Perchè l'ammorbidente?

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Fabrizio Zago » gio mar 12, 2009 6:11 pm

Ciao mariatemporala,
la domanda mi sembra interessante e quindi è opportuno dare dei parametri:
- da 0 a 10 °F di rurezza non si usa nulla.
- da 10 a 25 vanno bene 100 ml di soluzione ogni lavaggio
- da 25 a 35 due bicchieri
- oltre tre bicchieri (ma è un disastro lo stesso).
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Romina2 » ven mar 13, 2009 11:15 pm

Scusatemi se intervengo per la mia solita domanda stupida.
Come posso sapere la durezza dell'acqua nella mia zona?
Esiste un metodo casalingo o devo comprare delle cartine di cui avevo letto qui (non sono sicura che misurassero la durezza :oops: ).
Grazie
Romina
Romina2
 
Messaggi: 238
Iscritto il: dom ago 10, 2008 9:53 pm

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda giuditta » sab mar 14, 2009 8:15 am

Ecco il link. L'ho trovato nella discussione sul citrato di sodio a pag. 3.

http://assocasa.federchimica.it/Assocas ... enDocument
Usa la funzione Ricerca che è nel testo.

Ciao
Giuditta
Avatar utente
giuditta
 
Messaggi: 30
Iscritto il: lun gen 19, 2009 10:06 am

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda BEWO » sab mar 14, 2009 10:07 am

Il mio prof. di chimica delle superiori disse che l'effetto morbido al tatto
degli ammorbidenti é dato dalle code delle catene di radicali liberi che
vengono depositate sulla superficie del tessuto e che creano
una specie di microscopica peluria che va appunto sentire la superficie
più vellutata... quando passi la mano le code si spezzano per cui
dopo un po' l'effetto "cosmetico" é perso

penso che siano totalmente inutili

se il problema è il calcare é forse meglio andare alla fonte ed installare un decalcificatore
che usare ammorbidenti, brillantanti, anticalcare per gli elettrodomestici etc
risparmiando anche nell'uso dei detersivi,allungando la vita degli
elettrodomestici...e avresti anche una pelle meno secca
BEWO
 
Messaggi: 31
Iscritto il: lun feb 23, 2009 6:58 pm

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Svirtry » sab mar 14, 2009 11:57 am

grazie bewo delle info interessanti. 8)
forse mi sai dire qualcosa anche sui filtri contenenti sali polifosfati riguardo ai quali avevo aperto in passato un post?
viewtopic.php?f=2&t=30849&p=244651&hilit=sali+polifosfati#p244651

invece che differenza c'è con un addolcitore? come funziona? ha bisogno di avere anche uno scarico e di essere collegato alla corrente giusto?
scusate la valanga di domande ma ancora non ho capito bene la questione... :?
Avatar utente
Svirtry
 
Messaggi: 277
Iscritto il: mer gen 28, 2009 5:17 pm

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Fabrizio Zago » sab mar 14, 2009 12:25 pm

Caro BEWO,
mi piacerebbe parlare col tuo professore di chimica per dirgli che dovrebbe aggiornarsi. Oppure sei tu che non hai colto bene quello che diceva.
L'ammorbidente non deposita nessun "radicale libero" ma delle molecole vere e proprie.
Si tratta di sostanze il cui peso molecolare è talmente elevato e la loro struttura è talmente stabile che "romperle" è praticamente impossibile.
La funzione dell'ammorbidente è dupplice: da una parte conferiscono un "tatto" particolare e qui si può discutere se sia utile o no, io penso che si viva bene anche senza questo effetto cosmetico. L'altra funzione invece è quella, grazie alla sua acidità, di neutralizzare l'alcalinità del bucato precedentemente trattato con sostanze alcaline, poi elimina eventuale tracce di enzimi (allergizzanti) e "passiva" i tessuti. Queste funzioni sono fondamentali e certamente si possono ottenere sia con ammorbidenti tradizionali che con soluzioni di acidi organici semplici come l'acido citrico, il lattico eccetera.
Ma sostenere: "penso che siano totalmente inutili" la ritengo una sciocchezza colossale.
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda BEWO » sab mar 14, 2009 3:04 pm

ho solamente "riferito" qualcosa che mi é stata raccontata più di 15 anni fa...
detta allora come oggi come una curiosità scientifica da lezione di scienze in un liceo.

sono sicuro che quel professore si sarà aggiornato nel frattempo... :lol:
non penso possa avere particolare interesse a parlare con te :wink:
e francamente ne sto perdendo io stesso l'interesse. :roll:

"penso che siano totalmente inutili" senza nessuna affermazione del tipo "per questo, questo e per quest'altro motivo"
direi che non é "sostenere" ma solamente un pensiero personale, in quanto non li uso, perché non indispensabili (a me),come non stiro calzini e mutande (e neanche il resto della biancheria)

inutili come i gioielli o la moda, utili solo a chi la vende e la fa o per chi ha un bisogno
disperato di modelli preconfezionati per sopravvivere o prosperare nella nostra società,
o inutile come rispondere ad una persona che non ha reale interesse a "comunicare"
(che nelle scienze della comunicazione moderna viene definita come "condividere")

e dato che il rapporto professore in cattedra-alunno muto non mi interessa, e non l'ho mai trovato utile ne quando
ero uno studente ne quando sono stato insegnante...direi che per me l'intero argomento "ammorbidenti" qui dentro
é concluso :lol:

quando proprio tutti i problemi di questo mondo verranno risolti, allora sarò lieto che le mie uniche preoccupazioni siano
l'ammorbidente. :idea:

p.s. mi scuso per la mia insensibilità verso il tema controverso dell'ammorbidente con quelle persone che per particolari patologie e condizioni avrebbero una vita completamente rovinata dall'assenza dell'ammorbidente. Con quelli che grazie all'ammorbidente
hanno sfamato la famiglia e mandato i figli a scuola. O quelli che sono morti per difendere la libertà di ognuno di noi
di usare l'ammorbidente. Che la Henkel li abbia in gloria! Amen
BEWO
 
Messaggi: 31
Iscritto il: lun feb 23, 2009 6:58 pm

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Fabrizio Zago » sab mar 14, 2009 4:19 pm

Eppure m i sembrava di essere stato chiaro: c'è un aspetto "cosmetico" che non mi interessa granché, ce n'è un altro, più "chimico" che invece interessa moltissimo. Ho anche detto che per ottenere questo secondo risultato non è necessario un ammorbidente tradizionale ma che vanno bene soluzioni di acidi deboli.
Ma perché ripeto cose che ho già detto e che tu non vuoi ascoltare?

"non penso possa avere particolare interesse a parlare con te" Anche il pensiero del tuo ex professore vuoi assolutamente intepretare? Lascialo dire a lui semmai e scendi dalla nuvoletta in cui ti trovi che è meglio.
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Marica » sab mar 14, 2009 5:17 pm

Fabrizio Zago ha scritto:- da 0 a 10 °F di rurezza non si usa nulla.
- da 10 a 25 vanno bene 100 ml di soluzione ogni lavaggio
- da 25 a 35 due bicchieri
- oltre tre bicchieri (ma è un disastro lo stesso).


... quindi, Fabrizio, se cercando nel sito che riporta Giuditta trovo scritto che nel mio comune la durezza media è pari a 39 (minima= 37, massima = 44), ne deduco che non posso far altro che usare tre bicchieri? Ma in questi tre bicchieri devo diluire l'acido citrico in proporzione 200 gr / 800 ml di acqua oppure posso tornare ai 150 / 850?
O "non mi resta che piangere" :lol: ?
Avatar utente
Marica
 
Messaggi: 416
Iscritto il: ven dic 28, 2007 6:11 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Fabrizio Zago » sab mar 14, 2009 6:50 pm

No, No! Non piangere MARICA, ma segui quello che tu stessa hai detto. Tutto giusto.
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Marica » gio mar 19, 2009 2:51 pm

Neanche male, va'!
Grazie per la conferma.
Però non capisco se è meglio 200 di acido/800 di acqua o 150/850.. Thanks!
Avatar utente
Marica
 
Messaggi: 416
Iscritto il: ven dic 28, 2007 6:11 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Romina2 » gio mar 19, 2009 10:04 pm

Grazie giuditta per il link!!!!!!!!!!!!!
Romina2
 
Messaggi: 238
Iscritto il: dom ago 10, 2008 9:53 pm

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Ruppyna2 » lun nov 11, 2013 8:14 pm

Fabrizio Zago ha scritto:Ciao mariatemporala,
la domanda mi sembra interessante e quindi è opportuno dare dei parametri:
- da 0 a 10 °F di rurezza non si usa nulla.
- da 10 a 25 vanno bene 100 ml di soluzione ogni lavaggio
- da 25 a 35 due bicchieri
- oltre tre bicchieri (ma è un disastro lo stesso).

Buonasera a tutti e scusate se mi ri-allaccio a questo vecchio argomento. Il dosaggio di 100ml (per durezza media) di soluzione ogni lavaggio,varia anche in base al carico? Intendo dire: se lavo a pieno carico es. 7kg (portata massima della mia lavatrice) metto i 100ml e se faccio il mezzo carico? Ne metto sempre 100ml o 50ml? Scusate la domanda, ma vorrei evitare sprechi inutili.
Avatar utente
Ruppyna2
 
Messaggi: 39
Iscritto il: lun mar 19, 2012 6:05 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Fabrizio Zago » mar nov 12, 2013 5:08 pm

Hai detto giusto: dato che lo scopo dell'aggiunta di acido citrico è quello di togliere il calcare depositato sui tessuti è del tutto evidente che la quantità dipende dal carico, più biancheria c'è da trattare più acido citrico serve. Quindi il tuo ragionamento non fa una grinza.
Ciao
Fabrizio
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Perchè l'ammorbidente?

Messaggioda Ruppyna2 » mer nov 13, 2013 2:36 pm

Perfetto! Grazie!
Avatar utente
Ruppyna2
 
Messaggi: 39
Iscritto il: lun mar 19, 2012 6:05 pm
Controllo antispam: cinque

PrecedenteProssimo

Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti