stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Forum di supporto al sito Biodizionario.it

Moderatore: Fabrizio Zago

stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda Vecchia Zia » lun ott 22, 2007 10:29 am

Ciao a tutti!
Ho provato a chiedere informazioni su questa sostanza in un vecchio topic ma nessuno mi ha filata... forse perchè il topic era vecchio e l'argomento gia esaurito.
Ci riprovo qui!
Ho in casa un balsamo Lavera che contiene questa sostanza e so che ha un bollino rosso. Questo mi basta a sapere che non comprerò MAI PIU' quel balsamo ma ho bisogno comunque di maggiori info perchè:
-voglio diventare un consumatore consapevole e non voglio più farmi trattare come un burattino dai produttori di detersivi e cosmetici
-voglio sapere con che modalità posso usare/eliminare il balsamo che contiene questa sostanza.

In un sito ho letto che potrebbe avere origine animale e anche in questo caso vorrei saperne di più: è di origine animale come il miele e la lanolina (ovvero nessuno è stato ucciso per farla) o la sua origine è cruenta?
Cosa fa esattamente questa sostanza? So che è un condizionante ma c'è un modo di sapere come agisce? Lo chiedo perchè ho avuto problemi con il cetrimonium cloride che, oltre ad essere inquinante, se lo uso troppe volte fa si che i miei capelli reagiscano meno o peggio ai condizionanti verdi come l'esterquat. Per questo ho dovuto regalare i balsami che lo contenevano. Vorrei sapere se devo fare altrettanto con il balsamo che contiene stearamidopropyl dimethylamine perchè non ho la minima intenzione di buttarlo nel cestino così com'è (non è una cosa bella da fare e non la voglio fare: oltre che buttare il contenuto butto anche il contenitore che dovrebbe invece andare nella raccolta differenziata!)
Spero che qualcuno possa aiutarmi a capire e imparare: per me è molto importante.
Grazie di cuore a chi mi risponderà.
Vecchia Zia
 
Messaggi: 5
Iscritto il: mar ott 16, 2007 4:36 pm

Messaggioda Fabrizio Zago » mer ott 24, 2007 6:41 pm

Cara Vecchia Zia,
la discussione si fa accesa e dunque occorre tirare fuori gli argomenti necessari a risolverla.
La sostanza contiene un radicale stearico. Questa parte della molecola è la sola che possa essere di origine vegetale o animale. Statisticamente è maggiore la quantità di derivato animale rispetto a quello vegetale ma non è detto che il produttore in questione non si sia fatto dichiarare che è "ceramente" vegetae. Purtroppo questo non è possibile dsumerlo dalla definzione INCI, quindi rimaniamo col dubbio.
Nel caso di derivazione animale non c'è invece nessun dubbio che l'animale debba essere ucciso.

Come funziona? La sostanza è un quaternario cioè una molecola caricata positivamente (segno +) che a contatto con i capelli (segno -) si fissa e aiuta la pettinabilità, il volume e la lucentezza.
Se sei sensibile al cetrimonium chloride è probabile che tu lo sia anche a questa molecola.
Spero di averti fornito qualche elemento in più per la tua crescita di consumatrice consapevole. E' per questo che siamo qui.
Avatar utente
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16581
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm

Messaggioda Vecchia Zia » mer ott 24, 2007 6:55 pm

Grazie mille, davvero!
Ancora un maledetto quaternario... E' davvero difficile non incapparci!
E poi c'è anche di mezzo un animale morto, cosa che non mi va giu soprattutto perchè la cosa è "tenuta nascosta" e in questo modo lede, a mio avviso, il mio diritto di scegliere se voglio o meno essere responsabile della morte (ad uso cosmetico, che è la peggiore) di un animale.
Ho capito che anche questo balsamo verrà regalato o destinato ad un uso diverso: dato che ormai è palese che i miei capelli risentono dell'uso di queste sostanze non ha senso che io lo uso come balsamo.
Ciò non toglie che sono indignata con la ditta produttrice che, con il suo modo di porsi e di scegliere i distributori, mi aveva infinocchiata alla grande!
Grazie ancora per avermi aiutata e per aver contribuito alla mia "crescita"!
Vecchia Zia
 
Messaggi: 5
Iscritto il: mar ott 16, 2007 4:36 pm

Re:

Messaggioda biancaneve65 » gio nov 21, 2013 11:44 pm

Fabrizio Zago ha scritto:Cara Vecchia Zia,
la discussione si fa accesa e dunque occorre tirare fuori gli argomenti necessari a risolverla.
La sostanza contiene un radicale stearico. Questa parte della molecola è la sola che possa essere di origine vegetale o animale. Statisticamente è maggiore la quantità di derivato animale rispetto a quello vegetale ma non è detto che il produttore in questione non si sia fatto dichiarare che è "ceramente" vegetae. Purtroppo questo non è possibile dsumerlo dalla definzione INCI, quindi rimaniamo col dubbio.
Nel caso di derivazione animale non c'è invece nessun dubbio che l'animale debba essere ucciso.



Ma questo discorso vale per l'acido stearico e tutti gli stearati? :shock:
Avatar utente
biancaneve65
 
Messaggi: 153
Iscritto il: mar feb 07, 2012 1:23 am
Controllo antispam: cinque

Re: stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda adriano » ven nov 22, 2013 10:59 am

c'è anche chi lo produce dalla palma ....stearati, gliceril mono stearati, alcool cetilico ecc...
adriano
 
Messaggi: 551
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:13 am

Re: stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda Fabrizio Zago » ven nov 22, 2013 2:20 pm

E' vero! Siccome il consumo di carne diminuisce a livello mondiale si recuperano queste sostanze da fonti vegetali. La maggioranza però rimane ancora la povera mucca.
Ciao
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16581
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm

Re: stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda biancaneve65 » ven nov 22, 2013 3:03 pm

:( :( :(
Avatar utente
biancaneve65
 
Messaggi: 153
Iscritto il: mar feb 07, 2012 1:23 am
Controllo antispam: cinque

Re: stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda Fabrizio Zago » ven nov 22, 2013 3:54 pm

Dai su, biancaneve65 non è il caso di drammatizzare. Se un produttore vuole quella sostanza con un alcol stearico da fonte vegetale, lo trova! E secondo me ce lo fa anche sapere, oppure glielo chiediamo. Nulla è impossibile.
Ciao
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16581
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm

Re: stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda biancaneve65 » mar nov 26, 2013 3:30 pm

Grazie Fabrizio, però resta sempre il problema del fatto che inquina o no? mi spiego meglio, quello vegetale è verde? :roll:
Avatar utente
biancaneve65
 
Messaggi: 153
Iscritto il: mar feb 07, 2012 1:23 am
Controllo antispam: cinque

Re: stearamidopropyl dimethylamine: qualcuno me lo spiega?

Messaggioda Fabrizio Zago » mar nov 26, 2013 10:53 pm

E' vero! Un quaternario bene o male è sempre parecchio impattante sugli animali acquatici. Però non ci sono alternative per poter produrre un balsamo efficace e quindi occorre usare il prodotto con parsimonia e solo quando strettamente necessario. Ma di alternative non ce ne sono.
Ciao
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio Zago
 
Messaggi: 16581
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:38 pm


Torna a BioDizionario: Cosmetici e prodotti Biodegradabili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti