Dubbio DMAE

Forum di supporto al nuovo Biodizionario.it
per approfondimenti sui giudizi espressi del BioDizionario sugli ingredienti Cosmetici e Alimentari

Moderatori: laura serpilli, Erica Congiu

Dubbio DMAE

Messaggioda Viola106 » ven nov 21, 2008 4:46 pm

Leggevo su vari siti e forum della presunta “pericolosità” del DMAE.
Pare che a rivelarlo sia stata una ricerca del Centro Ospedaliero Universitario del Quebec, che ha pubblicato lo studio sulla rivista British Journal of Dermatology.

La molecola incriminata è il dimetilaminoetanolo (Dmae), una sostanza presente in piccole quantità nel sistema nervoso centrale e che si ricava in natura dalle acciughe e dalle sardine.

Su un forum è stato riportato accuratamente uno stralcio di uno studio che vi allego di seguito:

"Le cellule si alterano. Si ferma la divisione, si fermano le secrezioni e dopo solo 24 ore dalla prima applicazione del prodotto, una certa porzione di queste muore" ha spiegato Francois Marceau, che ha condotto la ricerca.
Lo scienziato è stato restio a sconsigliare l'uso del prodotto, ma dovranno essere eseguite ricerche più approfondite sul preciso funzionamento della molecola sulle cellule della pelle. "Non voglio impressionare le persone - ha spiegato - anche perchè i rischi probabilmente non sono molto grandi, ma ritengo che, finora, non siano stati accuratamente valutati".

Ora mi chiedo : è giusto fare allarmismo di questo tipo?
Personalmente sono molto influenzabile e non ho intenzione di usare la crema e il siero dei Cosmeceutici acquistati recentemente ma vi confesso che la cosa un po’ mi scoccia…

Mi chiedo anche se sia giusto che cosmetici di questo tipo, con principi attivi a quanto pare capaci di alterare il processo cellulare vengano venduti accompagnati da scarse informazioni circa il modo in cui agiscono e la loro presunta tossicità.
"Sappiamo molto poco delle sostanze chimiche introdotte nel campo della cosmesi negli ultimi 30 anni. Questi prodotti dovrebbero essere trattati come dei farmaci, sottoposti a test, e bisognerebbe compiere un esame tossicologico completo, prima di immetterli sul mercato" ha detto Marceau…e forse non sbaglia..

Potrebbe essere la solita bufala allarmistica ma è inquietante il fatto che la Roc non produca più la Protient fortify che era a base di DMAE…

Aggancio anche un’altra domanda: appurato che per i contorni del viso rilassati la pelle non c'entra molto poichè mentre continua a crescere i tessuti che danno volume (tessuto osseo, adiposo, muscolare) con l'età o diete sbagliate invece diminuiscono (cosi ci si trova con la pelle in eccesso .... me l’ha spiegato Lida su ALF) cosa si puo’ usare, secondo voi, per migliorare la densità e il tono?

Grazie.
Un caro saluto.


P.S. se avete già discusso in precedenza del DMAE mi dovete scusare… ho provato a fare una ricerca veloce ma non ho trovato nulla in merito…
Avatar utente
Viola106
 
Messaggi: 52
Iscritto il: mar ago 15, 2006 4:24 pm
Località: Roma

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda Fabrizio Zago » ven nov 21, 2008 9:08 pm

Ciao Viola106,
a me la cosa puzza di inutile allarmismo ma è meglio se trovo il tempo per fare una ricerca seria.
Ti farò sapere.
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda Riky » sab nov 22, 2008 12:57 am

Hai ragione ad essere perplesso Fabrizio, il lavoro sulla vacuolizzazione da deanolo (DMAE) è poco significativo.
E' stato fatto nel 2007, e ogni tanto gira l'allarme.
Segue un po' di materiale, da pubmed

Morissette G, Germain L, Marceau F.
Centre de Recherche en Rhumatologie et Immunologie, Centre Hospitalier Universitaire de Québec, Québec QC, Canada.
BACKGROUND: The 'cosmeceutical' agent 2-dimethylaminoethanol (DMAE) is a tertiary amine found in high concentration in numerous topical antiwrinkle preparations. OBJECTIVES: We hypothesized that a 337 mmol L(-1) (3%) DMAE reservoir applied to the skin could reproduce the cytopathology induced by other amines by maintaining a millimolar drug concentration within a certain depth of the skin layers, and that vacuolar cell expansion could account for the very rapid effect on the apparent skin fullness. METHODS: Morphological and functional assays were applied to cultured rabbit dermal fibroblasts treated with tertiary amines in vitro. A morphological verification of the vacuolization caused by topical DMAE was also attempted in vivo using the inner skin of the rabbit ear and in vitro using primary cultures of human cutaneous epithelial cells. RESULTS: Fibroblasts responded to DMAE (2.5-10 mmol L(-1)) by massive vacuolization (0.5-4 h; phase contrast observations). Triethanolamine, another chemical frequently used topically, was also active in this respect (10 mmol L(-1)). The vacuolar adenosine triphosphatase inhibitor bafilomycin A1 prevented DMAE- or triethanolamine-induced vacuolization; adding bafilomycin A1 or cell washout slowly reversed the established vacuolization induced by DMAE. Further effects of DMAE in cultured fibroblasts included a moderate cytotoxicity (10 mmol L(-1)) that was abated by bafilomycin A1 cotreatment, a concentration-dependent mitotic arrest (2.5 mmol L(-1)) and transient and mild effects on cell ploidy. The epidermis of the rabbit external ear was significantly thickened and exhibited clear perinuclear swelling indicative of vacuolization in response to 3% DMAE (1 h; paraffin tissue sections). Cultured human cutaneous epithelial cells responded to DMAE by vacuolization (inhibited by bafilomycin A1 cotreatment). CONCLUSIONS: The vacuolar cytopathology induced by concentrated organic amines may be the cellular basis of the antiwrinkle effect of DMAE.

Nota di Riky: a te, Fab, questo sembra un lavoro ben condotto???


Questo che segue invece è del 2005:
The role of dimethylaminoethanol in cosmetic dermatology.
Grossman R.

Skincare formulations for the improvement of aging skin are increasingly important consumer products. Here, we review available data on one such agent - 2-dimethylaminoethanol (DMAE) or deanol - that has recently been evaluated in a placebo-controlled trial. DMAE is an analog of the B vitamin choline and is a precursor of acetylcholine. Although the role of acetylcholine as a neurotransmitter is well known, growing evidence points to acetylcholine as a ubiquitous cytokine-like molecule that regulates basic cellular processes such as proliferation, differentiation, locomotion, and secretion in a paracrine and autocrine fashion. Indeed, this modulatory role may contribute to the cutaneous activity of DMAE.In a randomized clinical study, 3% DMAE facial gel applied daily for 16 weeks has been shown to be safe and efficacious (p < 0.05) in the mitigation of forehead lines and periorbital fine wrinkles, and in improving lip shape and fullness and the overall appearance of aging skin. These effects did not regress during a 2-week cessation of application. Beneficial trends (p > 0.05 but </= 0.1) were noted in the appearance of coarse wrinkles, under-eye dark circles, nasolabial folds, sagging neck skin, and neck firmness. Application was found to be well tolerated, with no differences in the incidence of erythema, peeling, dryness, itching, burning, or stinging between the DMAE and placebo groups. An open-label extension of the trial showed that the long-term application of DMAE gel for up to 1 year was associated with a good safety profile. The acute skin-firming effects of DMAE have been confirmed by quantitative measures of cutaneous tensile strength. In vitro studies in peripheral blood lymphocytes indicate that DMAE is a moderately active anti-inflammatory agent. Although its mechanisms of action in the skin remain to be elucidated, evidence suggests that the skin is an active site of acetylcholine synthesis, storage, secretion, metabolism, and receptivity. Muscarinic acetylcholine receptors have been localized to keratinocytes, melanocytes and dermal fibroblasts, whereas nicotinic acetylcholine receptors have been found in keratinocytes. The role of acetylcholine and the role of DMAE as a modulator of acetylcholine-mediated functions in the skin remain to be elucidated.Thus, the benefits of DMAE in dermatology include a potential anti-inflammatory effect and a documented increase in skin firmness with possible improvement in underlying facial muscle tone. Studies are needed to evaluate the relative efficacy of DMAE compared with other skin-care regimens (e.g., topical antioxidant creams, alpha-hydroxy acids).

PMID: 15675889 [PubMed - indexed for MEDLINE]
Avatar utente
Riky
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 05, 2004 6:36 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda Fabrizio Zago » sab nov 22, 2008 10:48 am

Bona, adesso a me la cosa risulta più chiara e conferma la perplessità. E tu Viola106, sei rasserenata?
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda alastor » sab nov 22, 2008 1:05 pm

fabrizio, visto che siamo su un forum di cosmetici biodegradabili, tu che giudizio dai al dmae? è sintetico e può dare nitrosoammine al pari di altri donatori di ammine libere? e poi, è lecito dire che il dmae venga usato da anni perchè sembra davvero efficace in un certo numero di casi come antirughe ma che non è stato ancora totalmente indagato?
alastor
 
Messaggi: 658
Iscritto il: lun mag 12, 2008 11:31 am

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda Fabrizio Zago » sab nov 22, 2008 6:44 pm

Ciao alastor,
data la sua configurazione chimica e degli eventuali inquinanti la possibilità che possa dare nitrosoammine ci potrebbe anche stare ma nessuno, ad oggi, ha fatto degli studi seri per stabilire questa eventualità. Che sia poco indagato non credo proprio anzi secondo me lo hanno studiato alla grande. Con il REACH vedrai che questi studi verranno fuori e quindi vedremo proprio come stanno realmente le cose. Al momento chi ha queste indagini se le tiene ben strette.
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda alastor » dom nov 23, 2008 11:15 am

Fabrizio Zago ha scritto:data la sua configurazione chimica e degli eventuali inquinanti la possibilità che possa dare nitrosoammine ci potrebbe anche stare ma nessuno, ad oggi, ha fatto degli studi seri per stabilire questa eventualità.
sì ma che pallin daresti, ostrega?: )
alastor
 
Messaggi: 658
Iscritto il: lun mag 12, 2008 11:31 am

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda Fabrizio Zago » dom nov 23, 2008 1:46 pm

Minimo rosso.
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16837
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Dubbio DMAE

Messaggioda Viola106 » mar dic 09, 2008 4:11 pm

Sì grazie Frabrizio (e Ricky), ho letto e in parte mi sono tranquillizzata, se non altro usero' i Cosmeceutici che ho appena acquistato poi in futuro si vedrà..

P.S. scusate il ritardo ma non posso collegarmi spesso..
Avatar utente
Viola106
 
Messaggi: 52
Iscritto il: mar ago 15, 2006 4:24 pm
Località: Roma


Torna a Nuovo BioDizionario: Cosmetico & Alimentare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 16 ospiti