Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Forum di supporto al sito Biodizionario.it

Moderatore: Fabrizio Zago

Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Messaggioda Carla93 » mer apr 19, 2017 11:54 pm

Salve a tutti. Dopo aver letto tantissime discussioni in merito all'autoproduzione di un detersivo liquido per il bucato, vorrei porre alcune domande a Fabrizio.
Una gentilissima utente del forum (MaraMara che ringrazio) ha voluto condividere con me la ricetta del suo detersivo.
Ciao Carla, ecco la ricetta:

55gr apg
55gr cocoamidopropilbetaina
150gr citrato di sodio
40gr solvay sciolto in 50gr di acqua distillata
15gr marsiglia sciolto in 650gr di acqua distillata

Il ph è 10-11.

La domanda è questa: se io volessi produrre un detergente prendendo spunto da questo, e volessi però potenziarlo, potrei aggiungere a questi due tensioattivi, lo SLES? E se si quale sarebbe la proporzione tra tensioattivi?
Ho letto una discussione nella quale Fabrizio suggeriva ad un'altro utente che voleva utilizzare lo SLES di sostituirlo con il sodio lauril solfato perché più lavante, io però vorrei optare se possibile per lo SLES perché per me è di più facile reperibilità, l'ho trovato a un prezzo che mi sembra buono e inoltre mi servirebbe accoppiato con betaina e APG per produrre un detersivo piatti approvato sul forum di Lola (sarebbe bello poter utilizzare le stesse materie prime per produrre cose diverse).
Chiedo inoltre a Fabrizio sempre se possibile, un parere sulla compatibilità ambientale dei detergenti eventualmente prodotti con l'utilizzo di questi tre tensioattivi.
Ringrazio in anticipo chiunque abbia la pazienza di rispondere alle mie domande. Spero di essere stata chiara nell'esporre l'argomento, so già che probabilmente avrò fatto una marea di errori, chiedo venia, è la mia prima domanda e sono un po emozionata :oops: Grazie ancora.
Carla93
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lun gen 16, 2017 2:07 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Messaggioda Fabrizio Zago » gio apr 20, 2017 11:28 am

Ciao Carla93 e benvenuta tra noi. E' bello che tu provi una emozione nel parlare con noi e ti assicuro che anche dopo 17 anni di moderazione di questo forum, la provo anche io una forte emozione quando scopro che se cose che dico servono a qualcuno.
Ma passiamo alle tue domande:

La domanda è questa: se io volessi produrre un detergente prendendo spunto da questo, e volessi però potenziarlo, potrei aggiungere a questi due tensioattivi, lo SLES? E se si quale sarebbe la proporzione tra tensioattivi?
Io lascerei così come stanno e aggiungerei il 5-7% di SLES ma attenzione calcolato al 100%. Lo SLES si può acquistare in due forme: al 27% o al 70% di materia prima lavante. Quindi non sapendo quale delle due hai a disposizione devi fare qualche conto.

Ho letto una discussione nella quale Fabrizio suggeriva ad un altro utente che voleva utilizzare lo SLES di sostituirlo con il sodio lauril solfato perché più lavante, io però vorrei optare se possibile per lo SLES perché per me è di più facile reperibilità, l'ho trovato a un prezzo che mi sembra buono e inoltre mi servirebbe accoppiato con betaina e APG per produrre un detersivo piatti approvato sul forum di Lola (sarebbe bello poter utilizzare le stesse materie prime per produrre cose diverse).
In realtà suggerisco il SLS e non lo SLES perché nel primo non c'è nessun componente petrolchimico nel secondo invece c'è. Ma sappiamo anche che lo SLES è super biodegradabile e che ha un impatto piccolissimo nell'ambiente. Il vero problema è che fa una schiuma dell'inferno e se non si riesce a tenerla sotto controllo con il sapone sono guai e quindi ai primi lavaggi devi tenere d'occhio la schiuma altrimenti fai rompere la lavatrice.

Chiedo inoltre a Fabrizio sempre se possibile, un parere sulla compatibilità ambientale dei detergenti eventualmente prodotti con l'utilizzo di questi tre tensioattivi.
Ottima compatibilità ambientale, ottima!

Ciao
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16799
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm

Re: Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Messaggioda Carla93 » gio apr 20, 2017 7:10 pm

Grazie mille Fabrizio per la tua risposta tempestiva ed esaustiva. Farò molto volentieri i calcoli necessari :D non mi resta che procurarmi le materie prime e procedere alla realizzazione del detersivo, sperando che superi brillantemente il test della mamma ex lavandaia, moooolto esigente quando si parla di bucato. Vi aggiornerò dopo aver testato il prodotto. Grazie ancora
Carla93
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lun gen 16, 2017 2:07 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Messaggioda Carla93 » ven apr 21, 2017 5:25 pm

Fabrizio posso disturbarti nuovamente?
Lo sles a mia disposizione è quello con il 27% di materia pura lavante, quindi se non ho sbagliato i calcoli dovrei prelevarne 20 g tal quale.
Ti scrivo la ricetta del detersivo che stavo pensando i realizzare:
APG 55g
Betaina 55g
SLES 20g
Sosa Solvay 30g
Citrato di sodio 150g
Sapone autoprodotto 100g (è troppo? Ho paura di rovinare la lavatrice con troppa schiuma da tensioattivi)
Acqua 600g
Probabilmente avrò sbagliato qualcosa :oops: attendo correzioni e consigli. Grazie ancora.
Carla93
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lun gen 16, 2017 2:07 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Messaggioda Fabrizio Zago » sab apr 22, 2017 10:56 am

No, non hai sbagliato nulla ma cose sai questo tipo di detergenti risente moltissimo di molti fattori, uno veramente importante è la durezza dell'acqua. Quindi diciamo che partiamo da questa ricetta e poi cercheremo di adattarla alle tue specifiche esigenze. Ok?
Ciao
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16799
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm

Re: Scelta tensioattivi per autoproduzione detersivo

Messaggioda Carla93 » sab apr 22, 2017 11:24 am

Va bene Fabrizio e grazie ancora! Vi farò sapere per i risultati.
Carla93
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lun gen 16, 2017 2:07 am
Controllo antispam: diciotto


Torna a BioDizionario: Cosmetici e prodotti Biodegradabili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti