come si lava un tappeto?

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda michael kohlhaas » mer set 07, 2011 8:11 pm

Grazie Fabrizio e Gemma.
Ho fatto una piccola ricerca su questo prodotto. E' un'argilla naturale assorbente e si può acquistare anche su internet (stando attenti perché ci sono notevoli differenze di prezzo tra un sito e l'altro).
michael kohlhaas
 
Messaggi: 55
Iscritto il: mar lug 19, 2011 1:20 pm
Controllo antispam: cinque

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » lun ott 23, 2017 8:16 am

Fabrizio Zago ha scritto:"l'ammoniaca non mi sembra proprio rientri in tale categoria." Assolutamente vero. L'ammoniaca è tossica sia per gli umani che per gli animali (anche acquatici).
In Francia si vende una "Terra" cioè una polvere straordinaria che viene sparsa sopra il tappeto e lasciata agire (assorbe la sporcizia) e poi aspirata.
Ma in Iatalia non l'ho mai vista. Quanche surrogato potrebbe essere della farina di mais .... provare per credere.
Ciao
Fabrizio


Buon giorno a tutti,
Fabrizio puoi specificare i passaggi per "pulire" il tappeto con il mais? Innanzitutto che tipo di mais fioretto , integrale , taragna...
Ti ringrazio
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda Erica Congiu » lun ott 23, 2017 11:49 am

Pizza pie ha scritto:
Povere pecore... forse un forum vegano non è il posto migliore dove chiedere consiglio per una cosa del genere... :evil:
Noi non usiamo oggetti in lana... :cry:

Non mi pare che questo forum sia vegano. Forse lo è il portale, ma non il forum di Zago. O sbaglio?


Approfitto di questa "disquisizione" che risale al 2011 per fare un'importante premessa. Questo forum è inserito nella piattaforma promisland, il portale punto di riferimento del vivere etico vegan, di conseguenza la mia moderazione terrà sempre conto di questo. Detto ciò questo non vuol dire che non si possano affrontare argomenti che "violino" l'etica vegan, ma semplicemente vi esporrò il mio punto di vista da vegana, indicandovi le giuste alternative.

Questo topic è un perfetto esempio di questo concetto, perchè sì, la lana non è un materiale vegan, ma un po' tutti noi vegani ci troviamo ad un certo punto a dover scegliere se sbarazzarci di tutti i vari oggetti "non vegan" che appartengono al nostro passato , oppure tenerli. A mio parere entrambe le scelte sono plausibili, io ragiono sempre con una mentalità del tipo "quanto questa mia azione può incidere negativamente o positivamente sul benessere animale". Ebbene tenere o buttare un capo che già si possiede non cambia proprio nulla, l'azione è già stata compiuta, l'animale ha già subito l'abuso, non posso più fare nulla per evitarlo. L'unica cosa che posso concretamente fare è evitare di acquistare ancora cose di questo tipo, per non alimentare un mercato che non rispecchia la mia etica.

Tutto questo per dire che anche noi vegani possiamo trovarci nella situazione di dover lavare i nostri vecchi capi il lana. Esistono tanti detersivi ecologici specifici per capi delicati e lana, ma per rispondere al quesito di marcointe, sulla pulizia tramite farina di mais, ho trovato queste soluzioni:

SOLUZIONE 1:
Mescolate una tazza di maizena con mezza di bicarbonato, poi strofinate tutto con un panno umido. Lasciate asciugare per mezza giornata e poi rimuovete i residui con l’aspirapolvere.

SOLUZIONE 2:
A seconda delle dimensioni del tappeto da pulire potete regolare le quantità, io in genere utilizzo 1, 5 kg di farina di mais e 700 gr di amido di mais. Mischiate con un cucchiaio i due ingredienti in un contenitore e con l’aiuto di un colino spargete sul tappeto in modo da ricoprire tutta la superficie e distribuite con una spazzola per tessuti; lasciate agire per un paio d’ore e poi aspirate completamente.

SOLUZIONE 3:
Quest’ultima ricetta è davvero completa e sfrutta le proprietà assorbenti e deodoranti di diversi ingredienti:
400 gr di bicarbonato
150 gr di amido di mais
150 gr di farina di mais bianca
8 foglie di alloro
2 cucchiai di borace
2 cucchiai di chiodi di garofano
Mettete tutti gli ingredienti in un macinino e tritate fino ad ottenere una polvere finissima e omogenea. Travasate in un contenitore con spargitore, distribuite sul tappeto, lasciate agire tutta la notte e al mattino aspirate.

FONTI: risparmiare.mammafelice.it e leitv.it

Non conoscevo questo metodo, quindi ho fatto un po' di ricerca sul web, mi sembrano tutte soluzioni valide. Io sinceramente mi accontento di passare l'aspirapolvere e al bisogno metto in lavatrice a bassissima temperatura, bassissimi giri e detersivo ecologico specifico. Ma sono una sarda povera...i miei tappeti non sono così pregiati :)
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 163
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » mar ott 24, 2017 3:05 pm

Uauh! Sono abituato alle risposte enigmatiche a volte incomplete di Fabrizio e qui al giorno dopo trovo tutto in una sola risposta!
Grazie!
Ah, secondo te è anche igienizzante? Sono tappeti che ho riciclato dalla discarica...non sarà vegano ma è etico
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda Erica Congiu » mer ott 25, 2017 7:08 pm

Grazie marco per l'apprezzamento :D Il bicarbonato è vagamente igenizzante...non aspettarti un granchè però. Quindi se utilizzi la soluzione 1 è meglio...ma non mangiarci sopra però :wink:
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 163
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » ven ott 27, 2017 1:32 pm

Erica Congiu ha scritto:Grazie marco per l'apprezzamento :D Il bicarbonato è vagamente igenizzante...non aspettarti un granchè però. Quindi se utilizzi la soluzione 1 è meglio...ma non mangiarci sopra però :wink:


Mi sembrano 2 prodotti naturali... Forse la3 con il borace è più "chimica"?

Te ne intendi di chimica?

Grazie ancora
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » ven ott 27, 2017 4:22 pm

Rileggendo il mio messaggio... Non sono stato chiaro.
Avrei pensato fosse più igienizzante la 3 con il borace rispetto alla 1 .
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » ven ott 27, 2017 9:51 pm

Avevo anche letto tempo fa di una soluzione di bicarbonato in acqua che sarebbe molto igienizzante ( altamente basica). Forse rovino il tappeto se la spruzzo sopra eh? :roll:
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda Erica Congiu » lun ott 30, 2017 3:15 pm

Ciao marco, ti ho citato la soluzione 1 solo perchè avevo automaticamente escluso la possibilità di utilizzo della 3 visto che era quella più macchinosa e per me di solito MASCHIETTO = PRATICITA'. Dimentico sempre che a volte voi uomini ci date la paga nelle faccende domestiche :lol:

La borace è sicuramente "chimica" banalmente possiamo dire che si tratta del prodotto della reazione tra acido borico e soda. Al momento stanno venendo fuori molti dubbi sulla sicurezza del suo utilizzo, potrebbe essere tossica sia per l'ambiente che per il nostro organismo, pertanto, in via precauzionale, meglio evitare.

Sul bicarbonato, non credo proprio potrebbe arrivare a rovinare il tessuto, anche ad alte concentrazioni, ma ripeto, il suo potere igenizzante è limitato, ti cito un bell'articolo di mammachimica che risolve un bel po' di dubbi:

1) CON IL BICARBONATO.....
Il bicarbonato di sodio è spesso usato a sproposito o viene consigliato erroneamente attribuendogli proprietà che chimicamente non ha. Il problema è che molti rimedi fasulli sono scritti anche nelle confezioni di bicarbonato dagli stessi produttori!
La cosa certa è che aggiungendo bicarbonato di sodio all'acqua si ha un'idrolisi basica e la soluzione che si ottiene è debolmente alcalina.
Quindi:

Il bicarbonato NON IGIENIZZA: preserva dai batteri solo se in soluzione SATURA, per effetto della sua salinità (infatti la salamoia è un noto metodo di conservazione). Ma non ha questa proprietà se viene usato nel bucato o in lavatrice. Per igienizzare può essere utilizzata l'ACQUA OSSIGENATA o il PERCARBONATO.

Il bicarbonato NON SGRASSA: per sgrassare ci vogliono i tensioattivi e sicuramente l'ambiente alcalino li “potenzierà”. L'alcalinità del bicarbonato è però blanda, se volete un rimedio efficace per pulire lo sporco grasso eccovi una ricettina facile facile:

SPRUZZINO SGRASSANTE:
- 100 g di Carbonato di Sodio (acquistabile nei supermercati come Soda Solvay , NON bicarbonato di sodio.)
- 80/100 g di detersivo per i piatti concentrato (il tensioattivo appunto)
- portare a 500 g con acqua (sarebbe meglio aggiungere soda all'acqua e non viceversa per non farla diventare un sasso!)
E' molto efficace è mi ha “liberato” dai soliti sgrassatori la cui puzza mi prendeva alla gola e mi dava il voltastomaco!
La dose del detersivo per i piatti potrebbe essere modificata a seconda dell'utilizzo del tipo di prodotto concentrato o non, potrebbe fare troppa schiuma, potreste volere uno sgrassatore più o meno forte, insomma bisogna sperimentare...

Il bicarbonato NON ELIMINA IL CALCARE: questa cosa gira in continuazione e non la capirò mai! Il calcare (carbonato di calcio) viene sciolto in ambiente acido, mentre il bicarbonato è una base debole! E infatti serve proprio per neutralizzare l'acidità dello stomaco!(a)
Per togliere il calcare ci vuole l'ACIDO CITRICO.
Si sostiene che aggiungendo il bicarbonato all'acqua si formi meno calcare, questo è vero ma non è una pratica utile per il lavaggio in lavatrice. Infatti, quando l'acqua nella lavatrice viene riscaldata si forma carbonato di calcio (calcare) che, essendo insolubile, si deposita all'interno della lavatrice stessa formando incrostazioni di calcare.
Aggiungendo bicarbonato è vero che una parte del calcio e del magnesio si "sposta" verso quest'ultimo, si forma bicarbonato di calcio, più solubile del carbonato di calcio, ma il carbonato rimane, quindi il problema non si risolve.
Le alte temperature sono il metodo per eliminare la durezza temporanea dell'acqua, dovuta ai bicarbonati di calcio e magnesio: Ca(HCO3)2 ? CaCO3 + CO2 + H2O, quindi se laviamo con acqua calda sempre calcare precipita appunto nella lavatrice (e se la temperatura aumenta la reazione si sposta a dx)!
Inoltre, lavando con acqua calda, la temperatura degrada il bicarbonato trasformandolo in carbonato di sodio (soda solvay) e quindi il problema viene accentuato invece che risolto: (2 NaHCO3 ? Na2CO3 + H2O + CO2). La soda solvay non ha una azione anticalcare diretta ma indiretta e fa ancora peggio: scambia il sodio con il calcio e diventa calcare vero e proprio che precipita sulla lavatrice e sugli indumenti!

Il bicarbonato NON HA NESSUNA CAPACITA' AMMORBIDENTE: gli ammorbidenti contengono delle sostanze “antistatiche”, che riducono cioè le cariche elettrostatiche tra le fibre e conferiscono piacevolezza al tatto (un effetto “cosmetico” al bucato). L'altra funzione è dovuta alla sua acidità che neutralizza l'alcalinità del bucato, dovuta al detersivo, ed elimina eventuali tracce di enzimi (potenzialmente allergizzanti)
Il bicarbonato non contiene queste sostanze ed è una base debole...

(a) Gli antiacidi sono basi deboli che neutralizzano l'acidità dello stomaco e alleviano i dolori e bruciori provocati dalla presenza di acido cloridrico. Sono preparati contenenti bicarbonato e altri sali di Mg, Ca, Al. Sono eliminati dallo stomaco in meno di un'ora. La loro efficacia è maggiore se presi dopo il pasto: il cibo rallenta lo svuotamento dello stomaco e quindi restano efficaci più a lungo.

NaHCO3 + HCl ? NaCl + H2CO3
H2CO3 ? H2O + CO2
Il bicarbonato trasforma l'acido cloridrico (acido forte) nello stomaco in acido carbonico (più debole) che a sua volta in soluzione si scinde in anidride carbonica (che è un gas, quindi si allontana con la tipica sensazione di digestione). In pratica rimane acqua e sale.


Ecco quindi ritornamo sempre su questo punto...anche qui viene citata l'acqua ossigenata come possibile antibatterico, l'unico problema è che andrebbe bene solo se i tappeti in questione fossero bianchi, altrimenti potrebbe scolorirteli..
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 163
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » lun ott 30, 2017 6:14 pm

Sono tra i maschietti che quando vuole fare una cosa la vuole fare al massimo 8)
Comunque io ho già usato una pseudo ricetta :roll: facendo un mix tra le date proposte

Maizena 2
Bicarbonato 1
Mais farina 1
Alloro 0.1

Frullato l' alloro ho miscelato tutto ,distribuito sul tappeto e poi strofinato con un panno umido .
dopo qualche ore al sole ho aspirato.

quindi non c'è una soluzione per dare igiene e/o pulizia profonda senza usare la chimica?
acido citrico al 20% o al 30%?
( non sono fanatico dell'igiene è che sono tappeti che ho riciclato dalla discarica)
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda Erica Congiu » mar ott 31, 2017 7:26 pm

Anche l'acido citrico è un bell'inghippo perchè per avere un effetto igienizzante lo dovresti usare ad alte concentrazioni, possibilmente insieme all'aceto...ma rischieresti di rovinare il tappeto.
Direi che anche a te potrei consigliare il Germocid polvere, come ho fatto in questa discussione dove si parlava proprio di come sterilizzare a fondo gli indumenti
viewtopic.php?f=2&t=44360&start=75

Però anche qui trovi acido citrico e viene liberato acido paracetico, quindi non ti posso assicurare che non rovini il tappeto...potresti chiedere all'azienda se il prodotto può essere adatto alla tua situazione.

Sembra proprio che qua bisogna scendere a compromessi :lol:
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 163
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda violadaprile » gio nov 09, 2017 3:47 pm

Salve,ho letto con interesse;secondo me il vapore,usato con oculatezza,diciamo senza premere troppo sul tessuto,non dovrebbe far danni;ho più dubbi sui vari detersivi.....
Avatar utente
violadaprile
 
Messaggi: 301
Iscritto il: gio mag 23, 2013 1:59 pm
Controllo antispam: cinque

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda marcointe » gio nov 09, 2017 7:10 pm

Provero ma è sporco proprio specialmente sotto. Se uso lo spruzzino sgrassante
va poi sciacquati?
SPRUZZINO SGRASSANTE:
- 100 g di Carbonato di Sodio (acquistabile nei supermercati come Soda Solvay , NON bicarbonato di sodio.)
- 80/100 g di detersivo per i piatti concentrato (il tensioattivo appunto)
- portare a 500 g con acqua (sarebbe meglio aggiungere soda all'acqua e non viceversa per non farla diventare un sasso!)
marcointe
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mer ott 09, 2013 2:32 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: come si lava un tappeto?

Messaggioda Erica Congiu » ven nov 10, 2017 3:00 pm

Eh sì andrebbe risciacquato, però se lo sciacqui in acqua tiepida non c'è alcun problema
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 163
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Precedente

Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti