Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Orti e giardini naturaliForum dedicato alla manutenzione di orti e giardini in modo naturale

Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda verlok » dom lug 13, 2008 11:45 am

Ciao a tuttiiii! :P

PREMESSA: Non mi sono mai occupato prima di coltivazione, facendo nella vita tutt'altro (web designer), ma negli ultimi tempi sto diventando sempre più estremista nella mia ecologicità, ho preso a mangiare sempre più biologico, e ad aprile 2008, 30 anni di età, mi sono dato alla coltivazione di un orto... biologico, se così si può definire un orto in cui non ho usato nessun composto tranne... il verderame sui pomodori. :roll:
Oggi mi sono iscritto a questo forum perché l'ho trovato un ottimo punto di riferimento per i neo orticoltori come me.

La terra che ho in dotazione è molto fertile. A proposito, domande sulla fertilità:
Quanto influisce l'applicazione di stallatico sulla fertilità della terra? Ogni quanto va applicato? I nonni nei dintorni mi dicono: ogni volta che si vanga la terra. E' così o è un'esagerazione? Esagerare comporta qualche problema?

Veniamo al cavolfiore. Circa 7 giorni fa ho piantato 6 piantine di cavolfiore. Ho scoperto che le foglie delle piantine sono già bucherellate e ingiallite a zone, e su di esse si trovano degli insettini neri di circa 1mm che se ne vanno via solo cacciandoli con il dito, che potrei azzardarmi a definire afidi (un nonno con orto limitrofo ha detto di aver usato un prodotto chimico per gli afidi e risolto il problema).
Ora, come devo fare per risolvere il problema, restando all'interno dei confini dell'agricoltura biologica? Il top sarebbe biodinamica... ma non so se ad orto già iniziato è possibile. :?

Vi ringrazio fin d'ora per le risposte che vorrete darmi.
verlok
 
Messaggi: 2
Iscritto il: dom lug 13, 2008 11:19 am

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda verlok » dom lug 13, 2008 11:57 am

Ho dato un'occhiata in giro. In questo post di Sanablog.it si suggerisce una soluzione di acqua e sapone di marsiglia ma... non farà male alla terra?
verlok
 
Messaggi: 2
Iscritto il: dom lug 13, 2008 11:19 am

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda simmi » lun lug 14, 2008 12:19 am

ciao verlok, complimenti per le tue recenti decisioni. anch'io sono novellina ma ho avuto la meglio sugli afidi spruzzando sulle piante macerato di aglio (qualche spicchio schiacciato lasciato in una bottiglia d'acqua per 3 giorni ) nebulizzato al tramonto ripetuto fino a scomparsa delle bestioline o anche con infuso di assenzio (in erboristeria 15 gr. in 5 lt di acqua a riposo per una notte e fatto sobbollire mezz'ora,si fitra ed è pronto) sempre nebulizzato come sopra.
simmi
 
Messaggi: 90
Iscritto il: lun apr 07, 2008 10:43 am

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda iosononicola » mar lug 15, 2008 9:00 am

Se sono afidi potrebbe funzionare anch eun macerato di tabacco. Su quando addizionare lo stallatico potrei dirti "MAI" ma io sono vagamente integralista, in ogni caso fai attenzione poichè l'aggiunta esagerata di elementi azotati (stallatico appunto) può essere particolarmente dannoso (conosci esattamente le mucche? hanno assunto antibiotici di recente?) in più l'eccesso di azoto scatena i batteri nitrificatori che trasformano l'azoto in stato ammoniacale in nitriti, alle piante non cambia niente ma tu ti trovi le coste ed i cavoli zeppi di nitriti (non salutari)... più una serie di altre cose poco piacevoli per la reale fertilità del suolo... piuttosto meglio poco, a inizio stagione e copri il terreno con uno spesso strato di pacciamatura vegetale (foglie, paglia ecc...).
Scusa, se sono stato un po' noioso ma c'è una complessa sinergia di realzioni tra azoto, flora e fauna microbatterica e scambio cationico... è difficile non essere pedanti :D
Nicola
iosononicola
 
Messaggi: 78
Iscritto il: mer apr 23, 2008 12:04 pm

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda Laura70 » mar lug 22, 2008 10:15 am

Ciao a tutti.
Io ho piantato un po' di piantine di cavoli vari e, soprattutto sui cavoletti di bruxelles, ho uova di farfalla cavolaia, afidi neri e bruchi verdi che tutte le sere cerco manualmente di debellare, ma ritornano!
Proverò con acqua e aglio macerato poi vi saprò dire, ma sono fortemente motivata a mangiarmi i miei cavoletti in autunno, quindi attenzione insetti! :evil:
Laura
Avatar utente
Laura70
 
Messaggi: 30
Iscritto il: mar lug 15, 2008 11:03 am

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda erbaviola » mar lug 22, 2008 10:44 pm

iosononicola ha scritto:Se sono afidi potrebbe funzionare anch eun macerato di tabacco.


Ho ricevuto opinioni discordanti sul tabacco, mentre sull'aglio posso confermare anche io che funziona, ottimo. Anche il macerato di ortiche ma è un po' difficile da fare se si è agli inizi.
Sul tabacco invece avrei una perplessità che forse riguarda anche il malfunzionamento. Il tabacco tuttora in commercio, sia sigarette che trinciato sciolto, non è tabacco al 100% ma viene addizionato di altre sostanze, tra cui ammoniaca (sempre i miei complimenti vivissimi ai fumatori eh :lol: ). Questo forse potrebbe spiegare perché alcuni mi hanno detto che il tabacco gli ha fatto sparire in modo evidente anche le coccinelle (utilissime!). Cosa ne dici? E' solo un'ipotesi...
erbaviola
 
Messaggi: 474
Iscritto il: sab dic 29, 2007 7:49 pm
Località: Comunità delle cinque valli bolognesi
Controllo antispam: cinque

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda erbaviola » mar lug 22, 2008 10:50 pm

verlok ha scritto:
La terra che ho in dotazione è molto fertile. A proposito, domande sulla fertilità:
Quanto influisce l'applicazione di stallatico sulla fertilità della terra? Ogni quanto va applicato? I nonni nei dintorni mi dicono: ogni volta che si vanga la terra. E' così o è un'esagerazione? Esagerare comporta qualche problema?



"mai" è una possibilità :) Pensaci :D Comprando il letame, contribuisci a finanziare l'industria dell'allevamento e di conseguenza i maltrattamenti ai bovini e equini, da cui arriva appunto lo stallatico. In secondo luogo, non esiste stallatico bio. Quindi butti nel tuo orto bio le feci di animali da allevamenti intensivi che vengono anche riempiti di antibiotici e bombe ormonali. Non so se questo possa incidere tanto sul terreno, però io preferirei che il mio orto non diventasse la cloaca dell'ospedale, cosa che diventa invece usando il letame ;)
Morale: se hai per esempio un amico che tiene cavalli o asini con tutte le cure etiche del caso, allora fatti regalare un po' di letame e interralo quando vanghi, ma meglio in autunno facendo riposare il terreno durante il freddo.
Altrimenti un'alternativa molto valida e ecologica al massimo è il compost: ci butti tutti gli scarti edibili di cucina, gli sfalci di prato, i residui delle piante dell'orto e ottieni un ottimo fertilizzante per il tuo terreno :)
erbaviola
 
Messaggi: 474
Iscritto il: sab dic 29, 2007 7:49 pm
Località: Comunità delle cinque valli bolognesi
Controllo antispam: cinque

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda Laura70 » ven lug 25, 2008 12:26 pm

Leggendo un altro forum relativo all'olio di Neem da usarsi contro i parassiti animali, ho scoperto che sembra molto buono anche contro quelli vegetali.

Ecco il link: viewtopic.php?f=2&t=27431

Ciao
Avatar utente
Laura70
 
Messaggi: 30
Iscritto il: mar lug 15, 2008 11:03 am

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda osmanto » lun ago 04, 2008 1:55 pm

Io ho provato un macerato di salvia (500 g di salvia per 1 litro di acqua, versare l'acqua bollente sulla salvia e lasciare in infusione 2 giorni, poi spruzzarlo ogni tre giorni circa) e devo dire che non ho notato un aggravamento della situazione. I buchi fatti sulle foglie sono sempre uguali. Ho anche piantato i cavoli tra salvia e timo, in un libro diceva che aiutava.

Osmanto
osmanto
 
Messaggi: 765
Iscritto il: gio lug 17, 2008 9:58 am
Località: Narnya

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda iosononicola » mar ago 05, 2008 12:05 am

@ erbaviola: porca! E vero! i tabacchi industriali vengono trattati pesantemente nella "concia"... fortunatamente la popolazione di coccinelle non ha risentito... ma era una cosa di cui non avevo tenuto veramente conto. (fortunatamente non è neanche un trattamento che faccio abitualmente quello con il tabacco). Grazie comunque della sottolineatura

@verlok - Ma se il terreno è molto fertile perchè dovresti applicare stallatico? Sono d'accordo con erbaviola, se proprio devi meglio un compost molto maturo. L'applicazione di stallatico in maniera non controllata può provocare nitrificazioni nel terreno (i nitriti non sono perniente buoni per la salute umana ma le piante ne assorbono in gran quantità e uno finisce per mangiarseli) con conseguenti possibilità di inquinamento. In più la fertilità del terreno è determinata da una serie di scambi biochimici che vengono inibiti dalla presenza dei nitriti i quali "bloccano" i macronutrienti sulla superficie degli aggregati del terreno impedendo alle piante il corretto apporto di P e K. (un idea del meccanismo puoi averla con la capacità di scambio cationico http://it.wikipedia.org/wiki/Capacit%C3 ... _cationico ). Come mai i nonni lo mettono sempre? Perchè non possono più farne a meno. Il terreno che coltivano non è più fertile.... è produttivo. La logica che applicano è la stessa del vaso di begonie sul mio davanzale. Tutti gli anni devo cambiare la terra perchè non ha più nutrimenti e non è in grado di regolarsi autonomamente.
Riprendendo nuovamente erbaviola, per applicare la regola del "ritorno" (i nutrienti che sottraggo attraverso la pianta devono tornare al terreno) è sufficiente un po' di compost. Io lo metterei come pacciamatura evitando di interrarlo in modo da non "disturbare" eccessivamente la rizosfera.
Saluti
iosononicola
 
Messaggi: 78
Iscritto il: mer apr 23, 2008 12:04 pm

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda osmanto » sab ago 16, 2008 8:20 am

Mi è venuta in mente una cosa: sui cavoli sono solitamente le farfalle cavolaie che depongono le uova, le larve nate poi mutano nelle "gatte", quei bei vermetti cicciotti che ci mangiano tutte le foglie dei nostri pregiati cavoli.

Ma se quando si trapiantano i cavoli, si stende sopra un velo di quel tessuto-non tessuto che dalle nostre parti si chiama "velo da sposa" (quello che si mette quando si pianta l'insalata per capirci), le cavolaie non possono deporre le uova e i nostri cavoli sono al sicuro.

La teoria è giusta? Se sono ancora in tempo con i trapianti, ci provo!!! :D

Osmanto
osmanto
 
Messaggi: 765
Iscritto il: gio lug 17, 2008 9:58 am
Località: Narnya

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda erbaviola » ven ago 29, 2008 10:37 pm

osmanto mi spiace da morire di non esserci stata.. spero di essere comunque in tempo! No, il tessuto non tessuto non funziona, sigh, passano sotto quelle porcone. A me per le cavolaie funziona soprattutto l'aglio e i macerati citati prima...
erbaviola
 
Messaggi: 474
Iscritto il: sab dic 29, 2007 7:49 pm
Località: Comunità delle cinque valli bolognesi
Controllo antispam: cinque

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda osmanto » lun set 01, 2008 10:05 am

acc... beh non ho trovato altri piantini quindi sono a posto. Mannaggia, non ci avevo pensato che passavano di sotto! Le furbone!

Ho provato anche a tagliare della salvia a pezzettini e metterla tra le foglie del cavolo, è servito anche se forse non era più stagione per le cavolaie...

il prossimo anno proverò con i macerati.

Osmanto
osmanto
 
Messaggi: 765
Iscritto il: gio lug 17, 2008 9:58 am
Località: Narnya

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda Mathilde » sab ott 25, 2008 10:12 am

Salve a tutti,
sono Mathilde, appena iscritta perché navigando ho apprezzato molto lo spirito di questo forum...mi collego a questo titolo per chiedere informazioni su cosa fare se vedo i miei promettenti cavolfiori (grandi già quanto un pugno) tutti mangiati in superficie: sono i bruchi delle future cavolaie o no? E come fare per scoraggiarli con metodi biologicamente accettabili? Grazie a tutti, Mathilde :D
Mathilde
 
Messaggi: 1
Iscritto il: sab ott 25, 2008 10:05 am

Re: Parassiti del cavolfiore, come evitarli? E altre domande.

Messaggioda osmanto » lun ott 27, 2008 9:49 am

Ciao Mathilde, l'unico modo accettabile è trovarle e metterle da qualche altra parte. Puoi sacrificare un paio di foglie esterne senza compromettere il cavolfiore, cerca "la gatta" (il bruco, solitamente verde) e toglilo. Magari se tagli le foglie esterne, puoi metterlo sulle foglie e portarlo in un altro campo o un po' lontano così avrà qualcosa da mangiare e non tornerà subito sui suoi passi :wink:
Comunque, i bruchi non danneggiano in alcun modo il cavolfiore se non esteticamente, quindi non ci sono "pericoli" anche se li lasci sopra. A parte se ti fa schifo la bavetta :mrgreen: hehehe

Osmanto
osmanto
 
Messaggi: 765
Iscritto il: gio lug 17, 2008 9:58 am
Località: Narnya

Prossimo

Torna a Orti e giardini naturali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Veganok.com


VEGANOK S.R.L.
P.IVA 13693571005
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr