domanda da chi cammina scalzo

Forum dedicato al camminare scalzi.

Moderatore: Vivere Scalzo

domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda astra84 » sab ago 22, 2009 7:34 am

ciao a tutti, questa mia curiosità non vuol essere assolutamente un "attacco" ma voglio solo capire..visto che camminare scalzi mi affasciana molto.
...cioè questa pratica avrebbe sicuramente un senso, se si ricerca il contatto col terreno, se si ha la possibilità di camminare in luoghi come la campagna o nei parchi ecc... ma camminare sull'asfalto che sensazione di benessere può dare?...non vedo il contatto naturale e questa pratica perde di significato...
Non so se sono riuscita a spiegarmi, volevo chiedervi, quali sono i benefici che si traggono dal camminare naturalmente su un terreno che di naturale non ha nulla?!
astra84
 
Messaggi: 17
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:18 pm
Località: imperia

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda chiccovoice » mar ago 25, 2009 12:33 am

Ciao astra84! Beh,ti posso rispondere che essendo uno che cammina scalzo dovunque,(sono un barefooter "quasi totale")personalmente mi trovo meglio a camminare a piedi nudi sull'asfalto che su prato o sterrati. Ti spiego perchè:è vero che sentire sotto al piede la piacevole sensazione di un prato è meraviglioso,ma spesso,sia i parchi che la campagna,hanno superfici molto irregolari,molto benefiche fra l'altro per esercitare un massaggio plantare altamente salutare,ma per via appunto delle asperità che presentano,molte volte può risultare doloroso. Al contrario di quanto si pensi,invece camminare scalzi per esempio su asfalto,essendo questo di superficie più regolare,permette di effettuare un movimento alle piante dei piedi molto corretto,e meno stressante. Ovviamente per quello che mi riguarda,evito per esempio di camminare scalzo su asfalto o marciapiedi di autobloccante nelle ore più calde,perchè ovviamente,rischierei di ustionarmi i piedi.Anche se con l'allenamento,e l'indurimento delle piante,la percezione di bruciore diminuisce. La sensazione che provo,anche su superfici dure come queste,comunque è sempre quella di sentire esattamente dove appogio il piede:anche quì c'è una sorta di contatto diretto con la terra. Chicco.
chiccovoice
 
Messaggi: 80
Iscritto il: lun mag 26, 2008 10:56 am

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda astra84 » ven ago 28, 2009 7:38 am

grazie chicco per la tua risposta...ma se camminare scalzi vuol significare tornare il più possibile al nostro stato naturale, bè certamente camminare sull'alfalto tanto naturale non è...e visto che molti anni addietro di asfalto non ce n'era e come dici tu andare sul terreno scalzi è "scomodo" forse le scarpe sono state create proprio a questo fine...quindi è troppo facile andar scalzi sull asfalto o i terreni "comodi", dovresti farlo sui campi scomodi!!...
non so se mi sono spiegata, è un pò contorto il mio discorso!!.. :D

Cosa ne pensate?..aspetto altre risposte per capire..
astra84
 
Messaggi: 17
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:18 pm
Località: imperia

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda chiccovoice » ven ago 28, 2009 8:55 pm

Ciao! Come dicevo,io cammino su qualsiasi superficie:prato,asfalto,marciapiedi in autobloccante,ghiaino,quest'inverno ho sempre camminato scalzo anche su marciapiedi gelati,senza per altro soffrire freddo,(sembra strano ma il piede,a contatto con un materiale "gelido",si uniforma alla temperatura eliminando la sensazione di freddo:una cosa che consiglio di provare,se me lo avessero raccontato,non ci avrei creduto),quindi,come vedi,non elimino nessuna superficie,ma ripeto,preferisco l'asfalto piuttosto che lo sterrato. Chicco.
chiccovoice
 
Messaggi: 80
Iscritto il: lun mag 26, 2008 10:56 am

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda redvegana » sab ago 29, 2009 11:55 am

Ciao, anch'io adoro camminare scalza, ma non sull'asfalto, il marmo ed altri terreni che mi diano una non piacevole sensazione di eccessivo calore o freddo :? . Preferisco farlo in un parco, in spiaggia e in montagna.
redvegana
 
Messaggi: 10
Iscritto il: sab ago 29, 2009 11:45 am
Località: Roma
Controllo antispam: cinque

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda rossanes » mar gen 26, 2010 11:37 pm

in effetti vorrei vedervi in questi giorni a camminare sulla neve o magari sul ghiaccio.... :shock:
Avatar utente
rossanes
 
Messaggi: 519
Iscritto il: mer ott 31, 2007 6:28 pm
Controllo antispam: cinque

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda Sauro Martella » dom feb 07, 2010 5:28 pm

Ciao rossanes,
non vedo perchè dovresti meravoigliarti... Chi come me cammina scalzo permanentemente è ovvio che lo fa anche sulla neve o sul ghiaccio... personalmente devo dire che qui a Promiseland.it ha nevicato molto quest'anno anche per quasi 10 cm e mai ho neanche pensato di indossare scarpe per uscire... Non ne ho proprio sentito l'esigenza. Probabilmente se avessi dovuto camminare per giorni interi sulla nee avrei avuto bisogno di farlo, ma farlo per qualche ora o una mezza giornata, sinceramente non vedo il problema...
:-)
Avatar utente
Sauro Martella
 
Messaggi: 1788
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Località: Alta Versilia

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda Farfallina Blu » lun mar 15, 2010 2:03 am

Effettivamente la questione è interessante.
Quello che Astra forse voleva dire è: camminare scalzi è nobile e primordiale... ma amare di camminare sull'asfalto è come voler 'chiamare' Dio col cellulare!

Io personalmente: in casa sto scalza, appeno arrivo in una casa se possibile pure, su prati, campagna, boschi ecc pure. Amo farlo e non mi domando se farlo o meno.. succede da sé e da sempre. Mia mamma dice che mi rincorreva sempre per prendere le scarpe. A mare cammino scalza anche sull'asfalto talvolta.. è estate e mi sento più selvaggia...e poi c'è la spiaggia vicino o un prato..e allora mi viene anche lì naturale...

Nella metropoli i primi anni sentivo il bisogno anche per strada, ma l'asfalto mi rimandava emozioni pesante, cupe ed inquinate. Una domenica mattina però feci un giro scalza in città (calcolate che a vedermi non si direbbe mai), mi piaceva il mio piede sull'asfalto questo sì..come sempre..la libertà... ma non mi piaceva l'asfalto sotto il mio piede, di uno sporco innaturale e contaminato, inquinato e pieno di macchie d'ogni tipo, non riassorbite dalla terra...lì chissà da quanto.

La conclusione è stata che 'non posso cercare mezzoggiorno alle tre' e allora senza forzarmi ho accettato che 'camminare a piedi nudi sull'asfalto' nella metropoli...mi fa proprio schifo (energeticamnte parlando :P)!
E sento che non può essere segno di naturalismo..anzi.. mi sembra un'interessante distorsione... che il piede (lui che è più antico ed intelligente di noi) preferisca l'asfalto al campo...
Se così è... quel piede.. per la sua propria evoluzione... ha più bisogno di scarpe che di stare scalzo.. ed osservare cosa questo suscita in lui...


ma forse... dico solo scemenze :)
Farfallina Blu
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 15, 2010 12:35 am
Controllo antispam: cinque

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda Sauro Martella » lun mar 15, 2010 8:58 am

He he farfallina blu, ovviamente sono sensazioni personali ed è giusto che ognuno si comporti come si sente più a suo agio... personalmete (neanch'io ovviamente amo particolarmente camminare sull'asfalto) mi dà molto più fastidio e giudici igienicamente peggiore rinchiudere il piede in una scatola dove non respira altro che muffe, batteri, esalazioni di collanti tossici ed altre amenità... molto meno grave l'asfalto...
E comunque le scarpe non le ho più, quindi il problema non si pone... :-)
Avatar utente
Sauro Martella
 
Messaggi: 1788
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Località: Alta Versilia

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda Farfallina Blu » lun mar 15, 2010 12:44 pm

Sauro Martella ha scritto:E comunque le scarpe non le ho più, quindi il problema non si pone... :-)


:)
Farfallina Blu
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 15, 2010 12:35 am
Controllo antispam: cinque

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda chiccovoice » gio mar 18, 2010 9:48 pm

Farfallina Blu ha scritto:Effettivamente la questione è interessante.
Quello che Astra forse voleva dire è: camminare scalzi è nobile e primordiale... ma amare di camminare sull'asfalto è come voler 'chiamare' Dio col cellulare!

Io personalmente: in casa sto scalza, appeno arrivo in una casa se possibile pure, su prati, campagna, boschi ecc pure. Amo farlo e non mi domando se farlo o meno.. succede da sé e da sempre. Mia mamma dice che mi rincorreva sempre per prendere le scarpe. A mare cammino scalza anche sull'asfalto talvolta.. è estate e mi sento più selvaggia...e poi c'è la spiaggia vicino o un prato..e allora mi viene anche lì naturale...

Nella metropoli i primi anni sentivo il bisogno anche per strada, ma l'asfalto mi rimandava emozioni pesante, cupe ed inquinate. Una domenica mattina però feci un giro scalza in città (calcolate che a vedermi non si direbbe mai), mi piaceva il mio piede sull'asfalto questo sì..come sempre..la libertà... ma non mi piaceva l'asfalto sotto il mio piede, di uno sporco innaturale e contaminato, inquinato e pieno di macchie d'ogni tipo, non riassorbite dalla terra...lì chissà da quanto.

La conclusione è stata che 'non posso cercare mezzoggiorno alle tre' e allora senza forzarmi ho accettato che 'camminare a piedi nudi sull'asfalto' nella metropoli...mi fa proprio schifo (energeticamnte parlando :P)!
E sento che non può essere segno di naturalismo..anzi.. mi sembra un'interessante distorsione... che il piede (lui che è più antico ed intelligente di noi) preferisca l'asfalto al campo...
Se così è... quel piede.. per la sua propria evoluzione... ha più bisogno di scarpe che di stare scalzo.. ed osservare cosa questo suscita in lui...


ma forse... dico solo scemenze :)
Ciao. Non dici scemenze. Camminare scalzi è il gesto più antico dell'uomo,per cui,andrebbe fatto in natura. Però personamente ho constatato che comunque camminando scalzo,il movimento che compie il piede,è sempre molto salutare e corretto anche camminando su asfalto. Ho notato,per altro che l'asfalto,anche in inverno,con pochi raggi si sole è sempre tiepido,per cui aiuta ed invoglia a camminarci scalzi anche col freddo. E' una sensazione del tutto personale la mia,però l'ho presa lo stesso in considerazione,visto che mi piace moltissimo cammminare scalzo e non sempre posso permettermi,di farlo in natura quando voglio. Chicco.
chiccovoice
 
Messaggi: 80
Iscritto il: lun mag 26, 2008 10:56 am

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda Farfallina Blu » ven mar 19, 2010 9:51 am

Grazie per il confronto a tutti :)

Solo un consiglio: fate pediluvi con olio essenziale di tea tree oil...
Io li faccio pure, ancor più voi che camminando scalzi dovreste avere più cura e coccole per i vostri piedini.

Un abbraccio a tutti!
Farfallina Blu
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 15, 2010 12:35 am
Controllo antispam: cinque

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda BarefootGuy84 » mar ago 31, 2010 9:01 pm

Premettendo che le preferenze personali non si discutono io non sono d'accordo sul fatto che camminare scalzi sull'asfalto non sia naturale, il camminare a piedi nudi è naturale, ovunque lo si faccia, c'è chi pensa che le strade siano troppo sporche per camminarci a piedi nudi e chi, come me, prova piacere nel sentire il contatto con diversi tipi di terreno, compreso l'asfalto, il marmo o le mattonelle.
BarefootGuy84
 
Messaggi: 17
Iscritto il: mar ago 31, 2010 7:59 pm
Controllo antispam: cinque

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda Sauro Martella » ven set 03, 2010 8:04 am

CiaoBarefootGuy84,
anch'io ho sempre camminato piacevolmente sopratutto sulle superficie libere a vista e l'asfalto ne è un classico esempio.
:-)
Avatar utente
Sauro Martella
 
Messaggi: 1788
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Località: Alta Versilia

Re: domanda da chi cammina scalzo

Messaggioda sognatoredipace » mer set 08, 2010 2:57 am

Anche io appena arrivo a casa mi spoglio fino a rimanere in mutande anche in pieno inverno e cammino comodamente a piedi nudi, lo ho sempre voluto fare anche nei parchi ecc.. ma sinceramente lo trovo un azzardo, spesso collaboro con il wwf nella ripulita di parchi e trovo una quantità mostruosa di siringhe e vetracci rotti di gente che si diverte a tirare le bottiglie contro gli alberi ( il divertimento poi sanno solo loro quale sia ) e cose come questa mi fanno avere un gran timore di infilare un piede in mezzo all'erba, preferirei prendere una tagliola, 30 punti di sutura e torno come nuovo, una siringa invece... chissà che malattie ci si prende... Io però trovo molto interessante togliersi le scarpe in montagna, la prossima volta lo vorrei fare, zona incontaminata, più appiglio sulle superifici, che c'è di meglio! Sull'asfalto diventa il compromesso per chi come me vorrebbe vedere dove va, il problema maggiore cmq resta il dover andare a lavoro, lì bisogna andarci per forza con le scarpe, anche avendo una attività propria nessuno verrebbe da una persona "strana" ( ai loro occhi ) che cammina scalzo. Quando avrò una casa col giardino sarà una abitudine però!
sognatoredipace
 
Messaggi: 47
Iscritto il: dom lug 11, 2010 11:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Prossimo

Torna a Camminare scalzi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite