Sepia Officinalis

Panico e Depressione
Moderatore: Stefano Stronati - alias alFaris, che in arabo significa il Cavaliere. E' un vecchio e navigato moderatore di luoghi di conferenza.
Conoscitore di psicologia e depressione per esperienza diretta.

Moderatore: alFaris

Sepia Officinalis

Messaggioda mariapiera74 » mer nov 03, 2010 12:56 pm

A cura della dott.ssa Mariapiera Miele
Medico Chirurgo
Omeopata
Iscritta al Registro Nazionale Medici Omeopati
Socio Ordinario FIAMO

www.omeopatiamiele.it
info@omeopatiamiele.it

La dott.ssa Mariapiera Miele riceve nelle cittĂ  di Napoli, Roma, Viareggio e Benevento

ORIGINE E PREPARAZIONE

Sepia Officinalis è un rimedio omeopatico di origine animale. Si tratta dell'inchistro di seppia. a seppia è un mollusco marino, privo di conchiglia e provvisto di una borsa contenente un liquido bruno-nerastro. L´inchiostro di seppia viene emesso nell´acqua, al fine di oscurarla e permettere al mollusco di nascondersi o di catturare la preda. Vive prevalentemente nel mar Mediterraneo, sui fondali in prossimità delle rive.
Nel 1834 Hahnemann sottopose a sperimentazione Sepia dopo aver osservato che un amico artista, abituato ad umettare con la lingua il pennello ininto di nero di seppia, aveva sviluppato apatia e depressione.
Ippocrate prescriveva la Seppia nelle malattie ginecologiche ed ostetriche. Dioscoride e Plinio la consigliavano in caso di leucorrea, calcolosi, catarri vescicali e alopecia. Nell'antica grecia l'inchiostro di seppia veniva utilizzato per tratare la gonorrea e i calcoli renali.
La preparazione omeopatica di Sepia utilizza l´inchiostro di seppia seccato, triturato e diluito secondo i procedimenti classici.



INDICAZIONI PRINCIPALI



E´ indicato soprattutto nei casi cronici, nei bambini, nel periodo puberale, nelle donne affette da irregolarità mestruali, prolasso uterino, sterilità, frigidità, disturbi del climaterio, depressione ed avversione nei confronti dei familiari e del marito, negli anziani e in caso di senescenza precoce, nei soggetti astenici, scarsamente reattivi, affetti da disturbi epatici, digestivi e urogenitali, tendenzialmente irritabili, depressi, misantropi e apatici.
I pazienti possono presentare psicoastenia, scarsa capacitĂ  reattiva, stati alternati e contraddittori, irregolaritĂ  mestruali, prolasso uterino, amenorrea, sterilitĂ , aborto abituale, frigiditĂ , disturbi del climaterio, prostatite, litiasi renale, litiasi epatica, dispepsia, magrezza eccessiva, neoplasie benigne e maligne, disturbi vasomotori, vampate di calore, anemia, emorragie, collasso, lipotimie, edemi infiammatori secondari a scompenso cardiaco, processi suppurativi, artrite, sinoviti, rachitismo, osteomalacia, gotta, varici, psoriasi, herpes, ulcere, verruche, ustioni, ictus, crampi, spasmi muscolari, depressione.

QUADRO CLINICO



Il quadro clinico può presentare delle differenze nell'adulto e nel bambino.
Per quanto riguarda il bambino, spesso, attraverso l'anamnesi, si può risalire ad una storia di genitori poco affettuosi o dalla mentalità rigida e poco tollerante, una figura paterna assente o, in alcuni casi, ad una storia di adozioni.
Nella storia della madre del bambino spesso è possibile riscontrare una grave depressione durante la gravidanza, nel post-partum o nei primi anni di vita del bambino, aborti ripetuti o minaccia d´aborto.
Nell´anamnesi personale del bambino spesso è possibile riscontrare ittero neonatale protratto, interventi chirurgici, emozioni violente, delusioni sentimentali durante l´adolescenza.
Spesso le fontanelle si chiudono tardivamente e l´accrescimento staturale e ponderale è tardivo.
Le unghie sono fragili o deformate e i denti sono soggetti a carie.
La cute tendenzialmente è secca e presenta numerosi nevi o discromie.
Spesso è presente una peluria sul dorso e sottili ed insoliti baffetti nei lattanti e nelle bambine.
In genere è longilineo, le articolazioni sono lasse e i muscoli poco sviluppati e ipotonici.
Tendenzialmente è freddoloso, si raffredda con facilità e si aggrava con il freddo e al mare.
La sudorazione spesso è profusa alle ascelle, alle mani e in genere fredda ai piedi e piuttosto acida in testa.
L´appetito è piuttosto scarso soprattutto al mattino. Non tollera il latte, i latticini e cibi grassi, ha avversione per la carne e desidera i cibi acidi e dolci. Spesso accusa nausea, vomito, stipsi o diarrea.
E´ piuttosto astenico e quando è stanco può presentare lipotimie, brividi, cefalea o mosche volanti.
Il sonno può essere disturbato da sogni ansiosi che a volte lo svegliano. Può soffrire di insonnia, di bruxismo e di episodi di enuresi durante il primo sonno.
Le ragazze spesso presentano ritardo del menarca, oligomenorrea e leucorrea alla pubertĂ . Va soggetto a infezioni respiratorie croniche, asma, anoressia, verminosi, dispepsia, cefalea recidivante, herpes, orzaioli, calazi, eczemi, psoriasi, verruche, alopecia, irregolaritĂ  mestruali, e leucorrea.
I bambini possono presentare un carattere è introverso e inibito affettivamente.
Per quanto riguarda l'adulto, la donna, generalmente, è astenica, alta, magra e complessivamente poco femminile. Il profilo è privo delle tipiche curve, la pelvi è stretta, l´addome è rilasciato, la muscolatura è ipotonica, il pannicolo adiposo è scarso e la carnagione è piuttosto scura.
Gli occhi spesso sono cerchiati, la cute è secca, ruvida e di frequente presenta un colorito cutaneo disomogeneo.
Va soggetta a irregolaritĂ  mestruali, amenorrea, prolasso uterino, vaginiti, aborti, ritenzione placentare, placenta previa, disturbi del climaterio, cefalea, caduta dei capelli, vampate di calore, dispepsia, epatopatie, disturbi emorroidali, stipsi, litiasi renale, cistiti, cistocele, lipotimie e dermatiti.
Dal punto di vista mentale può presentare ansia, introversione, atteggiamento di rifiuto nei confronti dei rapporti interpersonali, una forte carica aggressiva, depressione apatia e frequente avversione nei confronti del marito e dei familiari.
L'uomo, invece, presenta tratti poco caratteristici. Spesso è rilevabile una scarsa peluria ed una certa ampiezza del bacino.
Il desiderio sessuale è scarso, la personalità è piuttosto mediocre, di vedute ristrette ed incline a reazioni emotive bizzarre e tendenzialmente isteriche. L´incapacità di amare lo rende egoista, lo porta a rifiutare il coinvolgimento affettivo e a considerarlo come una debolezza di esclusivo appannaggio femminile.



PRINCIPALI MODALITA' DI AGGRAVAMENTO



I sintomi peggiorano di primo mattino, all'inizio della sera, di notte, durante il sonno, con i tuoni, prima delle mestruazioni, con l'affaticamento, sdraiandosi sul fianco sinistro, con la menopausa.



PRINCIPALI MODALITA' DI MIGLIORAMENTO



I sintomi migliorano con l'aria fresca, con il movimento, con l'occupazione, incrociando le gambe, dormendo, mangiando, con l'aria aperta, stando seduti con la schiena eretta.








Questa è una descrizione generale del rimedio. Prima di assumere qualsiasi rimedio omeopatico è bene rivolgersi al prorpio omeopata di fiducia.


Ultimo bump di mariapiera74 il mer nov 03, 2010 12:56 pm.
Avatar utente
mariapiera74
 
Messaggi: 57
Iscritto il: lun mar 22, 2010 11:50 am
Controllo antispam: cinque

Torna a Panico e Depressione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Veganok.com


VEGANOK S.R.L.
P.IVA 13693571005
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr