Per Fabrizio: acqua del rubinetto in spignatti per la casa?

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Per Fabrizio: acqua del rubinetto in spignatti per la casa?

Messaggioda spongeflower » dom nov 05, 2017 7:35 pm

Ciao! Ho la sfortuna di avere l'acqua dura (sebbene io non riesca a trovare le analisi chimiche di Verona e quindi non possa essere più precisa). Per i detersivi autoprodotti (soluzione di citrico, Sonia e sartana liquido, anticalcare per sanitari, sgrassatore) mi domandavo se fosse meglio utilizzare acqua del rubinetto (dura) o di bottiglia a basso residuo fisso. Il risparmio di citrico o citrato di sodio che si avrebbe usando l'acqua di bottiglia supererebbe lo spreco dovuto a bottiglia e trasporto dell'acqua oppure no? E in caso come si devono calcolare citrico e bicarbonato per fare il citrato di sodio con acqua del rubinetto in base alla durezza dell'acqua (se riesco a trovare le analisi)? Grazie mille!! :)
PS. Spero che la risposta alla seconda domanda non sia "se non frizza più hai imbroccato il citrico" perché stare lì a buttare dosi infinite di citrico e bicarbonato non fa per me ;)
Avatar utente
spongeflower
 
Messaggi: 8
Iscritto il: lun nov 25, 2013 3:48 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Per Fabrizio: acqua del rubinetto in spignatti per la ca

Messaggioda Erica Congiu » lun nov 06, 2017 1:43 pm

Ciao Spongeflower, purtroppo non sono ferratissima in tema autoproduzione, quindi al momento non posso rispondere al secondo quesito (ma proverò a fare qualche ricerca a riguardo), però vorrei darti un consiglio, penso che anche nella tua città (qui a parma ce ne sono parecchi) dovrebbero esserci dei "distributori automatici" di acqua potabile, ovvero delle stazioni ben organizzate dove poter fare rifornimento di acqua potabile, controllata e analizzata a intervalli regolari, con tanto di certificato da poter consultare (quindi potresti anche accertarti dell'effettiva durezza dell'acqua per fare i tuoi calcoli). In questo caso non c'è alcun spreco di bottiglia (puoi riempire direttamente una tanica) e se la stazione non è lontanissima, nemmeno di carburante. Mi pare un buon compromesso, no? :wink:
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 191
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto


Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 25 ospiti