Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Fabrizio Zago » mar gen 03, 2017 8:32 pm

Certo che puoi usare la cosa lo stesso, anzi io userei proprio il citrato in polvere e se non c'è umidità è preferibile perché così si degrada meno il percarbonato.
La quantità di citrato è direttamente legata alla durezza dell'acqua e solo provando diverse proporzioni potrai trovare il tuo dosaggio ideale.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Anurca » mar gen 03, 2017 9:11 pm

Grazie Fabrizio.....sempre gentilissimo.
Avatar utente
Anurca
 
Messaggi: 42
Iscritto il: dom mar 11, 2012 6:44 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Cip_ » lun mar 13, 2017 7:20 am

Ciao a tutti! Posso purtroppo partecipare poco al forum e mi ritrovo a scrivere solo quando ho problemi :?

Da moltissimi anni uso con piacere la ricetta della polvere per lavastoviglie fai da te. Mi sono sempre trovata benissimo. Tolgo il grosso dai piatti e veniva tutto bello pulito!

Mi sono trasferita, la lavastoviglie è sempre la stessa, la ricetta del detersivo pure. Uso sempre acido citrico come brillantante...eppure! Eppure il detersivo non si scioglie più. :(
Lavo a 65 gradi, quando finisce il lavaggio apro e mi trovo il detersivo raggrumato nella vaschetta, diventato come pietra. Ovviamente stoviglie sporche.
Provo ad alzare la temperatura e non cambia niente.
Verifico che la posizione del cassetto sia corretta e non vada ad impedire la corretta apertura, ma non cambia niente.
Avete idee sul perché possa succedere questa cosa?

Questa è la ricetta che seguo da questo da quasi 8 anni!
roberto65 ha scritto:
POLVERE LAVASTOVIGLIE
40 parti soda solvay
15 parti percarbonato puro
12 parti acido citrico
12 parti bicarbonato
1 parte amido di mais

Ho scritto parti e non percentuali perché il totale dà 80 e non 100.

Ad ogni lavatrice un cucchiaio colmo di polvere - 20 ml, come una tavoletta - ed un cucchiaino di detersivo per piatti
Cip_
 
Messaggi: 39
Iscritto il: ven dic 27, 2013 9:44 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Fabrizio Zago » mer mar 15, 2017 6:09 pm

Accidenti! Mai visto o sentito una cosa simile. Non ho proprio nessuna idea su cosa possa essere accaduto.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Cip_ » ven apr 07, 2017 1:49 pm

Ok, l'ultima cosa provata pare funzionare.
Passo l'asciugapiatti nel vano del detersivo per rimuovere ogni minima gocciolina di acqua e POI metto la polvere. E si scioglie perfettamente, di nuovo.
E' assurdo!
Capisco che partisse già la reazione chimica, ma il detersivo lo metto solo un istante prima di chiudere lo sportello e azionarla! di li a poco un getto di acqua sarebbe arrivato. Che sia sufficiente a creare problemi?
Pare di si...

Grazie comunque Frabrizio, per l'attenzione :wink:
Cip_
 
Messaggi: 39
Iscritto il: ven dic 27, 2013 9:44 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda lostomacodiagatha » mer gen 17, 2018 3:24 pm

Buonasera,
sto cercando di comprendere i meccanismi di autoproduzione corretti per un buon detergente lavastoviglie.
Avrei una domanda riguardo la ricetta di cui si parla, ammettendo di voler utilizzare il percarbonato fortificato di Officina Naturae, quindi:
- 40% soda solvay
- 60% percarbonato O.N.
le dosi sono 20g + 1 cucchiaino di detergente piatti nella vaschetta della lavastoviglie ad ogni lavaggio.

Sarebbe possibile sostituire il detergente piatti con sapone di marsiglia in scaglie? Se si in che percentuale?
Grazie.
lostomacodiagatha
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer gen 17, 2018 2:42 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Erica Congiu » gio gen 18, 2018 10:08 am

lostomacodiagatha ha scritto:Buonasera,
sto cercando di comprendere i meccanismi di autoproduzione corretti per un buon detergente lavastoviglie.
Avrei una domanda riguardo la ricetta di cui si parla, ammettendo di voler utilizzare il percarbonato fortificato di Officina Naturae, quindi:
- 40% soda solvay
- 60% percarbonato O.N.
le dosi sono 20g + 1 cucchiaino di detergente piatti nella vaschetta della lavastoviglie ad ogni lavaggio.

Sarebbe possibile sostituire il detergente piatti con sapone di marsiglia in scaglie? Se si in che percentuale?
Grazie.


Sinceramente non te lo consiglierei perchè sono formulazioni piuttosto diverse, ma vediamo se ti sa rispondere qualcuno più ferrato sull'autoproduzione...
Avatar utente
Erica Congiu
 
Messaggi: 255
Iscritto il: sab dic 05, 2015 1:50 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda Natural System » gio gen 18, 2018 5:57 pm

Ricetta utile e fantatica la riportero nel mio sito www.naturalsistem.it. Grazie Erica!
Natural System
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio gen 18, 2018 5:51 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Ricetta detersivo lavastoviglie..funziona!

Messaggioda frimpo » mer feb 21, 2018 3:19 pm

Buongiorno a tutte/tutti

ho avuto modo di leggere e apprezzare molto l'impegno per la formulazione del detersivo per la lavastoviglie.
Ho seguito con attenzione la ricetta per riprodurla e usarla con la mia macchina per stoviglie, eseguendo solo una piccola variante per prova: sostituire il cucchiaino di detersivo per piatti (circa 4 g) con pari peso di sapone in polvere autoprodotto prendendo ispirazione da un post del Dott. Zago che lessi molto tempo fa inerente il riciclo degli oli esausti.

Cerco di spiegarmi meglio: saponifico usando una miscela di oli di oliva e di girasole esausti con una quantità di idrossido di sodio pari a 300 g per 1 kg di miscela di oli, molto maggiore quindi di quanto se ne dovrebbe usare se si seguisse l'indice di saponificazione. Ciò non solo perché voglio essere certo che tutti gli acidi grassi vengano saponificati ma anche perché ricorro al metodo di saponificazione a caldo. Ripulisco poi la massa di sapone con tre salature eseguite in tre giorni successivi e inframezzate dallo sgocciolamento della stessa mediante teli di tulle. Con detta procedura libero quanto possibile il sapone dalla glicerina, ottenendo una massa che lascio asciugare qualche giorno in contenitori di plastica. Dopo di ciò sformo i panetti di sapone, li lascio asciugare per circa 4 settimane e poi li grattuggio a scagliette. Dopo un mese sono ben leggere e asciutte, tanto da poter essere ridotte in polvere con un comune robot da cucina. Il sapone in questione lo ripongo in sacchetti di cartone in luogo asciutto e ventilato.
Avendolo usato con discreti risultati per pretrattare la biancheria da macchie varie, per la pulizia dei pavimenti e per la pulizia di bicchieri e stoviglie con lavaggio a mano (addizionandolo con citrato di sodio e carbonato di sodio) mi son detto: "perché non provare?".

Risultato: davvero buono, per nulla inferiore a quello dei prodotti per lavastoviglie tanto pubblicizzati!!!

Essendo però un fan sfegatato del "dubbio metodico" ora mi chiedo: "sarà solo la mia impressione?, sarà che non voglio dir male del sapone autoprodotto che ho tanto 'coccolato'?".
Chiedo pertanto cortesemente al Dott. Zago di dirimere con la scienza chimica siffatto mio rovello e, se possibile, offrirmene breve spiegazione.

P.s: trovandomi sfornito di percarbonato di sodio puro ho anche io optato per lo sbiancante a base di ossigeno, con percarbonato > 30%, acquistato al discount. Il risultato non è male ma credo che la sostituzione abbia un lato negativo mica di poco conto: essendovi all'interno dello sbiancante dei tensioattivi, essi concorrono alla produzione di schiuma (devo però ammettere che anche il mio sapone autoprodotto ne produce!) che ad occhio e croce mi pare riempia troppo la lavastoviglie.
Dott. Zago in questi casi come intervenire per mitigare la schiumogenicità del sapone con e senza l'associazione dei tensioattivi?

Grazie mille per la pazienza nella lettura e mi sia perdonata la divagazione sull'autoproduzione di sapone, mio primo 'amore' :D
Grazie per l'eventuale risposta da parte del Dott. Zago e...resto sintonizzato
Francesco
frimpo
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer feb 21, 2018 2:36 pm
Controllo antispam: diciotto

Precedente

Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti