Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda blueyesvegan » mar mag 12, 2015 7:36 pm

Si è già parlato, in questo forum, della validità dei solari della ditta tedesca eco-cosmetics, di cui riporto il link ufficiale:

http://www.eco-naturkosmetik.de

Fino all'anno scorso i loro solari contenevano Titanium Dioxide in forma micro, e soprattutto per questo, anche quest'anno ho deciso di affidarmi a tale azienda per la protezione solare.
Ho così ordinato una loro crema, con protezione 50+.
Non appena mi è arrivata, ho letto l'INCI, e con mio grande stupore e dispiacere ho rilevato che è riportata sulla confezione la presenza di Titanium Dioxide in forma nano. In particolare è così scritto:

Nanometer: external dimensions: approx. 400nm, internal structure: approx. 15nm

Secondo voi, cosa ha spinto questa azienda molto seria a virare verso la forma nano del Titanium Dioxide, dopo che per anni aveva usato la forma micro?
blueyesvegan
 
Messaggi: 177
Iscritto il: ven feb 01, 2008 5:03 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda adria67 » mer mag 13, 2015 7:01 am

a mio modestissimo parere è una questione di spalmabilità del prodotto.
più è "nano" meno lascia la scia bianca.
però....
Avatar utente
adria67
 
Messaggi: 662
Iscritto il: gio giu 07, 2012 10:13 pm
Località: genova
Controllo antispam: cinque

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda blueyesvegan » mer mag 13, 2015 9:19 am

adria67 ha scritto:a mio modestissimo parere è una questione di spalmabilità del prodotto.
più è "nano" meno lascia la scia bianca.
però....


Però...un'azienda che ha manifestato negli anni la sua serietà e la sua intransigenza nel non piegarsi a compromessi qualitativi, dovrebbe evitare di usare sostanze sulle quali si hanno dei sospetti di nocività per l'organismo.
Soprattutto se consideriamo che in precedenza la stessa azienda queste sostanze non le usava, a scopo cautelare. Ora il principio di precauzione non vale più? Il rigore etico dov'è finito? E' meglio ottenere una maggiore spalmabilità del prodotto, a fronte di minori garanzie di sicurezza per l'utilizzatore? Valgono insomma di più gli utili aziendali di qualsiasi principio morale?
blueyesvegan
 
Messaggi: 177
Iscritto il: ven feb 01, 2008 5:03 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda adria67 » mer mag 13, 2015 9:24 am

no, no.....ma io tentavo solo di dare una spiegazione "logica".
per il resto non so porprio cosa dire, a meno che non sia uscito qualche studio che sdogana il "nano"...
Avatar utente
adria67
 
Messaggi: 662
Iscritto il: gio giu 07, 2012 10:13 pm
Località: genova
Controllo antispam: cinque

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda blueyesvegan » mer mag 13, 2015 12:44 pm

Immagine
blueyesvegan
 
Messaggi: 177
Iscritto il: ven feb 01, 2008 5:03 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda blueyesvegan » mer mag 13, 2015 12:47 pm

Quello appena postato è l'inci di un olio solare della eco-cosmetics.
Come vedete sarebbe perfetto se non avesse nanoparticelle.
blueyesvegan
 
Messaggi: 177
Iscritto il: ven feb 01, 2008 5:03 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda marinuts » ven mag 15, 2015 9:25 pm

Anche Fitocose da quest'anno ha inserito in una delle sue linee di solari le nanoparticelle.
Citano uno studio che prende in considerazione la letteratura degli ultimi 20 anni (in gergo di dice una "review") dalla quale, secondo gli autori, si evince che non sussiste rischio per la saluta umana se si utilizzano forme nano di ossido di zinco e di titanio nelle formulazioni cosmetiche.
Human safety review of “nano” titanium dioxide and zinc oxide
Karsten Schilling, Bobbie Bradford,Dominique Castelli, Eric Dufour,d J. Frank Nash,Wolfgang Pape, Stefan Schulte,Ian Tooley, Jeroen van den Bosch and Florian Schellauf
Photochem. Photobiol. Sci., 2010, 9, 495-509

Potete leggere la spiegazione qui
http://www.fitocose.it/approfondimenti/ ... spx?id=529

quindi sta cominciando lo "sdoganamento" del nano? Con il mio GAS abbiamo deciso di seguire la linea del principio di precauzione per cui continueremo a comprare creme con microparticelle.
Che ne pensi Fabrizio di quest'articolo? Non l'ho ancora letto...
marinuts
 
Messaggi: 24
Iscritto il: lun set 27, 2010 1:02 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda Fabrizio Zago » dom mag 17, 2015 12:51 pm

Bella discussione.
Se cerchiamo degli articoli che dicano tutto ed il contrario di tutto, ebbene non c'è dubbio che li troviamo. C'è chi dice che la shoah non c'è mai stata, figuriamoci se qualcuno non può sostenere che le particelle nano non fanno male.
La questione poi è un'altra: la Commissione Europea NON ha detto che le forme Nano sono "certamente" pericolose, ha detto semplicemente che occorre approfondire gli studi. Fino a quando la questione non sarà completamente sdoganata, ebbene fino ad allora si deve avvisare il consumatore della presenza di nanoparticelle.
Voi sapete bene che io, adottando il principio di precauzione, aspetto la fine di queste indagini e poi, solamente poi, dirò la mia opinione sulla base di quello che avrò letto.

Ma la questione delle nanoparticelle è particolarmente complessa e merita almeno una piccola digressione. blueyesvegan dice che la ditta che ha citato è nota per essere seria. E' vero. Infatti, anche questa volta dice una cosa vera che possiamo tradurre così: Se io faccio una crema con delle nanoparticelle e la mando in laboratorio affinché mi si dica quante di queste particelle ci sono, la risposta è che NON ce ne sono. Le nanoparticelle infatti si agglomerano tra loro ed il microscopio le vede come una forma MICRO e non NANO.
Ovviamente c'è chi ci gioca su questo fatto ed usa nano senza dichiararlo ma si tratta di truffatori e noi non abbiamo tempo per questa gente qui.
Riassumendo la ditta dice che "400nm, internal structure: approx. 15nm" il microscopio vede una struttura esterna di 400nm me che questa struttura è formata da particelle di 15nm. Complimenti per la trasparenza e per la correttezza dell'informazione ma questo prodotto contiene nanoparticelle e quindi a me non va bene, non prenderò quel prodotto ed ho un buon motivo per farlo e cioè che ci sono ottimi prodotti solari SENZA forme NANO. Io prendo quelli lì.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda Fabrizio Zago » lun mag 18, 2015 10:16 am

Ho controllato il disciplinare ICEA. Ebbene ICEA AMMETTE LE FORME NANO.
Inutile dire che personalmente sono assolutamente contrario a questa decisione. Ma come? La UE ci dice che le forme nano vanno studiate e verificate e ICEA le ammette tranquillamente infischiandosene del minimo di principio di precauzione? Sono senza parole.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda adria67 » lun mag 18, 2015 10:53 am

anche io :? :?

comunque permane l'obbligo di indicarlo in etichetta...vero????
Avatar utente
adria67
 
Messaggi: 662
Iscritto il: gio giu 07, 2012 10:13 pm
Località: genova
Controllo antispam: cinque

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda Fabrizio Zago » lun mag 18, 2015 11:38 am

Sì, certo! Ma è questo che mi lascia perplesso. Se ICEA certifica prodotti normali, cioè senza tenere conto del principio di precauzione, dove andremo a finire?
Tieni conto poi che Cosmos Standard, cioè il disciplinare europeo a cui ICEA ha aderito (anzi ne è fondatore), esclude categoricamente le forme nano. Ed allora capisco sempre meno. Siccome non può essere un effetto di senescenza precoce penso che ICEA di debba spiegare alcune cosette. La settimana prossima incontro i vertici di ICEA e gli chiederò ragione di questa decisione. Poi ne parliamo.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda Luabangla » lun mag 18, 2015 11:44 am

Sono molto interessata a questa discussione e a quello che dirà ICEA in merito.
Grazie Fabrizio per tenerci aggiornati.
Avatar utente
Luabangla
 
Messaggi: 32
Iscritto il: sab giu 11, 2011 1:08 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda adria67 » lun mag 18, 2015 12:26 pm

Grazie Fabrizio!
aspettiamo che tu ne venga a capo....e poi che ci illumini! :mrgreen:
Avatar utente
adria67
 
Messaggi: 662
Iscritto il: gio giu 07, 2012 10:13 pm
Località: genova
Controllo antispam: cinque

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda Pauline » lun mag 18, 2015 4:03 pm

Anch'io ho scoperto di recente che Icea ammette le forme nano.
Anche Omia Laboratoires ha fatto solari con filtri nano certificati Icea.
Fitocose invece li fa da tempo (la linea alla carota), ultimamente ha inserito la linea 'sole mio', con filtri non nano, pur ribadendo che, secondo i loro studi, le forme nano non sono pericolose.
Non ci sono certezze, chi dice una cosa, chi dice il contrario.
Certo, la decisione di Icea lascia perplessi.
Non bisogna fare terrorismo, però in mancanza di certezze, la prudenza è d'obbligo.

Io personalmente, sono arrivata ad un compromesso: in viso uso i nano per una questione estetica, sul corpo invece no.
L'importante è che si possa scegliere consapevolmente e liberamente!
Pauline
 
Messaggi: 22
Iscritto il: dom nov 30, 2014 1:22 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Solari Eco-cosmetics: da micro a nano!

Messaggioda Fabrizio Zago » lun mag 18, 2015 4:14 pm

"L'importante è che si possa scegliere consapevolmente e liberamente"
Parole sante, parole sante.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Prossimo

Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 21 ospiti