Il danno invisibile del caffè

NaturopatiaForum dedicato alle terapie naturali ed olistiche, ci sono strade diverse per ogni male, sta a noi scoprirne l'efficacia cercando di ascoltare ciò che il nostro corpo ci suggerisce.
Moderatore: Alessandro Di Coste, quasi completamente Vegan, naturopata e posturologo, ma sopratutto persona con la disponibilità ad "ascoltare" e "capire"-

Moderatore: NaturopataOnline

Faccio una domenda

Messaggioda carinaviri » mar giu 09, 2015 7:26 am

la mia sorella sono incina, potrebbe prendere il caffé?
carinaviri
 
Messaggi: 14
Iscritto il: mar giu 02, 2015 8:15 am
Controllo antispam: diciotto

Re: Faccio una domenda

Messaggioda genfranco » sab ago 01, 2015 10:29 pm

carinaviri ha scritto:la mia sorella sono incina, potrebbe prendere il caffé?

Ciao Carinavir, giudicalo tu stessa:
Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA. Questo io titolo del loro video di informazione come è fatto per il bugiardino e le scritte sulle sigarette:
"Una droga legale: il caffé (VIDEO)"
che è TUTTO UN PROGRAMMA, vero?
http://www.guidafinlandia.it/informazio ... ffe-video/
da questa pagina:
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... evideo.htm
ed ora il video intitolato:
LA TRAPPOLA DEL CAFFE'
https://youtu.be/JS8IXyr6cww
che nel ragno causa un certo comportamento, ma nell'individuo umano cosa comporterà mai?
Causa certa di tutte le nostre MALATTIE.
Quindi continuare e perseverare nel berlo, nel tempo, è assolutamente MALATTIA CERTA.
Ed ora prima di iniziare vorrei portarti a conoscenza di un ragionamento che spiega TUTTO quanto mi stà succedendo in relazione alla mia SALUTE, che è spiegata dal fatto che
NELLA SALUTE, NESSUN ESSERE VIVENTE E' DIPENDENTE DA UN SUO SIMILE TRANNE L'HOMO SAPIENS. NON TI PARE STRANA LA COSA? sono certo che Madre Natura o la EVOLUZIONE NON possano punire solo l'Homo Sapiens, quindi
per conferma ti chiedo:
"Mi sai dire anche una sola specie animale della quale un individuo si reca da un altro individuo suo simile per la salute?"
NOOOO!?!?!?!?!
Allora il tuo pensiero è uguale al mio, ma non è il pensiero di chi dichiara di interessarsi della nostra salute, vero?
A dimostrazione pratica i vegetali che non possono addirittura muoversi per dare questo aiuto, e fra gli animali, di cui noi facciamo parte di questo REGNO, siamo certi che nelle varie specie questo NON PUO' SUCCEDERE mancandogliene la possibilità, quindi è mai possibile che solo all'Homo Sapiens questo succeda?
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... uzione.htm
Questo ragionamento allora è quello che determina con certezza che le parole AUTOGUARIGIONE ed EVOLUZIONE sono la base della vita, quindi della SALUTE di ogni ESSERE VIVENTE.
E' da questo principio che dobbiamo partire per mantenerci quella SALUTE a cui TUTTI noi Homo Sapiens agogniamo, perchè di questa ne siamo carenti, ricercando COSA può causare tale dipendenza individuale, accertato che il nostro simile non riesce a provvedere in nessun modo a darcela, anzi il più delle volte riesce solo a PEGGIORARE LE COSE causate autonomamente.
Naturalmente si deve escludere il fatto temporaneo di disgrazia in cui questo aiuto è sicuramente ed indiscutibilmente valido.
Inoltre ora sappiamo che ai nostri amici cani e gatti anzichè mettere PRODOTTI CHIMICI per liberarli dalle zecche o qual'altro, invece di acquistare questi prodotti basta mettere nel loro pelo del CAFFE' macinato e non usato e se ne vedranno presto dei risultati INCREDIBILI.
Questo perchè la CAFFEINA oltre che DROGA è anche un ottimo INSETTICIDA, anzi direi IL MIGLIORE.
Pensa un pò come può far bene al nostro corpo!
"""Giuseppe Scarpino
30 aprile alle ore 9.39
A proposito di caffè.
Franco Genre sostiene nei suoi scritti che è un insetticida, un paio di mesi fa su Rai 1 una dottoressa in veterinaria insegnava che è inutile bombardare i nostri cani con i soliti veleni in pipette o collari, ma bastava della polvere di caffè molto efficace per pulci e zecche.
Ora con l’inizio delle belle giornate sono iniziati i primi parassiti, ho provato personalmente la polvere di caffè sul mio cane e devo dire che ha funzionato alla grande, e gli ho risparmiato la pipetta di veleno.
Quindi per concludere questo dovrebbe far riflettere sul bere il caffè.
Buona giornata."""
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... hecani.htm
Non solo, ma vorrei ancora dimostrarti che l'ATTENTATO ALLA TUA SALUTE con l'uso INDISCRIMINATO di questo CAFFE' non finisce quì ma và ben oltre la tolleranza possibile.
Sappiamo che certe ditte mettono in moltissimi loro prodotti il CAFFE' come gusto, ma si pensa che in queste ditte vi siano gli ometti addetti alle macchinette per preparare il CAFFE' da mettere in questi prodotti o che arrivino delle cisterne da altre ditte piene di questo CAFFE' da inserire nei prodotti che lo contengono?
Ma neanche per idea perchè:
Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aromia.htm
...che nel caso specifico del CAFFE':
"""Ma cosa si nasconde dietro la parola aromi?
In genere le sei lettere indicano un numero variabile da 10 a 40 e più molecole di sostanze classificate come terpeni, alcoli, aldeidi, chetoni … e altri composti dai nomi impronunciabili.
L'ODORE DI UN FRUTTO COME LA FRAGOLA è COMPOSTO DA OLRE 250 MOLECOLE. PER IL CIOCCOLATO SONO PIU' DI 600, MENTRE PER IL CAFFE' TOSTATO SI SUPERA LE 900. L’industria individua queste molecole, le ricostruisce in laboratorio le mette a disposizione delle aziende alimentari che ne utilizzano solo una parte (quelle che caratterizzano meglio l’odore, chiamate molecole target). Alcune molecole target sono abbastanza conosciute, basta citare il mentolo della menta e la vanillina della vaniglia."""
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aromib.htm
Spero che la VERITA' sia di tuo gradimento.
Ed ora, tra le DROGHE: TE' e CAFFE', la farina 00, gli "AROMI" o gli "AROMI NATURALI" e il GLUTAMMATO MONOSODICO, abbiamo una situazione molto poco ROSEA per il nostro futuro, ma sopratutto quello dei nostri figli.
Dato che è praticamente impossibile invertirla come potremo OVVIARE a questo?
Siamo in estate, il caldo è OPPRIMENTE, un BUON GELATO sarebbe l'IDEALE, ma cosa contengo di CANCEROGENO questi invitanti GELATI? Chiedete alla gelateria di fiducia quali "AROMI" ci mette dentro prima, fatelo almeno per i vostri figli.
Semplice, evitarli ora che li conosciamo, ma sopratutto eliminare gli eventuali involontariamente ingoiati, ingoiando COSTANTEMENTE l'ACIDO ASCORBICO di cui Linus Pauling ci riporta detto da Irwin Stone:
"pagina 107/340------dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf
Nei cibi conservati delle grande distribuzione è una presenza assidua, palese o occulta... si chiama "in gergo" E621 ma lo troviamo camuffato anche con altri nomi apparentemente più innocenti: “idrolizzato proteico”, “proteine vegetali”, “isolato proteico di soia”, “proteina concentrata di soia”, “aromi naturali”, “enzimi”, “autolisato di estratto di lievito” e “lievito”.
ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » sab ago 01, 2015 10:31 pm

Ciao, come si sà la CAFFEINA è la parte attiva del CAFFE'.
Come sappiamo la coca-cola è a base di CAFFEINA, dedicata sopratutto ai giovani e bambini, ed ora si scopre che lo è anche una bevanda molto conosciuta e pubblicizzata per i giovani:
la RED BULL
Un articolo moltissimo recente recita:
Proibita la vendita della Red Bull ecco cosa contiene…
"Il liquido basato su una formula che contiene caffeina e taurina"
Chiedo scusa se mi permetto, ma dopo aver rilevato qual'è la BASE di questa bevanda, la
CAFFEINA
non posso fare a meno di inserire questa mia informazione controllabile leggendo e vedendo.

red-bull cosa contiene?

Proibita la vendita della Red Bull in Europa perchè è un “cocktail di morte”,in Italia ancora la commercializzano.Contiene GLUCURONOLACTONE. Ecco cos’è

Red Bull ti mette le ali? Sarà vero? Oppure….
E’ questo il continuo messaggio martellante che ci offre lo spot di questa bevanda;
E’ in vendita in tutti i supermercati del nostro paese.
I nostri figli e amici, quando vogliono, la possono provare.. e può essere mortale.
Red Bull fu creata per stimolare il cervello in persone sottoposte a un grande sforzo fisico e non per essere consumata come bevanda innocente o rinfrescante.
Red Bull è la bevanda che si commercializza a livello mondiale con il suo slogan:
Aumenta la resistenza fisica, facilita la capacita di concentrazione e la velocità di reazione, da più energia e migliora lo stato d’animo.
Tutto questo lo puoi trovare in una lattina di Red Bull, la bevanda energizzante del millennio (secondo i suoi proprietari)
Red Bull è riuscita ad arrivare in quasi 100 paesi di tutto il mondo. La marca del Toro Rosso, ha come principali consumatori i giovani e gli sportivi, (vedi team Formula 1 per esempio) che la usano per gli stimoli che produce.
STORIA:
Questa bevanda fu creata da Dietrich Mteschitz, un imprenditore di origini austriache che la scoprì per caso in un viaggio ad Hong Kong, quando lavorava per un impresa che fabbricava spazzolini da denti.
Il liquido basato su una formula che contiene caffeina e taurina, faceva furore in questo paese; quindi pensò al successo che questa bevanda avrebbe avuto in Europa, dove tuttavia non esisteva, e in più vide un opportunità di diventare imprenditore.
PERO’ LA VERITA’ SU QUESTA BEVANDA E’ UN ALTRA!!
In Francia e Danimarca l’hanno appena proibita per essere un cocktail di morte, (fonte EE5610 de la Bibliothèque Nationale de France), dovuto ai suoi componenti di vitamine mischiate a GLUCURONOLACTONE, agente chimico altamente pericoloso, sviluppato dal Dipartimento di Difesa degli Stati Uniti, durante gli anni 60 per stimolare il morale delle truppe mandate in VIETNAM, il quale era come una droga allucinogena che calmava lo stress della guerra. Però i suoi effetti nell’organismo furono devastanti, e fu causa di tante emicranie, tumori celebrali e malattie del fegato che colpirono i soldati che lo consumarono.
E oltre a ciò, nella lattina di Red Bull si leggono i suoi componenti:
GLUCURONALACTONE, catalogato come stimolante. Però quello che NON DICE la lattina di Red Bull, sono le conseguenze della sua assunzione, che obbligherebbero a aggiungere una serie di GRAVI AVVERTENZE:
1. E pericoloso berlo se poi non si fa esercizio fisico, visto che la sua funzione energizzante accelera il ritmo cardiaco e può causare INFARTO FULMINANTE.
2. Può causare EMORRAGIE CEREBRALI, dovute al fatto che Red Bull contiene componenti che diluiscono il sangue per far si che il cuore lo pompi più velocemente, e così poter far uno sforzo fisico con meno fatica.
3. E’ proibito mischiare la Red Bull con alcolici, perche il risultato è una ‘bomba mortale’ che ATTACCA DIRETTAMENTE IL FEGATO, facendo si che la zona colpita non si rigeneri mai più.
4. Uno dei componenti principali di Red Bull è la vitamina B12, utilizzata in medicina per recuperare pazienti che si trovano in coma etilico (coma causato dal consumo di alcool); e per lo stato di eccitazione che si prova dopo averla bevuta, come se fossi ubriaco, senza aver bevuto nessuna bevanda alcoolica.
5. Il consumo regolare di Red Bull provoca la comparsa possibile di una serie di malattie nervose e neurologiche irreversibili (non esiste recupero!)
Se leggeste queste indicazioni sulla lattina di una bevanda la berreste mai????
CONCLUSIONE: E’ una bevanda che dovrebbe essere proibita nel mondo intero.
Venezuela, Repubblica Dominicana, Puerto Rico e altri paesi dei Caraibi, già stanno allertando le altre nazioni, soprattutto perchè il miscuglio di questa bevanda con alcool è una bomba per il corpo umano, principalmente per gli adolescenti ma anche per adulti.
Questa bevanda si vende nei supermercati e nei negozi del nostro paese quindi non bevetela e dissuadete gli altri dal berla specialmente i bambini… può essere
MORTALE!!!!
SPARGI LA VOCE soprattutto a chi ha bambini!!!
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... redbul.htm
Ed ecco perchè dopo la terza riga la maggior parte dei lettori non riesce a seguire i miei scritti.
La causa?
Lasciate la DROGA, lasciate la CAFFEINA e ritornerete CONNETTIVI, non per leggere le pagine che scrivo, ma PER SALVAGUARDARVI LA VOSTRA VITA....
ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » mar ago 04, 2015 8:33 pm

Ciao, come si sà la CAFFEINA è la parte attiva del CAFFE'.
Come sappiamo la RED BULL è a base di CAFFEINA, dedicata sopratutto ai giovani e bambini, ed ora si scopre che lo è anche una bevanda molto conosciuta e pubblicizzata per i giovani:
la COCA-COLA
Questo l'articolo sulla COCA-COLA
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di obesità con malattie cardiache o diabete, ero fortemente motivato a cercare ciò che effettivamente induce la gente a diventare obesi“, ha spiegato. E il risultato di questo studio mostrerebbe che la causa è “il fruttosio sotto forma di sciroppo di fruttosio, una particolare sostanza presente in molti alimenti trasformati e bevande” come la Coca-Cola di cui “la maggior parte delle persone è totalmente inconsapevole della sua pericolosità”.

cocacolainfografica

Come riporta Dagospia.com, secondo questo studio che ripercorre cosa accadrebbe nel giro di un’ora all’organismo di chi ha bevuto una lattina della bevanda gasata, dopo i primi 10 minuti “sono stati assunti 10 cucchiaini di zucchero (il 100% della dose giornaliera raccomandata), l’unica cosa che vi impedisce di vomitare per l’eccessiva dolcezza è l’acido fosforico che altera il sapore della Coca-Cola, permettendovi di ingerirla”.

Venti minuti più tardi “la quantità di zucchero nel vostro sangue è ai massimi e state producendo quanta più insulina possibile per farvi fronte, allo stesso tempo il vostro fegato risponde a questa situazione di emergenza trasformando tutto lo zucchero che può in grasso”. Passati quaranta minuti “tutta la caffeina è stata assorbita, le pupille si dilatano, la pressione del sangue sale e il fegato risponde pompando più zucchero nel sangue”. A questo punto dopo un’ora precisa ecco, secondo Naik, che “le proprietà diuretiche della caffeina iniziano a farsi sentire e sentite il bisogno di fare la pipì. In questo momento espellerete elementi importanti per le vostre ossa come calcio, magnesio e zinco, oltre a acqua ed elettroliti ancor prima che il vostro corpo potesse estrarre gli elementi indispensabili per idratarvi”.
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... cacola.htm
Un articolo moltissimo recente recita:
Proibita la vendita della Red Bull ecco cosa contiene…
"Il liquido basato su una formula che contiene caffeina e taurina"
Chiedo scusa se mi permetto, ma dopo aver rilevato qual'è la BASE di questa bevanda, la
CAFFEINA
non posso fare a meno di inserire questa mia informazione controllabile leggendo e vedendo.
red-bull cosa contiene?
Proibita la vendita della Red Bull in Europa perchè è un “cocktail di morte”,in Italia ancora la commercializzano.Contiene GLUCURONOLACTONE. Ecco cos’è
Red Bull ti mette le ali? Sarà vero? Oppure….
Se leggeste queste indicazioni sulla lattina di una bevanda la berreste mai????
CONCLUSIONE: E’ una bevanda che dovrebbe essere proibita nel mondo intero.
Venezuela, Repubblica Dominicana, Puerto Rico e altri paesi dei Caraibi, già stanno allertando le altre nazioni, soprattutto perchè il miscuglio di questa bevanda con alcool è una bomba per il corpo umano, principalmente per gli adolescenti ma anche per adulti.
Questa bevanda si vende nei supermercati e nei negozi del nostro paese quindi non bevetela e dissuadete gli altri dal berla specialmente i bambini… può essere
MORTALE!!!!
SPARGI LA VOCE soprattutto a chi ha bambini!!!
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... redbul.htm
Ed ecco perchè dopo la terza riga la maggior parte dei lettori non riesce a seguire i miei scritti.
La causa?
Lasciate la DROGA, lasciate la CAFFEINA e ritornerete CONNETTIVI, non per leggere le pagine che scrivo, ma PER SALVAGUARDARVI LA VOSTRA VITA....
Se a questo CAFFE' aggiungiamo anche la farina 00 o gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" facciamo proprio IL PIENO per giuingere al TUMORE.

"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aromia.htm
ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » sab ott 10, 2015 3:59 pm

Ciao, E’ CANCEROGENO E L’ABBIAMO BEVUTO TUTTI IN DIVERSE OCCASIONI, ECCO DI COSA SI TRATTA! (FATE GIRARE) 7 Ottobre 2015

C’è un pericolo nel caffè in capsule, è il Furano, un ossido cancerogeno che potrebbe causare tumori oltre una certa dose. Pericolo per chi beve troppi caffè.

Consumare caffè in capsula aumenta il rischio di ingerire furano, ossido tossico e cancerogeno, generalmente considerato un inquinante organico persistente, presente soprattutto quando cibi e bevande vengono sottoposti a trattamento termico.

Javier Santos, docente di chimica analitica all’Università di Barcellona, ha deciso di studiare attentamente la presenza di sostanze pericolose nel caffè. Con un team di esperti ha quindi redatto il rapporto “Occurrence of furan in coffee from Spanish market: Contribution of brewing and roasting”, con il quale sono state messe in luce alcune criticità nella produzione e distribuzione del caffè nel mercato spagnolo, equiparabili alla situazione italiana.

Lo studio dell’Università di Barcellona, pubblicato sulla rivista scientifica Food Chemistry, ha analizzato le diverse modalità di somministrazione della famosa bevanda: in polvere, solubile e in capsule, rilevando come nel caffè in capsule le dosi di furano siano più elevate rispetto ad un caffè fatto in maniera tradizionale. Stilando una classifica approssimativa di contenuto di furano per le diverse tipologie di caffè, si ottiene: · caffè in capsule, 117-244 nanogrammi per millilitro; · caffè preparato con macchinetta tradizionale, 20-78 ng/ml; · decaffeinato, 15-65 ng/ml; · caffè solubile, 12-35 ng/ml. Secondo il Professor Santos «la ragione di questi alti livelli è dovuta al fatto che le capsule ermeticamente sigillate impediscono che il furano, che è altamente volatile, si disperda». Nonostante i dati preoccupanti, il team di studiosi rassicura gli amanti del caffè, dato che i livelli di sostanze nocive riscontrate sarebbero tali da non essere ritenuti dannosi per la salute umana. Resta comunque il fatto che, insieme al black gold, il corpo assorba, in dosi variabili, furano. Ciò potrebbe orientare i più assidui bevitori a scegliere l’opzione più sicura possibile. Questa opzione, a mio avviso, è quella di evitare l’uso del caffè che, tra l’altro, contiene caffeina, una sostanza medicinale della quale il nostro organismo NON ha necessità di assumere quotidianamente e magari ripetutamente. So che molte persone usano il caffè per “risorgere” al mattino dalla stanchezza che NON dovrebbero provare dopo una notte di sonno ristoratore… ma questo è un discorso legato allo stile di vita, alle abitudini, anche alimentari. Come sottolineato più volte, soprattutto in merito alle dosi di cibo radioattivo che una persona può ingerire in “tutta sicurezza”, il dubbio sorge in merito alla possibilità di accumulo di queste sostanze nel nostro organismo: se i tecnici sono certi che, per essere pericoloso, il furano dovrebbe essere ingerito in quantità molto elevate (circa 20 caffè al giorno), ben poco ci dicono sul rischio di accumulo. Vediamo la definizione di furano presa da Wikipedia: Il furano, altresì conosciuto come furfurano o ossido di divinilene, è un composto organico eterociclico AROMATICO, ottenibile per sintesi e per distillazione del legno, in particolar modo del pino.

Il furano è un liquido chiaro e incolore, molto volatile ed altamente infiammabile, con un punto di ebollizione vicino alla temperatura ambiente. È tossico e può essere cancerogeno, viene infatti generalmente considerato un inquinante organico persistente. I dibenzofurani policlorurati, come il TCDF, sono composti derivati del furano assimilati alle diossine.”
Benché lo studio, a quanto pare, metta in allarme solo per il caffè contenuto nelle cialde, a me pare che anche un comune espresso contenga una quantità di furano (43-146 ng/ml) vicina a quella delle cialde: questo vuol dire che il furano è presente in tutta la produzione di caffè. Aggiungo che non sappiamo quanto di questa sostanza tossica il nostro organismo possa tollerare o almeno non sono riuscito a trovare ricerche in tal senso.

Mi sorge spontanea una domanda: ma da dove accidenti arriva questo furano, che ci fa nel caffè? Cioè, deriva dai metodi produttivi anche se sono corretti (es. tostatura) o non dovrebbe esserci in ogni caso?

FATE GIRARE, AVVISATE TUTTI
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... furano.htm

Qui sotto lo studio citato sopra, che tradotto in italiano, recita:

Presenza di furano nel caffè dal mercato spagnolo: Contributo di birra e tostatura.

Altaki MS 1, Santos FJ 2, Galceran MT 1.
Informazioni Autore

1 Departament de Química Analítica, Universitat de Barcelona, ??Avda. Diagonal 647, 08028 Barcellona, ??Spagna.
2 Departament de Química Analítica, Universitat de Barcelona, ??Avda. Diagonal 647, 08028 Barcellona, ??Spagna. Indirizzo elettronico: javier.santos@ub.edu.

Astratto

In questo lavoro, abbiamo valutato la presenza di furano negli infusi ottenuti da regolare, decaffeinato, e il caffè solubile e commerciale capsule confezionate. A questo scopo, un microestrazione in fase solida metodo precedentemente sviluppato spazio di testa automatizzata accoppiato cromatografia-spettrometria di massa di gas (HS-SPME-GC-MS) è stato utilizzato. Inizialmente, l'influenza delle condizioni HS-SPME sulla formazione furano è stata valutata. Inoltre, è stato anche studiato l'effetto di condizioni di tostatura (temperatura e tempo) utilizzati per i chicchi di caffè sulla formazione di furano. Abbiamo trovato che bassa temperatura e tempo lungo tostatura (140 ° C e 20 min) diminuisce il contenuto di furano finale. Le concentrazioni di furano nei normali birre caffè macinato da una macchina per caffè espresso erano più alti (43-146ng / ml) rispetto a quelli ottenuti da una macchina da caffè a casa a goccia (20 e 78ng / ml), mentre birre caffè decaffeinato da una macchina per il caffè a casa a goccia (14 -65ng / ml) ha mostrato una concentrazione furano simile a quella ottenuta dal caffè normale. Relativamente basse concentrazioni di questo composto (12-35ng / ml) sono stati trovati in infusi di caffè istantaneo, mentre capsule di caffè confezionato commerciali hanno mostrato la più alta concentrazione (117-244ng / ml). Infine, l'assunzione giornaliera di furano attraverso il consumo di caffè a Barcellona (Spagna) (0.03-0.38µg / kg di peso corporeo) è stato stimato.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... studio.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » ven ott 30, 2015 7:54 pm

Ciao,
Estratto da questo link:
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ammide.htm
A suo tempo parlando di CAFFE' avevo citato
I SOLVENTI USATI per la lavorazione del CAFFE':
L' ACETATO DI ETILE
"L' ACETATO DI ETILE (detto anche etere acetico) è l'estere dell'etanolo e dell'acido acetico. A temperatura ambiente si presenta come un liquido volatile, incolore e dal gradevole odore fruttato; è un composto molto infiammabile, irritante. Trova largo uso come solvente per vernici, resine e colle essendo relativamente meno tossico di altri solventi clorurati. Viene preparato mediante riscaldamento a riflusso e successiva distillazione di una miscela di acido acetico glaciale ed etanolo, in presenza di acido solforico concentrato come catalizzatore."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ietile.htm
Il DICLOROMETANO
"Il DICLOROMETANO (o cloruro di metilene, abbreviato anche in DCM) è un composto chimico appartenente alla categoria degli alogenuri alchilici e largamente utilizzato come solvente per la chimica organica. La sua struttura è analoga a quella del metano, ma con due atomi di idrogeno sostituiti da altrettanti atomi di cloro. A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore e volatile dall'odore dolciastro. Sebbene il diclorometano sia considerato nocivo e potenzialmente cancerogeno, esso è comunque meno pericoloso del cloroformio, un altro solvente clorurato strettamente correlato al diclorometano, e pertanto ha rimpiazzato quest'ultimo come solvente in molti ambiti."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... metano.htm
E PAREVA CHE AVESSI ESAGERATO, MA A QUANTO PARE ERO OTTIMISTA, IN QUANTO ORA SI SCOPRE CHE NE USANO UNO CHE ADDIRITTURA PORTA IL BEVITORE SULLA LUNA O SU MARTE CON I
"RAZZI".
Dall'articolo sotto, cosa sarà mai questa dimetilformammide?
"la dimetilformammide, uno dei principali solventi usati nelle reazioni chimiche e l'idrazina, che fra i vari utilizzi ha anche quello di propellente per alcuni tipi di razzi."
BUON VIAGGIO, CHISSA' CHE ANDANDO COSI' IN ALTO NON CI SI RIMANGA COME AUSPICA LA PUBBLICITA' ALLA TV:
IN PARADISO.

Dopo insaccati, wurstel e carne rossa, adesso tocca al caffè. La popolare bevanda è finita tra le sostanze "sotto investigazione" da parte dell'Iarc, l'agenzia dell'Oms per la ricerca sul cancro. Secondo il sito dell'agenzia le prossime monografie in programma riguarderanno una serie di sostanze chimiche usate nell'industria e poi, a fine maggio 2016, appunto "il caffè e altre bevande calde".

Il primo meeting, previsto nella settimana tra il 2 e il 9 febbraio 2016, riguarderà un elenco preliminare di sette molecole tra cui una della classe dei bisfenoli, già conosciuti perché interferiscono con alcuni ormoni umani, la dimetilformammide, uno dei principali solventi usati nelle reazioni chimiche e l'idrazina, che fra i vari utilizzi ha anche quello di propellente per alcuni tipi di razzi.

Tra il 24 e il 31 maggio 2016 verrà affrontato invece dagli esperti dell'Iarc il tema Caffè, Mate e altre bevande molto calde'. Per questa monografia la fase di raccolta dati, in cui chiunque puo' segnalare studi scientifici riguardanti la cancerogenicità, si chiuderà il prossimo 22 aprile, mentre la ricerca degli esperti che faranno la valutazione si è chiusa lo scorso 25 settembre.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... erazzi.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » sab nov 07, 2015 5:40 pm

[quote=silvia72;901]Ho letto con molto interesse il suo articolo sul caffè .In particolare mi ha fatto sorridere il momento in cui chiede se mangeremmo un fungo velenoso [laugh] .Ironia della sorte ... Ho scoperto che esiste il caffè con Ganoderma Lucidum o Reishi.[cursing] Mi spiego meglio. Esiste un fungo che in oriente chiamano Oro Nero, Fungo Miracoloso ma i cui veri nomi sono quelli che ho riportato. Mentre da noi in Europa è considerato non commestibile, in Oriente è una rara specialità medicinale, tanto da essere stato somministrato agli Imperatori. Finalmente si inizia ad usare anche in Italia !Ciò che mi preme condividere con voi è il suo meraviglioso effetto sul sistema immunitario .La capacità di riportare l'organismo in una situazione di equilibrio lo rende un potente alleato contro le malattie tra cui c'è anche il cancro . Il sistema immunitario più forte individua e blocca i virus evitando il sorgere e il proliferare delle malattie ,bloccando quindi l'espansione delle metastasi. Inoltre i minerali di cui è composto agiscono restituendo all'organismo debilitato forza ed energia. Certo il nome di Fungo Miracoloso non era esagerato .E' quindi ottimo anche per le malattie senili , la ripresa nelle convalescenze o semplicemente per disintossicare l'organismo e perdere peso. [/quote]

Ciao Silvia72, vedo che ci si ritrova. La pubblicità è proprio il tuo lavoro, ma ad ognuno il suo.
Peccato che questo mieta solo VITTIME.
Scusa se dico questo, ma vorrei chiederti e dato che lo sappiamo solo qualcuno questo purtroppo, data la FALSA INFORMAZIONE ed i TABU sul sesso.
Tranquilli, non è mia intenzione parlare di sesso, poichè all'età di 74 anni anzichè parlarne pubblicamente mi piace farlo privatamente come ogni altro animale al mondo che lo fanno fino alla morte per la continuazione della loro specie.
Ora invece voglio rendere chiaro un concetto di VERITA' che farà capire molte cose e parto dichiarando che dato che il liquido seminale maschile di TUTTI i maschi del mondo chiamato SPERMA è formato dagli "ALIMENTI ESSENZIALI" con la maggior parte di ACIDO ASCORBICO e per nominare alcuni, da SELENIO, POTASSIO, MAGNESIO, FERRO, SODIO, ZINCO, VITAMINA A, VITAMINA D, VITAMINA E, dal gruppo di VITAMINE B, ecc. vorrei chiederti se puoi dichiarare che
IL CAFFE' o
IL FUNGO Ganoderma Lucidum o Reishi.[cursing]
possano far parte di questo liquido seminale, nel quale TU ED IO come TUTTI VOI siamo stati GENERATI.
MA QUANDO MAI, non riesco ad immaginare come sarei fatto!!!!!!
Per rendere l'idea riporto la mia storia per rendervi edotti della vostra:
"Il classico comportamento della classe medica che non vuole invadere il campo di un altro "SPECIALISTA". Si vede che gli hanno insegnato che il corpo umano, quindi il mio corpo, è stato diviso in mille parti ed ognuno se ne prende carico di una parte e quindi ne è considerato uno "SPECIALISTA" di quel pezzo, vero? Quindi a seconda dei sintomi io CLIENTE mi devo recare dall'uno o dall'altro "SPECIALISTA" onde curare la malattia. Questo denota una volta di più che il dottore e quelle persone "SPECIALISTE" considerano il mio, nota non il loro, ma il mio corpo "STUPIDO", non è vero?
Se mi si permette invece voglio comunicare che il mio corpo
NON E' AFFATTO STUPIDO
come invece lo considerano costoro, anche solo perchè esistono ed egli conosce dalle ORIGINI impostate da Madre Natura, due parole:
EVOLUZIONE
AUTOGUARIGIONE
e le mette in atto secondo dopo secondo, checchè si dica, ed è proprio per la ERRATA INTERPRETAZIONE di queste parole (CONOSCENDOLE, ma dubito che la classe specialistica sopradetta le conosca) che di conseguenza essi si comportano nel modo sbagliato riguardo ai nostri corpi. Non volendo fare di tutta un'erba un fascio mi fermo e non vado oltre nella specificazione di questo comportamento inspiegabile.
Per farti capire il tutto devo prima farti notare che personalmente sono quì perchè il TESTICOLO di mio padre ha fatto nascere dentro uno SPERMATOZOO il 50% di DNA di sua competenza che con il 50% di competenza dell'OVULO di mia madre hanno dato origine alla mia nascita.
Quindi questo SPERMATOZOO è NATO, no!!! è stato GENERATO, poichè noi siamo stati GENERATI, nel liquido seminale chiamato SPERMA, prodotto dal TESTICOLO di mio padre formato in maggior percentuale da ACIDO ASCORBICO con gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" che a seguire, per elencarne alcuni sono: SELENIO, MAGNESIO, POTASSIO, CALCIO, SODIO, vitamina E, vitamina A, vitamina D, vitamine del gruppo B di cui la vitamina B17 e via di seguito, e da questo liquido è stato VEICOLATO nella vagina di mia madre, ed ALIMENTATO fino a raggiungere il completamento della sua funzione che è la mia nascita. Certo ALIMENTATO, poichè tutto quanto vive si nutre, e di che cosa se non del contenuto di questo SPERMA nel quale è nato poichè siamo certi che la vagina di mia madre è NEGATIVA in tutti i sensi, quindi per nulla ospitale lasciando che VINCA IL MIGLIORE, poichè Madre Natura ha fatto sì che in questo tragitto avvenisse la PRIMA VERA SELEZIONE della specie ed è per questo che dopo battaglie e lotte con le altre migliaia di spermatozoi, finalmente il mio è riuscito a raggiungere la meta dando inizio alla mia vita.
E' comprensibile ora che le fecondazioni ARTIFICIALI vengono meno alla PRIMA SELEZIONE DELLA SPECIE, poichè sono certo che nessuno è in grado di scegliere IL MIGLIORE quindi tutto avviene CONTRONATURA.
Sono certo che le persone che devono usufruire di questo stratagemma per avere figli, vi devono ricorrere poichè CARENTI di alcuni o anche MOLTI di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" poichè si nutrono di CIBI CARENTI di questi o addirittura di CIBI CHIMICI. E' comprensibile che se in natura questo fatto dovesse avvenire nelle altre specie animali, a quest'ora nel mondo non esisterebbe più la vita, ma questo non risulta, vero?
Ora, come ti ho fatto notare il mio corpo è stato GENERATO in questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che personalmente considero LA BASE DELLA VITA ANIMALE in quanto questo non è SOLO per l'Homo Sapiens ma per TUTTI GLI ANIMALI del mondo, quindi nella loro TOTALITA'.
Per far capire l'esempio dico che se voglio fare una vernice devo comprare del SOLVENTE, in quanto sò che per produrla ho bisognio di questa, in quanto gli ingredienti si sciolgono solo in questo.
Quindi quando ho questo compro i vari ingredienti e giro mischiando il tutto fino ad ottenere la vernice del colore che voglio.
Ora però se devo fare manutenzione, diluire o variare qualche componente, dovrò aggiungere SOLVENTE, che è la BASE con cui ho fatto questa vernice, in quanto chè se mettessi dell'acqua o dell'olio non succederebbe nulla.
Ora, dato che personalmente SONO NATO in questo "SPERMA" formato dai vari "ALIMENTI ESSENZIALI" con in maggior percentuale l'ACIDO ASCORBICO, non posso negare che la mia BASE è questo LIQUIDO come lo è il SOLVENTE per la vernice. Quindi se dovrò fare della MANUTENZIONE al mio corpo dovrò usare la mia BASE per farlo, ed è inutile che io usi il SOLVENTE (CHIMICO).
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... lavita.htm

quindi come puoi pensare che TU sia stata GENERATA in questi
CAFFE' o
FUNGO Ganoderma Lucidum o Reishi.[cursing] ??????????
se mai sono CAUSA DI MALATTIE CERTE in quanto INVENTATE dall' Homo Sapiens per il SOLO LUCRO sia nella vendita degli articoli che dalle MALATTIE da curare.
Su questa pagina trovi TUTTE le informazioni necessarie a capire cosa è in effetti la tazza di CAFFE'
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... febase.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » mar dic 15, 2015 9:16 pm

Ciao, chiedo umilmente scusa agli amministratori, se ripeto ancora questo post nel forum, ma ritengo che informare anche le persone che leggono solo il discorso sul CAFFE', debbano essere informate di questo fatto così importante per la loro SALUTE. Se però ritenete che questo non debba essere fatto Vi chiedo ancora umilmente scusa per quello che mi sono permesso di pensare e siete autorizzati ed eliminare questo scritto.
Eccoti un articolo molto lusinghiero, che ti invita a bere almeno 4-5 CAFFE' al giorno elencandoti prima di tutto uno studio che viene addirittura dal università di Harvard (Stati Uniti), ma non basta, ti elenca addirittura TUTTI I BENEFICI che puoi trarre da questa bevanda DROGA. Non solo ma ti invita anche a leggere per TUA CERTEZZA su altri articoli che ti descrivono altri BENEFICI che ottieni da questi TANTI CAFFE' .
Quanto è sincero questo articolo, ma sopratutto quanto è sincero nell'insieme?
Non è che l'autore di questi articoli insieme alla università di Harvard si sono fatti quattro conti del ricavato dalla vendita di questi 4-5 CAFFE' e da questo, trendone quell' ENORME profitto che ora anche noi andiamo a coteggiare insieme, onde poter capire il VERO SCOPO DI QUESTI SIGNORI.
Noi sappiamo che un CAFFE' al bar costa un euro.
Ora se ogni ne italiano consuma 5 CAFFE' al giorno, è vero che 60.000.000 (sessantamilioni) di italiani x 5 euro fanno esattamente 300.000.000 (trecentomilioni) di euro?
Ragguardevole cifra, vero? anche perchè, se non lo ricordate è AL GIORNO, e mi fermo quì poichè all'anno viene una cifra che non stà nelle calcolatrici.
Bene, fissato questo vi chiedo:
"Ma quale cifra riceveranno come compenso questi benemeriti signori?"
Non voglio e non mi permetto di indagare, poichè non è il mio compito, ma lasco a voi la fantasia di indovinare quale cifra potranno mai intascare, e quale gliene resteranno anche pagando regolarmente le tasse.
Ora, abbiamo visto quanto peso hanno i vostri CAFFE' giornalieri.
Ora invece indaghiamo per capire quale peso potranno avere sulla VOSTRA SALUTE questi beneamati CAFFE'.
Iniziamo col dire che questo CAFFE' è una DROGA-INSETTICIDA e non lo dico io, ma lo dicono i DOCENTI che insegnano ai futuri dottori, e su questo si scrive:
"A conferma questo breve articolo è un frammento del materiale di discussione di un Corso di Formazione e Aggiornamento per docenti di un Liceo. Si è preferito proporre per la pubblicazione questa parte prima dell'intero materiale che farà parte di una successiva più ampia trattazione dell'intero corso per esporre qui alcuni argomenti che di solito sono sottaciuti o dati per scontati nella esposizione di programmi di prevenzione.
Pochi interventi di prevenzione, spesso condotti da operatori "fumatori" (di tabacco) considerano le potenzialità negative dell'habitus "addicted to", anche per sostanze "apparentemente innocue" (come il tabacco).
Molto spesso è il "fattore umano", "la storia" della persona che curiamo, che rende pesante la tossicodipendenza.
Le forze politiche ed il governo paiono però non considerare questo elemento dell'individuo, corroborato dai dati della ricerca scientifica, sovvenzionata a volte dallo stesso governo.
Anzi "le droghe leggere" racchiudono bacini elettorali facilmente coinvolgibili, ... ma la Clinica non può scendere a compromessi. Il materiale che propongo al lettore è un fedele adattamento della discussione all'interno del Corso.
G: "Ma allora ciò che si dice della distinzione tra droghe leggere o pesanti?"
C: "Questa distinzione non è di tipo clinico ma ha un valore solo in termini politici o ideologici. Sono nomi che non hanno nessun valore in campo clinico. Vogliamo scoprire insieme perché? ... Perché una droga si definisce pesante?"
G: "Perché da assuefazione, dipendenza, etc., perché determina l'overdose,...e quindi alta pericolosità, ...
C: "L'eroina si definiva e si definisce pesante anche perché questa sostanza interagisce con dei recettori specifici sulla superficie dei neuroni, che si uniscono, nel soggetto sano, alle endorfine che sono sostanze che noi produciamo autonomamente e che determinano il sonno, l'aumento della soglia del dolore, alcune funzioni connesse con le sensazioni di piacere.
La "pesantezza" sta non solo negli effetti, ma anche, (e questo è un attributo sottile, poco appariscente) nella alterazione del metabolismo precedente. Potremo considerare l'esperimento che ogni tossicodipendente fa (dal fumatore di sigaretta all'eroinomane) come al sovvertimento di un "ecosistema neurorecettoriale". Come l'ecosistema naturale può essere irrimediabilmente alterato da elementi esterni "non biodegradabili", così il delicato equilibrio neurorecettoriale può essere completamente sovvertito dall'introduzione di sostanze che sono identiche a quelle sintetizzate dal S.N.C..
Se noi facciamo l'elenco delle sostanze di cui ci si rende dipendenti troveremo nel liquido cefalorachidiano del feto, il corrispettivo biologico endogeno dell'elenco delle sostanze in esame. Anche della marijuana possiamo affermarne la sua "pesantezza" clinica: potevamo considerarla droga leggera in passato poiché non si conosceva il corrispettivo endogeno. Avendo scoperto la sostanza "anandamide", sostanza endogena che è identica al THC, siamo in grado di affermare uno squilibrio del metabolismo della sostanza e del recettore corrispondente, ma mentre in passato il THC era una sostanza "aspecifica", ora no può più essere definita tale. Allora se ne deduce che tutte le sostanze sono "pesanti" perché incidono pesantemente sul metabolismo e sull'equilibrio della sostanza endogena corrispondente.
TABELLA:
Sostanza---------Recett.specif./Neurotrasm mesolim/Neurotrasm.cortic.
Tabacco (nicotina)--Ac. Nicotinico---GABA-------------DOPA
Caffè---------------A; NorA----------GABA-------------DOPA
Tè------------------A; NorA----------GABA-------------DOPA
Oppiacei------------Endorfine--------GABA-------------DOPA
Cannabis------------Anandamide-------GABA-------------DOPA
Cocaina----------Serotonina1/dopamina1-GABA-----------DOPA
Barbiturici; alcol, BDZ/Ac--Aminobutirrico/GABA---------DOPA
1) Blocco reuptake
G: Però possiamo considerare alcune sostanze che determinano una tossicodipendenza più grave o sostanze che determinano una tossicodipendenza più leggera?
C: Non esistono droghe leggere e pesanti ma tossicodipendenti leggeri o tossicodipendenti pesanti. All'interno della storia del singolo individuo non può entrare una classificazione, una tipologia che prescinde "la sostanza" e non "lo stato mentale", ma è lo stato mentale che si situa ad un livello più pesante o più leggero, non la sostanza."
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... ndenza.htm

Bene questo articolo serve solo come far capire che i medici sanno benissimo cosa sia il CAFFE' e non hanno bisogno di prove scientifiche poichè a loro glielo hanno insegnato e lo hanno sudiato.
Quest'altro articolo dice:

"Vi siete mai chiesti come mai quando andiamo dal medico e gli esponiamo i nostri problemi di salute una delle prime domande che il medico ci fa è: quanti caffè bevi in un giorno? E secondo di come gli risponderemo lui ci dirà:
hai problemi di stomaco? Non bere caffè
hai problemi alla vescica? E' meglio se rinunci al caffè
hai problemi alla prostata? Fai a meno del caffè
hai problemi al cuore? Non bere caffè
ecc. ecc.
Ma perché il "nostro" medico di famiglia non ci dice chiaramente che solo un organismo perfettamente sano tollera, e ripeto tollera, uno o due caffè al giorno? E che comunque sarebbe meglio farne a meno?
In verità quando beviamo un caffè, introduciamo nel nostro corpo una quantità di tossine per varietà e quantità molte volte superiore a quelle che introdurremmo mangiando un fungo tossico, anche se non letale.
Allora mi chiedo, mangereste tutti i giorni un fungo sapendo prima che il fungo è TOSSICO (ma con un buon sapore) o ne fareste a meno?..."
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... ricoli.htm

Quindi abbiamo visto che i medici sono anche loro dei COMPAGNI DI MERENDA per dividere la torta,
Ma allora come potrà questo CAFFE' DROGA-INSETTICIDA dare alla nostra SALUTE quei benefici descritti sulla varie pagine dell'articolo citate?

Fin'ora, mancandoci delle necessaria informazione, non avevamo alcun mezzo per sapere se questi articoli sono veri o falsi,
MA ORA INVECE DELLE CHIACCHIERE, NOI ABBIAMO IN MANO UNO STRUMENTO PER UNA DIAGNOSI PRECOCE, CHE SERVE PER VERIFICARE SE BEVENDO QUESTO INDICATO CAFFE' OTTENIAMO QUELLA BASE NECESSARIA A QUESTI BENEFICI DI CUI LA OTTIMA SALUTE O MENO.

Si, questa DIAGNOSI PRECOCE ce l'ha indicata il dottor Angelo Bona: il valore della
OMOCISTEINA
difatti egli con un video ci informa che::
"OMOCISTEINA e malattie cardiovascolari
L'OMOCISTEINA è Un intermedio metabolico
nel ciclo dona Metionina, dei Folati e della Transulfatazione
Quando l'OMOCISTEINA è Bassa
significa
che il ciclo della mationina, dei folati e della via della TRANSULFATAZIONE va bene
ed il rischio vascolare
è basso
I Valori Normali di OMOCISTEINA
sono inferiori a 13 micromoli/L
Valori moderatamente elevati di OMOCISTEINA
Oscillano tra i 13 ed i 60 micromoli/L
Ma quando l'OMOCISTEINA nel sangue supera i 60 micrimoli/L
Aumenta il rischio di Incidenti cardiovascolari
quali
Ictus, Infarti
e trombosi Venose profonde
Ma perchè l'OMOCISTEINA Alta aumenta il rischio cardiovascolare?
Il Motivo dipende dal fatto
che quando l'OMOCISTEINA è Alta
il SAMe detto S-adenosil-metionina
risulta BASSO
e quindi
I vasi sanguigni
fanno fatica ad esprimere un enzima Salva Vita
che si chiama
eNOS
eNOs
in caso di qualsiasi occlusione Vascolare
produce istantaneamente
Ossido Nitrico
che provoca una rapida Vasodilatazione del vaso sanguigno
SBLOCCANDOLO
e prevenendo quindi
l'incidente vascolare
Non a caso
in caso di infarto
gli operatori sanitari
somministrano NITROGLICERINA
allo scopo di formare Ossido Nitrico nei vasi
e quindi
provocare una vasodilatazione
al fine di sbloccare l'ostruzione vascolare
Quindi un eccesso di OMOCISTEINA nel sangue
aumenta il rischio di Incidenti Vascolari
e disfunzioni endoteliali
Per mancata espressione di eNOS
l'Enzima Salvavita che vi sblocca i vasi sanguigni
mediante produzione di Ossido Nitrico
In caso di Occlusione Vascolare è
l'OMOCISTEINA ALTA
può essere tenuta sotto controllo
con 5 VITAMINE
VITAMINE B6, B9, B12, BETAINA
e sopratutto
ACIDO ASCORBICO
e lo ZINCO
e RIDUCENDO
il consumo di
Carni Rosse e caseine ricche di Metionina
Zucchero ed amidi raffinati
Perchè questi ultimi bloccano mediante l'Insulina
la via della TRANSULFATAZIONE
e bisogna eliminare anche
l'uso di CAFFEINA FUMO DI SIGARETTA e TEINA
Ma sopratutto ingoiare giornalmente ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENAZIALI"
perchè nessun animale soffre di Malattie Cardiovascolari.
Ce lo dice il dr. Mathias Rath con questo video
http://www.perche-gli-animali-non-sono- ... diaci.org/
Questo fatto è perchè ogni essere vivente questo ACIDO ASCORBICO se lo AUTOPRODUCE dal concepimento alla morte, mentre l'Homo Sapiens NO."
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... avideo.htm

Ed ora a riprova ecco il mio esame del sangue fatto in data 27-11-2015 dove il valore della
OMOCISTEINEMIA BASALE 17.14 pg/ml (0.00-20.00)
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... cist15.htm

Naturalmente personalmente NON BEVO CAFFE' da molti anni, e tu?
Quindi col valore della TUA OMOCISTEINA potrai determinare senza ombra di dubbio quali BASI ti stà creando e quali BENEFICI FUTURI potrai ottenere dal CAFFE' consigliato.
E se mi posso permettere, mentre ti fai fare quel semplice esame del sangue, richiedi al tuo medico i valori di quelli che ti indico sotto ed avrai la fotografia della tua attuale SALUTE. Mentre ci sei poi, richiedi al tuo medico, anche il valore dei "PRINCIPI ATTIVI" dei FARMACI (VELENO PURO) che lui ti ha prescritto per la tua malattia. Sono certo che sorriderà, ma NON te li richiede, ma sai perchè? perchè questi "PRINCIPI ATTIVI" nel tuo sangue NON CI DEVONO STARE, ma se non ci devono stare nel tuo sangue, COSA FARANNO MAI NEL TUO CORPO? Chiedilo a lui perchè NON DEVONO ESSERCI, LUI LO SA'!!
Esame del sangue per il controllo della
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO
POTASSIO
FERRO
FOSFOREMIA
vitamina B12
MAGNESIO
OMOCISTEINA
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D, poichè questi due sono legati l'uno all'altro e sono inversamente proporzionali.
Se invece hai la OMOCISTEINA alta sei a rischio infarto o ictus, quindi alle malattie cardiovascolari legate.
Questa OMOCISTEINA è nei cibi, ma sopratutto è aumentata dalle DROGHE come il TABACCO ed il CAFFE'. Quindi evitarle è TANTA SALUTE.
Una vitamina e precisamente la vitamina B9 (ACIDO FOLICO) è quello che te la fà abbassare. Questo ACIDO FOLICO è nei vegetali, sopratutto nelle verdure a foglia verde che vanno ingoiate CRUDE.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... steina.htm
Insieme agli esami del sangue, per avere una fotografia completa della tua SALUTE, è IMPORTANTISSIMO il valore del pH delle urine. L'interpretazione è semplicissima, con il pH sotto il 5.5 (ACIDO) il corpo è a disposizione delle malattie, mentre il valore uguale e sopra il 6 (BASICO) le malattie stanno lontano da quel corpo.

l'articolo dice:
"""Bere caffè abbasserebbe il rischio di morte prematura. Una buona notizia per i consumatori di caffè arriva dall’università di Harvard (Stati Uniti): un team di ricercatori ha condotto uno studio che dimostra la riduzione del rischio di morire prematuramente rispetto a chi ne prende meno o per nulla. Ma quanto caffè bisognerebbe bere per beneficiare di questi effetti? Circa 3-5 tazzine al giorno.

I ricercatori hanno preso in esame i dati derivati dal monitoraggio dello stato di salute di circa 160mila donne e 40mila uomini eseguita per 30 anni. Per misurare il consumo di caffè i partecipanti hanno compilato dei questionari sulle loro abitudini alimentari ogni 4 anni.

I benefici maggiori riguardavano chi quotidianamente beveva 3-5 tazzine di caffè e non fumava: il rischio di morte prematura era risultato inferiore dell’8-15%.
Effetti protettivi del caffè anche se decaffeinato

Buone notizie anche per chi consuma caffè decaffeinato: il suo effetto protettivo rimarrebbe anche in assenza di caffeina. 3-5 tazzine al giorno ridurrebbe l’incidenza di morti premature dovute a diabete di tipo 2, malattie neurologiche come il Parkinson e le malattie cardiovascolari.

Sebbene siano necessari ulteriori approfondimenti per comprendere meglio il meccanismo biologico alla base di questo effetto protettivo, gli scienziati dicono comunque che il caffè contiene sostanze bio-attive che riducono la resistenza all’insulina e le infiammazioni, antiossidanti e magnesio. Dalla ricerca deriva una semplice conclusione: “Che il caffè può far parte di una dieta sana”, sottoscrivono i suoi autori.

La ricerca pubblicata su Circulation è solo l’ultima delle tante ricerche che hanno dimostrato gli effetti protettivi del caffè sulla salute. Pochi mesi fa uno studio italiano condotto in collaborazione con l’Istituto superiore della Sanità aveva concluso che il caffè può ridurre il rischio di deterioramento cognitivo lieve. «Sono circa 15 anni che circola l’idea di un effetto protettivo del caffè contro il rischio di sviluppare demenza. E si è discusso a lungo se sia la caffeina la responsabile di questo fenomeno», spiega il professor Alberto Albanese, responsabile dell’Unità Operativa di Neurologia I dell’ospedale Humanitas.

(Per approfondire leggi qui: Alzheimer, dal caffè un aiuto contro demenza e declino cognitivo?)
Il caffè ha effetti benefici anche sul fegato

Tra gli altri effetti del caffè la ricerca ha documentato i benefici che il suo consumo avrebbe sul fegato riducendo la presenza di enzimi epatici anormali: «Altre pubblicazioni su modelli animali e studi epidemiologici hanno già dimostrato da anni il potere protettivo del caffè nei confronti dello sviluppo della steatosi epatica non alcolica», aggiunge il dottor Giovanni Covini, epatologo e responsabile Ambulatori Check-Up di Humanitas.

(Per approfondire leggi qui: Il caffè fa bene al fegato?)

Ma quando si parla di caffè un aspetto fondamentale è quello delle dosi: il consumo eccessivo di caffè è infatti rischioso e può causare, tra l’altro, insonnia e agitazione."""
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... arvard.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » mer dic 23, 2015 8:45 pm

Auguri di Buone Feste 2015 a TUTTI.

http://acidoascorbico.altervista.org/buonnatale.pps


ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda Akira » gio dic 31, 2015 11:44 am

Anche il te nero produce danni simili al caffé?
Akira
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: dom lug 30, 2006 6:44 am

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » sab gen 02, 2016 9:05 am

Akira ha scritto:Anche il te nero produce danni simili al caffé?


Ciao Akira, mi dispiace darti una brutta notizia.
Putroppo contiene la TEINA.
La pagina recita:
"A conferma questo breve articolo è un frammento del materiale di discussione di un Corso di Formazione e Aggiornamento per docenti di un Liceo. Si è preferito proporre per la pubblicazione questa parte prima dell'intero materiale che farà parte di una successiva più ampia trattazione dell'intero corso per esporre qui alcuni argomenti che di solito sono sottaciuti o dati per scontati nella esposizione di programmi di prevenzione.
Pochi interventi di prevenzione, spesso condotti da operatori "fumatori" (di tabacco) considerano le potenzialità negative dell'habitus "addicted to", anche per sostanze "apparentemente innocue" (come il tabacco).
Molto spesso è il "fattore umano", "la storia" della persona che curiamo, che rende pesante la tossicodipendenza.
Le forze politiche ed il governo paiono però non considerare questo elemento dell'individuo, corroborato dai dati della ricerca scientifica, sovvenzionata a volte dallo stesso governo.
Anzi "le droghe leggere" racchiudono bacini elettorali facilmente coinvolgibili, ... ma la Clinica non può scendere a compromessi. Il materiale che propongo al lettore è un fedele adattamento della discussione all'interno del Corso.
G: "Ma allora ciò che si dice della distinzione tra droghe leggere o pesanti?"
C: "Questa distinzione non è di tipo clinico ma ha un valore solo in termini politici o ideologici. Sono nomi che non hanno nessun valore in campo clinico. Vogliamo scoprire insieme perché? ... Perché una droga si definisce pesante?"
G: "Perché da assuefazione, dipendenza, etc., perché determina l'overdose,...e quindi alta pericolosità, ...
C: "L'eroina si definiva e si definisce pesante anche perché questa sostanza interagisce con dei recettori specifici sulla superficie dei neuroni, che si uniscono, nel soggetto sano, alle endorfine che sono sostanze che noi produciamo autonomamente e che determinano il sonno, l'aumento della soglia del dolore, alcune funzioni connesse con le sensazioni di piacere.
La "pesantezza" sta non solo negli effetti, ma anche, (e questo è un attributo sottile, poco appariscente) nella alterazione del metabolismo precedente. Potremo considerare l'esperimento che ogni tossicodipendente fa (dal fumatore di sigaretta all'eroinomane) come al sovvertimento di un "ecosistema neurorecettoriale". Come l'ecosistema naturale può essere irrimediabilmente alterato da elementi esterni "non biodegradabili", così il delicato equilibrio neurorecettoriale può essere completamente sovvertito dall'introduzione di sostanze che sono identiche a quelle sintetizzate dal S.N.C..
Se noi facciamo l'elenco delle sostanze di cui ci si rende dipendenti troveremo nel liquido cefalorachidiano del feto, il corrispettivo biologico endogeno dell'elenco delle sostanze in esame. Anche della marijuana possiamo affermarne la sua "pesantezza" clinica: potevamo considerarla droga leggera in passato poiché non si conosceva il corrispettivo endogeno. Avendo scoperto la sostanza "anandamide", sostanza endogena che è identica al THC, siamo in grado di affermare uno squilibrio del metabolismo della sostanza e del recettore corrispondente, ma mentre in passato il THC era una sostanza "aspecifica", ora no può più essere definita tale. Allora se ne deduce che tutte le sostanze sono "pesanti" perché incidono pesantemente sul metabolismo e sull'equilibrio della sostanza endogena corrispondente.
TABELLA:
Sostanza---------Recett.specif./Neurotrasm mesolim/Neurotrasm.cortic.
Tabacco (nicotina)--Ac. Nicotinico---GABA-------------DOPA
Caffè---------------A; NorA----------GABA-------------DOPA
Tè------------------A; NorA----------GABA-------------DOPA
Oppiacei------------Endorfine--------GABA-------------DOPA
Cannabis------------Anandamide-------GABA-------------DOPA
Cocaina----------Serotonina1/dopamina1-GABA-----------DOPA
Barbiturici; alcol, BDZ/Ac--Aminobutirrico/GABA---------DOPA
1) Blocco reuptake
G: Però possiamo considerare alcune sostanze che determinano una tossicodipendenza più grave o sostanze che determinano una tossicodipendenza più leggera?
C: Non esistono droghe leggere e pesanti ma tossicodipendenti leggeri o tossicodipendenti pesanti. All'interno della storia del singolo individuo non può entrare una classificazione, una tipologia che prescinde "la sostanza" e non "lo stato mentale", ma è lo stato mentale che si situa ad un livello più pesante o più leggero, non la sostanza."
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... ndenza.htm
Buon Anno
ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda luisa56 » dom gen 10, 2016 1:10 pm

Caspita!!! caspita
La tua è una vera e propria crociata contro il caffè ....
Confesso che mi piace e lo bevo e non sempre moderatamente
Probabilmente non fa bene...come mille e più ingredienti che ci propinano anche inconsapevolmente
Avatar utente
luisa56
 
Messaggi: 126
Iscritto il: mer giu 11, 2008 11:22 pm

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » lun gen 11, 2016 8:18 am

Ciao Luisa56, la mia non vuole essere una crociata, ma dare solo la GIUSTA INFORMAZIONE che in effetti manca.
Poi però, dato che siamo in democrazia, sperando che si mantenga ancora la libertà, ognuno si comporta come crede, ti pare?

Ed invece per chi ha capito il mio messaggio:
Alla fine della pagina trovi l'articolo sul caffè di CICORIA, quello che ti propongo di bere sostituendolo alla CAFFEINA di cui in questa pagina trovi molti articoli VERITIERI che ti danno la giusta informazione dei danni che ti causa UNA TAZZINA DI CAFFE' al giorno.
Avendo CERTEZZA che la CAFFEINA è una DROGA-INSETTICIDA e che piano piano nel tempo si sono alzati i consumi di CAFFE', ma nel contempo sono anche aumentate le morti per tumore, non è possibile non collegare le due cose.
Nel contempo però, con l'aumentare dell'inserimento degli "AROMI" o "AROMI NATURALI" nei CIBI e con l'aumentare dei PRODOTTI CHIMICI circolanti nelle case e per la pulizia della persona, senza contare poi i FARMACI CHIMICI di cui ormai la pubblicità ne è zeppa, come non possiamo capire del perchè di tumore si muore ormai ad una qualsiasi età e non più solo gli anziani i cui corpi hanno accumulato piani piano nel tempo questi VELENI.
Certo, ormai questi VELENI sono talmente tanti che vengono proposti anche ai bambini con la COCA-COLA ed i CIBI a loro dedicati contenenti gli "AROMI" o "AROMI NATURALI", usando poi le mamme tutte quelle invenzioni CHIMICHE per profumare, pulire e DISINFETTARE i loro bambini credendo nella PUBBLICITA' SPAZZATURA, che poi si stupiscono che ben presto se li ritrovano pieni di malattie se non da tumori.
Difatti il video lo dichiara chiaramente e quindi si può rilevare che:
"nel 1900 i casi di questa malattia erano di una persona su 20, nel 1940 una su 16, nel 1970 una su 10, nel 2000 una su 3, che aumentano ancora ogni anno che passa".
http://www.youtube.com/watch?v=1RUrIO3E ... re=related
http://www.youtube.com/watch?v=2HUkgEhF1UQ
a 20 minuti parla dei dottori che si corrompono già alle università.
Quindi EVITARE il CAFFE' e TUTTI i prodotti che lo contengono vuol dire MANTENERSI LA SALUTE a mantenerla ai propri figli, quindi se non si può fare a meno, bere il caffè di CICORIA come da informazioni in fondo pagina.
Ora due parole su questi PRODOTTI CHIMICI inseriti in OGNI CIBO, sia per piccini che per gli adulti.
La pagina recita:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, ecc.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm

ATTENZIONE, l'articolo parla di "LATTE DI SOIA".
Consiglio a tutte le persone che ingoiano "LA SOIA" in qualsiasi prodotto, di controllare negli INGREDIENTI, che se trovano la parola "AROMI" o "AROMI NATURALI", consiglio di NON INGOIARLI PIU'.
Ma poi questo mio è SOLO UN CONSIGLIO, ad ognuno invece le sue decisioni.

Ed ora ecco che sulla pagina trovi tutto ciò che è la nostra documentazione riguardante il CAFFE'.
Stò rilevando con piacere che ogni giorno che passa, dopo un secolo di silenzio, anzi direi di inganno, sempre più persone scrivono le verità su questo PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE' di cui sono stato uno dei primi a parlarne e darle questa azzeccata definizione, data la mia esperienza NEGATIVA con questa chiamata "BEVANDA", che personalmente definisco "DROGA VELENOSA". Quindi per me questo è un onore immenso.

Non devi sapere che esiste l’omocisteina: perché? Un amminoacido che smaschera il business.
Chi dice questo è un dottore, il dottor Angelo Bona il quale spiega molto dettagliatamente quali danni può causare la OMOCISTEINA e ne cita molti studi fatti al riguardo:
"Ciao, ieri ho visto un paziente che ha subito un infarto un anno fa e al quale hanno inserito uno “stent”. Dicesi stent un tubicino espandibile che viene posizionato in una arteria coronarica per ripristinare il flusso sanguigno.

Ho chiesto che mi portasse una serie di esami clinici tra cui l’OMOCISTEINA. Il valore era molto alto: 50 µmol/L. Sapendo che non deve superare i 10 µmol/L, soprattutto nei disturbi cardiovascolari ho chiesto se dopo l’infarto il cardiologo avesse richiesto questo importantissimo esame.

La risposta del paziente è stata naturalmente negativa. Chiediamoci come mai.

Cosa è l’omocisteina?
Le DROGHE CAFFE', TE' e TABACCO le prime cause.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... steina.htm
Le DROGHE CAFFE', TE' e TABACCO le prime cause di morte prematura.
La OMOCESTEINA la SOLA CAUSA DI ICTUS ED INFARTI, controllatela con questo semplice esame del sangue:
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO
POTASSIO
FERRO
FOSFOREMIA
vitamina B12
MAGNESIO
OMOCISTEINA
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D, poichè questi due sono legati l'uno all'altro e sono inversamente proporzionali.
Se invece hai la OMOCISTEINA alta sei a rischio infarto o ictus, quindi alle malattie cardiovascolari legate.
Questa OMOCISTEINA è nei cibi, ma sopratutto è aumentata dalle DROGHE come il TABACCO ed il CAFFE'. Quindi evitarle è TANTA SALUTE.
Una vitamina e precisamente la vitamina B9 (ACIDO FOLICO) è quello che te la fà abbassare. Questo ACIDO FOLICO è nei vegetali, sopratutto nelle verdure a foglia verde che vanno ingoiate CRUDE.
La prima concausa di TUTTE LE MALATTIE UMANE, la "CAFFEINA" in quanto "DROGA-INSETTICIDA". La riprova? Chi non sà che il fondo del CAFFE' messo nei vasi uccide tutti gli animaletti che minacciano le piante? E chi non sà che per uccidere le ZECCHE o le PULCI dei cani e dei gatti basta mettere il CAFFE' macinato da fare per 4-5 mattine sul pelo della schiena per debellando cosi gli intrusi? Non solo, ma dove lo producono NON LO BEVONO! Vi sarà pure in valido motivo, vero?
Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA. Questo io titolo del loro video di informazione come è fatto per il bugiardino e le scritte sulle sigarette:
"Una droga legale: il caffé (VIDEO)"
che è TUTTO UN PROGRAMMA, vero?
http://www.guidafinlandia.it/informazio ... ffe-video/
da questa pagina:
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... evideo.htm
ed ora il video intitolato:
LA TRAPPOLA DEL CAFFE'
https://youtu.be/JS8IXyr6cww
Causa certa di tutte le nostre MALATTIE.
Quindi continuare e perseverare nel berlo, nel tempo, è assolutamente MALATTIA CERTA.
Ed ora prima di iniziare vorrei portarti a conoscenza di un ragionamento che spiega TUTTO quanto mi stà succedendo in relazione alla mia SALUTE, che è spiegata dal fatto che
NELLA SALUTE, NESSUN ESSERE VIVENTE E' DIPENDENTE DA UN SUO SIMILE TRANNE L'HOMO SAPIENS. NON TI PARE STRANA LA COSA? sono certo che Madre Natura o la EVOLUZIONE NON possano punire solo l'Homo Sapiens, quindi
per conferma ti chiedo:
"Mi sai dire anche una sola specie animale della quale un individuo si reca da un altro individuo suo simile per la salute?"
NOOOO!?!?!?!?!

Quindi abbiamo visto che i medici sono anche loro dei COMPAGNI DI MERENDA per dividere la torta,
Ma allora come potrà questo CAFFE' DROGA-INSETTICIDA dare alla nostra SALUTE quei benefici descritti sulla varie pagine dall'articolo citate?

Fin'ora, mancandoci delle necessaria informazione, non avevamo alcun mezzo per sapere se questi articoli sono veri o falsi,
MA ORA INVECE DELLE CHIACCHIERE, NOI ABBIAMO IN MANO UNO STRUMENTO PER UNA DIAGNOSI PRECOCE, CHE SERVE PER VERIFICARE SE BEVENDO QUESTO INDICATO CAFFE' OTTENIAMO QUELLA BASE NECESSARIA A QUESTI BENEFICI DI CUI LA OTTIMA SALUTE O MENO.

Si, questa DIAGNOSI PRECOCE ce l'ha indicata il dottor Angelo Bona: il valore della
OMOCISTEINA
difatti egli con un video ci informa che::
"OMOCISTEINA e malattie cardiovascolari
L'OMOCISTEINA è Un intermedio metabolico
nel ciclo dona Metionina, dei Folati e della Transulfatazione
Quando l'OMOCISTEINA è Bassa
significa
che il ciclo della mationina, dei folati e della via della TRANSULFATAZIONE va bene
ed il rischio vascolare
è basso
I Valori Normali di OMOCISTEINA
sono inferiori a 13 micromoli/L
Valori moderatamente elevati di OMOCISTEINA
Oscillano tra i 13 ed i 60 micromoli/L
Ma quando l'OMOCISTEINA nel sangue supera i 60 micrimoli/L
Aumenta il rischio di Incidenti cardiovascolari
quali
Ictus, Infarti
e trombosi Venose profonde
Ma perchè l'OMOCISTEINA Alta aumenta il rischio cardiovascolare?
Il Motivo dipende dal fatto
che quando l'OMOCISTEINA è Alta
il SAMe detto S-adenosil-metionina
risulta BASSO
e quindi
I vasi sanguigni
fanno fatica ad esprimere un enzima Salva Vita
che si chiama
eNOS
eNOs
in caso di qualsiasi occlusione Vascolare
produce istantaneamente
Ossido Nitrico
che provoca una rapida Vasodilatazione del vaso sanguigno
SBLOCCANDOLO
e prevenendo quindi
l'incidente vascolare
Non a caso
in caso di infarto
gli operatori sanitari
somministrano NITROGLICERINA
allo scopo di formare Ossido Nitrico nei vasi
e quindi
provocare una vasodilatazione
al fine di sbloccare l'ostruzione vascolare
Quindi un eccesso di OMOCISTEINA nel sangue
aumenta il rischio di Incidenti Vascolari
e disfunzioni endoteliali
Per mancata espressione di eNOS
l'Enzima Salvavita che vi sblocca i vasi sanguigni
mediante produzione di Ossido Nitrico
In caso di Occlusione Vascolare è
l'OMOCISTEINA ALTA
può essere tenuta sotto controllo
con 5 VITAMINE
VITAMINE B6, B9, B12, BETAINA
e sopratutto
ACIDO ASCORBICO
e lo ZINCO
e RIDUCENDO
il consumo di
Carni Rosse e caseine ricche di Metionina
Zucchero ed amidi raffinati
Perchè questi ultimi bloccano mediante l'Insulina
la via della TRANSULFATAZIONE
e bisogna eliminare anche
l'uso di CAFFEINA FUMO DI SIGARETTA e TEINA
Ma sopratutto ingoiare giornalmente ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENAZIALI"
perchè nessun animale soffre di Malattie Cardiovascolari.
Ce lo dice il dr. Mathias Rath con questo video
http://www.perche-gli-animali-non-sono- ... diaci.org/
Questo fatto è perchè ogni essere vivente questo ACIDO ASCORBICO se lo AUTOPRODUCE dal concepimento alla morte, mentre l'Homo Sapiens NO."
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... avideo.htm

Ed ora a riprova ecco il mio esame del sangue fatto in data 27-11-2015 dove il valore della
OMOCISTEINEMIA BASALE 17.14 pg/ml (0.00-20.00)
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... cist15.htm

Naturalmente personalmente NON BEVO CAFFE' da molti anni, e tu?
Quindi col valore della TUA OMOCISTEINA potrai determinare senza ombra di dubbio quali BASI ti stà creando e quali BENEFICI FUTURI potrai ottenere dal CAFFE' consigliato.
E se mi posso permettere, mentre ti fai fare quel semplice esame del sangue, richiedi al tuo medico i valori di quelli che ti indico sotto ed avrai la fotografia della tua attuale SALUTE. Mentre ci sei poi, richiedi al tuo medico, anche il valore dei "PRINCIPI ATTIVI" dei FARMACI (VELENO PURO) che lui ti ha prescritto per la tua malattia. Sono certo che sorriderà, ma NON te li richiede, ma sai perchè? perchè questi "PRINCIPI ATTIVI" nel tuo sangue NON CI DEVONO STARE, ma se non ci devono stare nel tuo sangue, COSA FARANNO MAI NEL TUO CORPO? Chiedilo a lui perchè NON DEVONO ESSERCI, LUI LO SA'!!
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... arvard.htm
Se a questo CAFFE' aggiungiamo anche la farina 00 o gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" facciamo proprio IL PIENO.
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aromia.htm
Dato che è praticamente impossibile invertirla come potremo OVVIARE a questo?
Semplice, evitarli ora che li conosciamo, ma sopratutto eliminare gli eventuali involontariamente ingoiati, ingoiando COSTANTEMENTE l'ACIDO ASCORBICO di cui Linus Pauling ci riporta detto da Irwin Stone:
"pagina 107/340------dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf
Sapevate che la farina panificabile che arriva nelle panetterie comuni può contenere fino a 109 additivi diversi? La farina biologica, invece, non contiene assolutamente alcun additivo. Questo articolo riguarda non solo il pane, ma tutti i prodotti fatti con la farina bianca, ovvero dolci, pizze, ecc.
La porcheria che si consuma sotto il sinonimo di pane, è una combinazione di sostanze chimiche che sono utili solo per chi vende il pane ma che danneggiano chi lo consuma.
Tutti abbiamo sentito dire che anticamente si sopravviveva a volte con solo pane e cipolla, ma chi pretende di fare una cosa simile oggi, sarebbe un suicida.
Il pane che oggi ingeriamo, è una pasta di amido che non nutre, anzi, sovraccarica di calorie vuote e porta all’obesità e alla perdita di minerali. Chi non sa che il pane bianco produce stitichezza? Quello che non tutti sanno è che produce molte altre malattie tra le quali:
Obesità
Cancro al colon
Mancanza di minerali (osteoporosi, artrosi, etc.)
Emorroidi
ecc.
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... erpane.htm
Devo far notare quale sia la VERA CAUSA dei REFLUSSI ed i BRUCIORI DI STOMACO, GASTRITI e ACIDITA' DI STOMACO :
e molte altre conseguenze anche importanti che NON ASSOCIERESTI MAI ALL'ASSUNZIONE DI CAFFE'!!!!
"Il caffè essendo una bevanda particolarmente ”grezza”, ha una composizione che reca particolarmente fastidio al ph dell’organismo.
L’assunzione troppo frequente di caffè porta a quella sensazione di bruciore di stomaco con effetti collaterali quali gastriti, reflussi gastrici e molte altre conseguenze anche importanti che non associeresti mai all’assunzione di caffè.
Infatti è difficile che appena assunto il caffè tu prova sensazioni sgradevoli, la caffeina è assimilabile ad una ”droga”, è come la nicotina, quando fumi il piacere che provi supera la sensazione di intossicazione che provano i tuoi polmoni.
E’ importante però che tu sia consapevole sulle reazioni del tuo corpo da li a qualche ora dopo l’assunzione di caffè!"
Leggilo nell'articolo sotto.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... tomaco.htm
Questo CAFFE' stà proprio in TUTTE le alimentazioni vanificando ogni sforzo per eliminare gli alimenti che si pensa possano far perdere la salute. Ma questo CAFFE' entra in punta di piedi pubblicizzato in modo subdolo e disinformando tutte le persone di qualsiasi ceto possano essere. Difatti lavazza chi lo beve, lo manda direttamente in PARADISO levandogli la vita. L'articolo sotto invece mette come oggetto la polenta e come complemento il CAFFE' mentre, a ragion veduta ne cambio i ruoli e cioè mettendo al'oggetto il subdolo CAFFE' ed in secondo luogo gli altri alimenti che da SEMPRE sono mangiati, ma i tumori sono aumentati solo dal 1900 in poi.
Forse a molti parrà esagerato da parte mia l'aver denominato questo CAFFE' "il PRIMO FLAGELLO umano", ma questo Roberto Defez, primo ricercatore Consiglio Nazionale Ricerche, Istituto di Genetica e Biofisica del Cnr Napoli. dichiara:
"Defez ha poi ricordato studi pubblicati che indicano Pordenone, dove la polenta rientra nelle abitudini alimentari locali, come la terza città in Europa per alta correlazione di tumori all'esofago, ma gli autori degli studi indicano anche come fattori di rischio le grappe, IL CAFFE', e la polenta specie se è bollente."
Voglio sottolineare la parte che dice:
"può nascondere rischi legati alla presenza di fumonisine, delle tossine che possono indurre il cancro all'esofago. Pordenone, una delle zone dove l'alimento è più diffuso e utilizzato, è al terzo posto in Europa per numero di tumori in quella parte del corpo..." ma cita anche il CAFFE'
"Il fattore di rischio è stato presentato, scrive il Gazzettino, in occasione del convegno organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile e dal Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, Roberto Defez, primo ricercatore Consiglio Nazionale Ricerche, Istituto di Genetica e Biofisica del Cnr Napoli. Nel suo intervento dedicato allo "sviluppo sost-edibile", Defez ha ricordato che nel 2007 il Regolamento 1126 ha introdotto un tetto delle fumonisine nei prodotti alimentari, differenziando il valore nell'alimentazione destinata agli adulti da quella dei bambini. Secondo una analisi effettuata dal ricercatore Cnr "su 77 polente in commercio, la composizione di quelle da agricoltura biologica avrebbe un valore di fumonisine due volte superiore alla media. Chiedo un'etichetta trasparente - ha detto Defez - con indicazioni delle fumonisine di quello specifico campione in commercio". Defez ha poi ricordato studi pubblicati che indicano Pordenone, dove la polenta rientra nelle abitudini alimentari locali, come la terza città in Europa per alta correlazione di tumori all'esofago, ma gli autori degli studi indicano anche come fattori di rischio le grappe, il caffè, e la polenta specie è bollente.Il fattore di rischio è stato presentato, scrive il Gazzettino, in occasione del convegno organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile e dal Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, Roberto Defez, primo ricercatore Consiglio Nazionale Ricerche, Istituto di Genetica e Biofisica del Cnr Napoli. Nel suo intervento dedicato allo "sviluppo sost-edibile", Defez ha ricordato che nel 2007 il Regolamento 1126 ha introdotto un tetto delle fumonisine nei prodotti alimentari, differenziando il valore nell'alimentazione destinata agli adulti da quella dei bambini. Secondo una analisi effettuata dal ricercatore Cnr "su 77 polente in commercio, la composizione di quelle da agricoltura biologica avrebbe un valore di fumonisine due volte superiore alla media. Chiedo un'etichetta trasparente - ha detto Defez - con indicazioni delle fumonisine di quello specifico campione in commercio". Defez ha poi ricordato studi pubblicati che indicano Pordenone, dove la polenta rientra nelle abitudini alimentari locali, come la terza città in Europa per alta correlazione di tumori all'esofago, ma gli autori degli studi indicano anche come fattori di rischio le grappe, il caffè, e la polenta specie se è bollente."
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... olenta.htm

Molte persone eliminato il CAFFE' bevono con soddisfazione il caffè di ORZO che viene servito anche nei bar. Oppure il Caffè di Cicoria dei nostri nonni.
Mi permetto di riportare esattamente quanto dichiara il nostro membro Giuseppe Scarpino nel nostro gruppo "Acido Ascorbico "ALIMENTI ESSENZIALI", dopo aver provato a spargere il CAFFE' macinato nel pelo del suo cane seguendo le istruzioni di una dottoressa su un programma RAI.
Devo far notare che fino ad oggi ho avuto 17 condivisioni poichè ritengo che questa scoperta sia tra le più INTERESSANTI riguardo a questa DROGA-INSETTICIDA "CARREINA".

Giuseppe Scarpino
30 aprile alle ore 9.39
A proposito di caffè.
Franco Genre sostiene nei suoi scritti che è un insetticida, un paio di mesi fa su Rai 1 una dottoressa in veterinaria insegnava che è inutile bombardare i nostri cani con i soliti veleni in pipette o collari, ma bastava della polvere di caffè molto efficace per pulci e zecche.
Ora con l’inizio delle belle giornate sono iniziati i primi parassiti, ho provato personalmente la polvere di caffè sul mio cane e devo dire che ha funzionato alla grande, e gli ho risparmiato la pipetta di veleno.
Quindi per concludere questo dovrebbe far riflettere sul bere il caffè.
Buona giornata.

Non mi piace più · Commenta · Condividi
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... hecani.htm


TOCCATEMI TUTTO FUORCHE' LA VISTA.
Abbiamo certezza che per avere dei danni da una definita CAUSA, per molte persone è necessario che questa CAUSA sia di un certa entità, mentre invece per moltissime altre questa CAUSA le danneggia
con una entità anche piccolissima.
OGNUNO E' A SE.
Detto questo vuoi correre il rischio di ammalarti di GLAUCOMA?
Nel fondo pagina trovi l'articolo che attribuisce il GLAUCOMA al bevitore di CAFFE', vuoi essere uno di questi?
Per così poco, per UNA DROGA, correre prima o poi questo rischio, è PAZZESCO.
Questi sono solo una parte di cosi detti STUDI SCIENTIFICI che lo provano, molti altri sotto.
Da questa pagina:
http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=& ... 7178,d.Yms
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aucoma.htm

16/08/2013 - di Redazione
E voi, quanto ne bevete?
Le 4 tazze di caffè al giorno che aumentano i rischio di morte precoce
I ricercatori americani hanno scoperto che le persone sotto i 55 anni che bevono più di 4 tazze di caffè al giorno hanno maggiore probabilità di morire precocemente, con un incremento del 50% della mortalità, mentre invece non si sarebbe riscontrato nessun problema per i grandi consumatori di caffè sopra i 55 anni, secondo quanto riportato dalla rivista Mayo Clinic Proceedings. La notizia è stata riportata dal Telegraph.
LO STUDIO - In America, oltre il 60% degli adulti beve caffè ogni giorno con un consumo che si aggira intorno alla media di 3 tazze. Il sospetto è che questo consumo elevato possa essere collegato a una serie di condizioni di salute che potrebbero contribuire all’insorgenza di malattie cardiovascolari. Per la ricerca sono state analizzate circa 45 mila persone tra il 1979 e il 1998, 2.512 delle quali sono morte e nel 32% dei casi si trattava di malattie cardiovascolari. Chi consuma una maggiore quantità di caffè (sia uomini che donne) è più propenso a fumare e quindi ha una capacità cardiorespiratoria inferiore. I più giovani hanno un rischio di mortalità più alto, che diventa però significativo quando di supera la soglia delle 28 tazze a settimana. Il dottor Steven Blair della University of South Carolina sostiene però che “i risultati ottenuti non rivelano alcuna relazione tra il consumo di caffè e il tasso di mortalità tra uomini e donne. E’ anche importante notare che la quantità di caffè bevuta non ha avuto effetti significativi sul tasso di mortalità dovuto a malattie cardiovascolari”. Blair ha concluso poi dicendo che il caffè è una miscela complessa di migliaia di componenti, tra i quali vi sono degli antiossidanti che possono partare benefici, ma può anche stimolare il rilascio di adrenalina, inibire l’attività dell’insulina e aumentare la pressione sanguigna.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... 4tazze.htm

Non sempre il caffè abbassa il rischio di incorrere nel diabete alimentare, come dimostrato fino ad oggi. Una nuova ricerca, condotta da ricercatori italiani e presentata oggi al congresso dell’European society of cardiology in corso a Barcellona, dimostra che chi lo beve è più a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, se già iperteso e predisposto geneticamente. La scoperta è stata fatta su 639 soggetti ipertesi, facenti parte del progetto HARVEST (Hypertension and Ambulatory Recording VEnetia Study), dai 18 ai 45 anni di età, diretto da Lucio Mos dell’ospedale San Daniele, Friuli.
Il 74% beveva il caffè e di questi il 13% più di 3 tazze al giorno. Gli studiosi hanno sottoposto il campione al test del genotipo CYP1A2, enzima che metabolizza la caffeina, scoprendo che il 58% dei soggetti metabolizzava lentamente la bevanda. Il lento consumo del composto comporta un aumento del glucosio nel sangue e, a distanza di 6 anni, al 24% del campione è stata diagnosticata una forma di pre-diabete (cioè un aumento del glucosio nel sangue). Chi beveva da 1 a 3 tazze di caffè al giorno aveva il 34% di rischio in più, mentre nei forti bevitori che speravano le 3 tazze il rischio è risultato doppio.
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... etipo2.htm

Dieci motivi per evitare il caffe'.
2) Il caffè è teratogeno, per cui causa difetti genetici alla futura prole. Molti esperimenti dimostrano che è troppo spesso causa di malformazioni e difetti agli arti dei neonati.
5) Il caffè contiene caffeina, uno tra i 20 veleni più pericolosi del pianeta, un alcaloide tossico che irrita il sistema nervoso, sbilancia il sistema simpatico e causa aritmie cardiache.
9) Il caffè produce una restrizione dei vasi sanguigni, alta pressione, irregolare circolazione coronarica, insufficienza renale, ulcere gastriche, ronzio alle orecchie, tremito muscolare, irrequietezza, sonni agitati, diabete nei neonati, irritazioni gastrointestinali, sconvolgimenti nel glucosio del sangue (spinge il pancreas a secernere più insulina).
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... motivi.htm

I raggiri e le menzogne sul caffè.
Il RAGGIRO e le MENZOGNE che ci dicono sul CAFFE' NON HANNO FINE ed è per questo che vorrei dimostrare invece quanto sia BRUTTA la REALTA' nascosta, talmente BRUTTA che sono INIMMAGINABILI i danni che portano alla nostra SALUTE e di conseguenza alla nostra QUALITA' DI VITA, e non solo, ma anche alla DURATA di questa.
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... aggiro.htm

Il superlavoro ed il CAFFE' e gli Hunza:
Una dimostrazione in più che al superlavoro TUTTI possono resistere, ma alla VERA CAUSA di questa morte NO.
Altra conferma è che:
"Gli Hunza, la popolazione più longeva al mondo
E’ il popolo degli Hunza: questa popolazione non solo vive in media 130-140 anni ma non conosce neppure le nostre tanto temute patologie degenerative, il cancro, malattie del sistema nervoso, ecc.."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... lavoro.htm

e molti altri articolo che trovi sulla pagina:
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... febase.htm

Ed ora l'articolo dice:
"Per molti di noi la mattina non è tale se non comincia con un buon caffè. Specialmente d'inverno il pensiero di alzarsi in una giornata fredda ed uggiosa ci fa rabbrividire ma il il solo immaginare il profumo di un buon caffè ci dà la volontà necessaria a rimetterci in piedi.
La consuetudine italiana vuole che lo sprint ci venga da un caffè tradizionale, fatto con la moka o con la macchinetta per l'espresso ma questa non è l'unica alternativa. In questo articolo parleremo in fatti del CAFFE' DI CICORIA che, assieme ai fratelli preparati con tarassaco ed orzo, è una valida alternativa alla bevanda del mattino.
La cicoria, che appartiene alla famiglia delle Composite, è una pianta erbacea presente in tutto il mondo, dall'America all'Africa, dall'sia all'Europa specialmente in climi temperati. Cresce spontaneamente nei prati e fin da tempi immemori la sua radice, che si raccoglie preferibilmente in autunno ed in piante di almeno due anni di età, è utilizzata per preparare un infuso energizzante e dalle molteplici proprietà.
Proprietà e Benefici del Caffè di Cicoria
La cidoria, come molte altre piante spontanee che la natura ci mette a disposizione, è ricca di moltissimi elementi utili al benessere del nostro corpo, Primo fra fra tutti la cicoria o acido cicorico, che è anche la responsabile del gusto tipicamente amarognolo e che rende il caffè di cicoria un interessante surrogato dell'omonima bevanda tradizionale.
Ma non fiorisce quì! Nella cicoria, e di conseguenza del suo infuso, troviamo le vitamine C, P e K, sali minerali (sodio, potassio, magnesio, calcio, ferro, rame, fosforo) ma anche resine, oli essenziali e pectine. Questi elementi, sprigionati dal decotto in acqua calda, diventano dei potenti alleati in caso di sonnolenza ed astenia ma sono sopratutto indicati nella depurazione e disintossicazione del fegato e della cistifellea.
Alla cicoria vengono inoltre attribuite proprietà digestive e diuretiche e la stimolazione che effettua nei confronti del pancreas aiuta a regolare la quantità di glucosio nel sangue ed a mantenere, di conseguenza, accettabili livelli di glicemia e colesterolo agendo da "spazzino" del nostro sistema circolatorio.
Controindicazioni del Caffè di Cicoria
Proprio per le caratteristiche fin quì esposte, il caffè di cicoria (e la cicoria in altre forme) non è consigliato alle donne in gravidanza per via della sua azione di stimolante dell'utero e la sua assunzione va regolata su consiglio medico in soggetti che soffrono di colecisti o di calcoli renali. Inoltre sempre grazie alle sue particolari proprietà digestive può presentare un accentuato effetto lassativo e quindi il suo dosaggio va calibrato in maniera personale a seconda della necessità. In ultimo, la leggenda narra che abbia anche proprietà afrodisiache, il che sicuramente non guasta!
Come Fare il Caffè di Cicoria i Casa
Ora che abbiamo capito quali meravigliosi vantaggi abbia il caffè di cicoria cerchiamo di capire come farlo in casa. I più intraprendenti potranno fare un passeggiata nei campi e cogliere le radici, lavarle, tagliarle a rondelle, lavarle nuovamente e metterle a seccare su delle griglie in un luogo caldo ed asciutto.
In alternativa nel forno a 50 gradi con lo sportello, per mezz'ora al giorno fino a quando saranno completamente essicate. A quel punto andranno macinate ed useremo il composto ottenuto sia nella moka tradizionale (avendo la cura di riempire il filtro solo per metà) o nel dispositivo per caffè americano o alla turca.
Per chi invece non avesse il tempo o la pazienza necessari a questa procedura è possibile acquistare il macinato in erboristeria, nei supermercati più forniti oppure on line. In questo caso un altro modo di prepararlo consiste nel mettere la quantità desiderata in un pentolino con l'acqua (circa 1 cucchiaino di macinato per 300 ml, di acqua), portarlo ad ebollizione, abbassare la fiamma e lasciare in infusione per qualche minuto per poi filtrare e gustare la bevanda ottenuta sia calda che fredda.

Se prediligiamo questo tipo di preparazione potremo anche aggiungere una stecca di cannella durante la ebollizione per rendere l'infuso più piacevole e , nel caso in cui proprio non riusciremo a berlo al naturale, possiamo aggiungerlo per esempio ad una tazza di latte. Ancora una volta una pianta umile ed a volte poco considerata può diventare un'amica quotidiana ed aiutarci a vivere in maniera sana ed equilibrata.
Mi permetto di ricordare ancora degli "AROMI" O "AROMI NATURALI" dichiarati negli INGREDIENTI della SOIA di cui ti ritrovi la informazione all'inizio pagina.
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... icoria.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda genfranco » mer feb 17, 2016 7:10 pm

Devo sottolineare quanto recita l'articolo sotto:
"Finora, i suoi effetti devastanti sono stati studiati pienamente solo sugli animali, ma è evidente che non si tratta di una sostanza benefica: quando associata con altre tossine – come diossine e PCB – il furano può provocare danni molto seri. Lo ricorda, sul Fatto Quotidiano, Patrizia Gentilini medico oncologo e membro dell’ISDE: “I rischi per la salute correlati all’esposizione a tali agenti sono importanti e purtroppo non del tutto noti: certamente la TCDD ( diossina di Seveso), unitamente ad un furano e al PCB 126 sono cancerogeni certi per l’uomo ad azione multiorgano e correlati in special modo a tumori del sangue, mammella, fegato, polmone. Tuttavia, anche se l’effetto cancerogeno, in particolare per diossina e composti diossino-simili, è stato quello affrontato per primo e quindi più studiato, ciò che oggi emerge con sempre maggiore evidenza per l’insieme di queste molecole è la complessa azione di squilibrio endocrino-immuno-metabolico, per cui l’effetto oncogeno appare essere più una conseguenza, che non una diretta azione.
Anche se i ricercatori spagnoli hanno stabilito che la quantità di furano presente nel caffè non supera i limiti di legge, occorre fare sempre attenzione. Il rischio, infatti, è quello del bioaccumulo e cioè quel processo di accumulazione costante di sostanze tossiche, che possono persistere nel nostro organismo anche a livelli superiori rispetto a quelli dell’ambiente circostante.
Pochi mesi fa, ad esempio, abbiamo visto come i furani e altre sostanze tossiche (Pcb, pesticidi e ftalati) abbiano provocato non pochi danni alle donne che facevano uso di alcuni particolari tipi di cosmetici: tra i problemi di salute più gravi, l’incidenza di alcune forme tumorali e la menopausa precoce. L’ultima rilevazione su questa sostanza effettuata dall’EFSA ne ha mostrato la presenza “in vari alimenti trattati termicamente, in particolare caffè e prodotti in scatola, compresi gli alimenti in vasetti per l’infanzia”."

Ed ora mi permetto di riportare cosa ingoiamo OGNI GIORNO di prodotti CHIMICI altrettanto CANCEROGENI messi nei cibi, anche per i bambini, per dare il gusto al prodotto di uno dei quali la pubblicità recita: "GUSTO IN ABBONDANZA", peccato che sia UN GUSTO CHIMICO CANCEROGENO.
Vedete la pubblicità del DANETTE DANONE e controllate gli INGREDIENTI sul link:
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... laromi.htm
ma non basta riscontratelo anche quì
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... caberr.htm
e quì
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... earomi.htm
ed ancora
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... errero.htm
ma non finisce quì
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... iaromi.htm
è questo per almeno il 99% della produzione, sia industriale che privata, come gelati, pane bianco, panettoni colombe ecc.
L'articolo lo spiega molto bene:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aromia.htm

Il caffè, preso in dosi non eccessive, può essere una bevanda che aiuta il nostro organismo a stare meglio: fa bene al cervello e riduce l’incidenza di malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer. È inoltre un buon antiossidante e protegge il fegato.

Bisogna, però, stare attenti a ciò che consumiamo e alle sostanze chimiche che possono essere presenti nei prodotti di uso quotidiano. Alcuni ricercatori dell’Università di Barcellona, guidati dal professor Javier Santos, hanno effettuato una ricerca sulla presenza di furano nel caffè. Le concentrazioni maggiori di questo composto tossicosono state individuate nel caffè in capsule, tra i 117 e i 244 nanogrammi per millilitro. Nell’espresso sono presenti, invece, tra i 43 e i 146 nanogrammi per millilitro, mentre nel caffè che prepariamo in casa, possiamo trovarne ancora meno: 20-78 ng/ml con quello normale; 14-65 nel decaffeinato. Il livello più basso è stato riscontrato nel caffè solubile: 12-35 ng/ml.

Ma perché il furano è così concentrato nelle capsule di caffè? Questa sostanza organica viene spesso a formarsi nel corso dei trattamenti termici degli alimenti: “La ragione di questi alti livelli”, spiega Santos, “è dovuta al fatto che le capsule, ermeticamente sigillate, impediscono al furano, che è un composto volatile, di disperdersi”.

L’ EFSA, l’agenzia europea per la sicurezza alimentare, ha effettuato una valutazione del rischio del furano per la salute umana, congiuntamente con ONU, FAO e Organizzazione Mondiale della Sanità: la conclusione è che “il margine di esposizione per il furano rivela una preoccupazione per la salute umana”. L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), l’ha inserita inoltre nella lista tra le possibili sostanze cancerogene per gli esseri umani.

Finora, i suoi effetti devastanti sono stati studiati pienamente solo sugli animali, ma è evidente che non si tratta di una sostanza benefica: quando associata con altre tossine – come diossine e PCB – il furano può provocare danni molto seri. Lo ricorda, sul Fatto Quotidiano, Patrizia Gentilini medico oncologo e membro dell’ISDE: “I rischi per la salute correlati all’esposizione a tali agenti sono importanti e purtroppo non del tutto noti: certamente la TCDD ( diossina di Seveso), unitamente ad un furano e al PCB 126 sono cancerogeni certi per l’uomo ad azione multiorgano e correlati in special modo a tumori del sangue, mammella, fegato, polmone. Tuttavia, anche se l’effetto cancerogeno, in particolare per diossina e composti diossino-simili, è stato quello affrontato per primo e quindi più studiato, ciò che oggi emerge con sempre maggiore evidenza per l’insieme di queste molecole è la complessa azione di squilibrio endocrino-immuno-metabolico, per cui l’effetto oncogeno appare essere più una conseguenza, che non una diretta azione.

Anche se i ricercatori spagnoli hanno stabilito che la quantità di furano presente nel caffè non supera i limiti di legge, occorre fare sempre attenzione. Il rischio, infatti, è quello del bioaccumulo e cioè quel processo di accumulazione costante di sostanze tossiche, che possono persistere nel nostro organismo anche a livelli superiori rispetto a quelli dell’ambiente circostante.

Pochi mesi fa, ad esempio, abbiamo visto come i furani e altre sostanze tossiche (Pcb, pesticidi e ftalati) abbiano provocato non pochi danni alle donne che facevano uso di alcuni particolari tipi di cosmetici: tra i problemi di salute più gravi, l’incidenza di alcune forme tumorali e la menopausa precoce. L’ultima rilevazione su questa sostanza effettuata dall’EFSA ne ha mostrato la presenza “in vari alimenti trattati termicamente, in particolare caffè e prodotti in scatola, compresi gli alimenti in vasetti per l’infanzia”.

E quì mi permetto di riportare il mio personale pensiero:
L'articolo recita anche
"Il caffè, preso in dosi non eccessive, può essere una bevanda che aiuta il nostro organismo a stare meglio: fa bene al cervello e riduce l’incidenza di malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer. È inoltre un buon antiossidante e protegge il fegato."
ed allora mi chiedo:
COME POTRA' MAI APPORTARE QUESTI SOPRADETTI BENEFICI QUESTO "FURANO", IN QUALSIASI QUANTITA' E' INGERITO, IN QUANTO PRODOTTO CHIMICO E COME TALE "MAI RICONOSCIUTO DAL MIO CORPO"?
QUALE LE DIFFERENZA DAL CIANURO? E' SOLO QUESTIONE DI QUANTITA'.
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... naltri.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
genfranco
 
Messaggi: 488
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il danno invisibile del caffè

Messaggioda hezter » ven feb 19, 2016 11:22 am

io non bevo caffè perché innanzitutto è dannoso per l'ambiente.
sapete quanti litri d'acqua ci vogliono per ottenere il caffè necessario per una tazzina?
hezter
 
Messaggi: 41
Iscritto il: mer dic 09, 2015 3:25 pm
Controllo antispam: diciotto

PrecedenteProssimo

Torna a Curarsi naturalmente...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti