in base a come il piede deve essere esteticamente e non naturalmente!) mi si forma un po' di callo sui talloni, di più sul destro che sul sinistro (dipenderà da come cammino...) che raschio regolarmente+crema+spazzolino potente per togliere il nero dell'asfalto ma... periodicamente la pelle mi fa male, brucia proprio, come se quella sottostante stridesse con quella più dura in superficie. Quando invece non fa male (negli ultimi giorni) è comunque brutta e secca (vergogna :| ) con delle fessure verticali che faccio fatica a tenere pulite (diventano nere le bastarde!) e uno spessore "innaturale" che non riesco a limare completamente, per quanto insista.

IO VOGLIO I PIEDI COME I TUOI! Come nella foto dove li hai disegnati con gli auguri di Natale! :mrgreen: Ti prego: dimmi che è solo un passaggio e che piano piano tutto andrà a posto! :lol:

Istericamente scalza
Barbara
Avatar utente
Pizza pie
Site Admin
 
Messaggi: 403
Iscritto il: mar ago 03, 2010 9:09 am
Località: Parigi
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Vivere Scalzo » mar nov 22, 2011 11:22 am

Pizza pie ha scritto:Ma... i talloni! Sgrunt! ... mi si forma un po' di callo sui talloni, che raschio regolarmente+crema+spazzolino potente per togliere il nero dell'asfalto ma... periodicamente la pelle mi fa male, brucia proprio, come se quella sottostante stridesse con quella più dura in superficie. Quando invece non fa male ... è comunque brutta e secca ... con delle fessure verticali che faccio fatica a tenere pulite ... e uno spessore "innaturale" che non riesco a limare completamente, per quanto insista.

Il callo che fa male va eliminato giorno per giorno, primi che arrivi ad uno spessore tale da fessurarsi. Io uso la pietra pomice quando son costretto ad usare i sandali per lavoro, la sera al rientro.
Il callo che dici, immagino sia quella specie di coroncina dietro il tallone dura e brutta che viene a chi cammina solo su superfici piane. Va eliminata altrimenti ti preme come se calpestassi una cosa dura e ti fa diventare il retro del tallone spigoloso e non bello tondeggiante.
Le fessure si formano nella parte cornea e morta del derma, quindi una parte non sana e da eliminare senza mettersi troppi problemi.
Quello che eliminerei è la crema, eventualmente usala nella parte superiore del piede.

Giorgio
Avatar utente
Vivere Scalzo
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sab nov 27, 2010 6:15 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Pizza pie » mar nov 22, 2011 12:08 pm

Hai capito esattamente di cosa parlo: fa male ed è orrenda! :evil:
Grazie, oggi il morale va un po' meglio... 8)
Mi sono ricordata che a Carrara avevo comprato un pezzo di andesite... ci sono andata pesante... a piede asciutto... pare vada meglio, ma ho rimesso la crema. Non lo farò più!
Se sapessi come mettere un'immagine metterei la foto dell'andesite...
Ora ci provo:

Immagine
Avatar utente
Pizza pie
Site Admin
 
Messaggi: 403
Iscritto il: mar ago 03, 2010 9:09 am
Località: Parigi
Controllo antispam: cinque

Re: Riadattamento del piede

Messaggioda Pizza pie » mar nov 22, 2011 12:09 pm

:idea:
Avatar utente
Pizza pie
Site Admin
 
Messaggi: 403
Iscritto il: mar ago 03, 2010 9:09 am
Località: Parigi
Controllo antispam: cinque


Torna a Camminare scalzi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Veganok.com


VEGANOK S.R.L.
P.IVA 13693571005
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr